In un recente scambio con i fan su Twitter, Elon Musk ha dichiarato che il Cybertruck di Tesla possa rivelarsi un flop. Da un punto di vista grafico le quotazioni di Tesla sembrano essere riuscite a reagire a ridosso della linea di tendenza che unisce i minimi del 19 maggio a quelli del 3 giugno 2021. I corsi potrebbero dirigersi verso la zona resistenziale compresa tra i 696 e i 720 dollari, dove passano il livello orizzontale espresso dai top del 24 giugno 2021 e la trendline che collega i minimi dell’11 agosto 2020 e del 10 novembre 2020. Se quest’area dovesse venire violata, si potrebbe assistere ad un recupero delle quotazioni verso i 760 dollari. Al contrario, per i venditori sarebbe positiva una discesa sotto i 640 dollari prima, per poi passare a quella dei 560 dollari. Operativamente, si potrebbero valutare strategie di matrice long da 665 dollari, con stop loss a 620 dollari e obiettivo a 725 dollari. Al contrario, l’operatività short può essere valutata da 725 dollari con stop loss a 760 dollari e obiettivo a 650 dollari.

SCENARIO RIALZISTA

Strategie long valutabili da da 665 dollari, con stop loss a 620 dollari e obiettivo a 725 dollari.

PRODOTTO BARRIERA ISIN SCADENZA

TURBO LONG 612,4986 NLBNPIT138Z0 OPEN END

TURBO LONG 564,4844 NLBNPIT12ZG2 OPEN END

SCENARIO RIBASSISTA

Strategie short valutabili da 725 dollari con stop loss a 760 dollari e obiettivo a 650 dollari.

PRODOTTO BARRIERA ISIN SCADENZA

TURBO SHORT 686,8099 NLBNPIT13L14 OPEN END

TURBO SHORT 731,5825 NLBNPIT12GJ6 OPEN END