In questi mesi Tesla ha dovuto affrontare diverse problematiche che hanno frenato l’entusiasmo degli operatori. Prima di tutto la crisi dei semiconduttori che ha condizionato l’approvvigionamento ostacolando la produzione dei veicoli. Vi sono stati una serie di incidenti che hanno messo in dubbio la sicurezza della guida autonoma. Una volta metabolizzati questi eventi negativi, vi è stato un ritorno degli investitori che credono molto nell’azienda e nelle idee di Musk. La sensazione è che il trend positivo del titolo possa continuare nei prossimi mesi. La guida autonoma delle auto Tesla è stata arricchita da una versione più sofisticata del software Full Self Driving. Vi è anche una grande attesa per l’evento che si terrà il 7 ottobre presso la nuova Gigafactory ad Austin, in Texas. A fine ottobre vi sarà anche la pubblicazione dei conti del terzo trimestre fiscale. Gli analisti stimano in 13 miliardi di dollari le vendite di auto elettriche, grazie a consegne previste di 221mila veicoli.

SCENARIO RIALZISTA

Strategie long valutabili da 800 dollari con stop loss a 750 dollari e obiettivo a 900 dollari.

PRODOTTO BARRIERA ISIN SCADENZA

TURBO LONG 724,6004 NLBNPIT15102 OPEN END

TURBO LONG 669,9320 NLBNPIT14N60 OPEN END

SCENARIO RIBASSISTA

Strategie short valutabili da 900 dollari con stop loss a 930 dollari e obiettivo a 780 dollari.

PRODOTTO BARRIERA ISIN SCADENZA

TURBO SHORT 926,3098 NLBNPIT113D0 OPEN END

TURBO SHORT 871,4290 NLBNPIT11176 OPEN END