Telecom Italia: Il colosso del private equity KKR è pronto stanziare una cifra importante per mettere le mani su una quota di minoranza della rete secondaria di Telecom Italia. Il fondo Usa, stando a quanto riportato da Repubblica, avrebbe già presentato al ceo Luigi Gubitosi l’offerta per l’infrastruttura in rame e in fibra che arriva nelle case degli italiani. Stando all’indiscrezione, l’offerta valorizzerebbe la rete secondaria di Tim circa 7 miliardi di euro, nella parte bassa del range indicato dai rumor delle scorse settimane. Una mossa che potrebbe fare di KKR un partner di supporto per l’operazione rete unica con Open Fiber a cui Telecom lavora nonostante Enel rimanga fredda sul dossier (che detiene il 50%, la quota restante è di Cdp). L’intera rete cablata di Telecom Italia è generalmente valutata 12/18 miliardi di euro sulla base di un ebitda stimato di 2 miliardi. L’offerta di KKR potrebbe essere al vaglio del cda di Telecom convocato il prossimo 27 febbraio. Da ricordare che il nuovo piano, insieme ai conti 2019, sarà al vaglio del cda il prossimo 10 marzo.

PRODOTTO SOTTOSTANTE CODICE ISIN SCADENZA

ESG MEMORY CASH COLLECT TELECOM ITALIA NL0013876063 24/09/2020