Dopo aver aggiornato i massimi storici toccando la soglia dei 4.250 punti, le quotazioni dell’S&P 500 hanno iniziato a correggere, respinte dalla linea di tendenza ottenuta collegando i minimi del 20 e 21 aprile 2021. Se non si dovesse verificare una veloce accelerazione verso la successiva soglia psicologica dei 4.300 punti, il principale indice di Borsa USA potrebbe aver dato vita ad un potenziale modello di doppio massimo con neckline in zona 4.050 punti, corrispondente anche con il 38,2% del ritracciamento di Fibonacci disegnato su tutta la gamba di rialzo cominciata lo scorso 5 marzo. In questo quadro, se i corsi dovessero scendere al di sotto del supporto a 4.200 punti si avrebbe un’indicazione in più sulla prosecuzione di un movimento correttivo, che avrebbe un primo target identificabile sull’intorno dei 4.150 punti. Come abbiamo evidenziato nella newsletter di ieri, un breakout di questo sostegno metterebbe i venditori nella condizione di testare la soglia psicologica dei 4.100 punti. Da un punto di vista operativo, le strategie di stampo long sarebbero valutabili a ridosso del supporto posto in area 4.150 punti. Lo stop loss sarebbe identificabile a 4.125 punti, mentre l’obiettivo a 4.190 punti. Al contrario invece, l’operatività di stampo short è valutabile in caso di discesa delle quotazioni al di sotto dei 4.200 punti, e avrebbe stop loss posizionabile a 4.240 punti e target a 4.150 punti.

SCENARIO RIALZISTA

Strategie long valutabili da 4.150 punti con stop loss a 4.125 punti e obiettivo a 4.190 punti.

PRODOTTO BARRIERA ISIN SCADENZA

TURBO LONG 3.300,0000 NLBNPIT12P52 15/12/2021

TURBO LONG 3.500,0000 NLBNPIT12P60 15/12/2021

SCENARIO RIBASSISTA

Strategie short valutabili da 4.200 punti con stop loss a 4.240 punti e target a 4.150 punti.

PRODOTTO BARRIERA ISIN SCADENZA

TURBO SHORT 4.900,0000 NLBNPIT12PF5 15/12/2021

TURBO SHORT 4.700,0000 NLBNPIT12PE8 15/12/2021