Telecom Italia: verso uno slittamento (a gennaio 2020) l'identificazione del fondo (o dei fondi) per l'operazione Open Fiber. Sul dossier Tim-Open Fiber torna Il Sole 24 Ore, che riporta alcune indiscrezioni sulla short list di fondi interessati a rilevare la quota detenuta da Enel in OF. In particolare, il quotidiano finanziario mette in fila quali potrebbero essere i prossimi passaggi. L'intento di Tim sarebbe quello di selezionare cinque fondi, e una volta individuati questi nomi "si porterà la proposta a Enel, azionista al 50% di Open Fiber, che dovrà valutare se cedere la propria quota". Al momento tra i nomi ci sarebbero Allianz, F2i, Macquarie, KKR. A livello tecnico, il titolo Telecom mantiene un'intonazione positiva, dopo aver subito qualche presa di beneficio che ha riportato i prezzi sul supporto statico collocato a 0,551 euro. In particolare, dopo il massimo di novembre a 0,5917 euro, il titolo ha invertito direzione. Il movimento discendente però non evidenzia volumi importanti e anche RSI non ha mostrato forza nella discesa. L'orientamento di medio termine resta rialzista e il primo target sembra essere 0,6 euro.

PRODOTTO SOTTOSTANTE CODICE ISIN SCADENZA

MINI LONG TELECOM ITALIA NL0013034457 19/12/2025