Il Governo cinese ha ordinato il ritiro di 285.000 veicoli venduti nel Paese da parte di Tesla a causa di un problema al sistema di controllo della velocità. La problematica dovrebbe essere risolvibile tramite un aggiornamento online, che verrà effettuato gratuitamente da parte del gruppo guidato da Elon Musk. Le problematiche dell’azienda di auto elettriche in Cina non sono nuove: a marzo le vetture sono state bandite da alcuni complessi militari per le preoccupazioni relative alle videocamere interne alle macchine. Da segnalare comunque come le auto del gruppo vendute in Cina sono rimbalzate lo scorso maggio segnando il +88% rispetto ad aprile. Da un punto di vista operativo, si potrebbero valutare strategie di matrice rialzista da 600 dollari con stop loss a 585 dollari e obiettivo a 625 dollari. Al contrario, l’operatività di stampo ribassista è valutabile da 667,50 dollari con stop loss localizzato a 703,70 dollari e target individuabile a 619 dollari.

SCENARIO RIALZISTA

Strategie long valutabili da 600 dollari con stop loss a 585 dollari e obiettivo a 625 dollari.

PRODOTTO BARRIERA ISIN SCADENZA

TURBO LONG 610,5557 NLBNPIT138Z0 OPEN END

TURBO LONG 562,6938 NLBNPIT12ZG2 OPEN END

SCENARIO RIBASSISTA

Strategie short valutabili da 667,50 dollari con stop loss a 703,70 dollari e obiettivo a 619 dollari.

PRODOTTO BARRIERA ISIN SCADENZA

TURBO SHORT 733,9372 NLBNPIT12GJ6 OPEN END

TURBO SHORT 780,1356 NLBNPIT11MW9 OPEN END