Telecom Italia al centro della speculazione a Piazza Affari sull'affaire Open Fiber. Le ultime indiscrezioni stampa vedono avvicinarsi una soluzione sulla rete unica che prevede la maggiore tlc italiana acquisire il controllo del 50% di Open Fiber in mano a Cdp (l’altro 50% è dell’Enel). La contropartita sono azioni Telecom e anche la fusione tra quest’ultima e Flash Fiber, joint con Fastweb per lo sviluppo della rete in fibra, sotto l’egida di Tim che avrebbe il controllo dei due terzi del capitale. Cdp, che già detiene una quota rilevante in Telecom del 9,9%, salirebbe in maniera consistente nel capitale andando a detenere una quota simile se non superiore a quella di Vivendi, primo azionista della maggiore tlc italiana con il 23,94%, ma in minoranza nel cda. La data chiave indicata da più fonti sarà quella del 1° agosto e non il prossimo cda Telecom Italia in agenda tra poche settimane (27 giugno).

PRODOTTO SOTTOSTANTE CODICE ISIN SCADENZA

CASH COLLECT DOPPIA BARRIERA TELECOM ITALIA NL0013410418 21/03/2022