Sui mercati prevalgono i timori per una seconda ondata di coronavirus, dopo i continui aumenti di contagi negli Stati Uniti e in altri paesi. La Florida, l'Oklahoma e la Carolina del Sud hanno registrato ieri un numero record di nuovi casi di infezione dal Covid-19. In totale, gli Stati Uniti hanno contato 36mila nuovi casi in 24 ore, una cifra vicina al picco di fine aprile (pari a 36.426). La decisione dei governatori di New York, New Jersey e Connecticut di imporre nuove misure di quarantena ai viaggiatori di altri stati ha alimentato le preoccupazioni per un nuovo rallentamento dell'attività economica. Così come la decisione di Apple di chiudere altri punti vendita a Houston, in Texas, dopo la chiusura di più negozi in Florida, South Carolina, North Carolina e Arizona. Mentre alcuni dipendenti di Disney hanno lanciato una petizione per ritardare l'apertura dei parchi tematici in California. I timori sulla tenuta dell'economia trovano conferma anche dalla revisione al ribasso delle stime economiche da parte del Fondo monetario Internazionale. In questo quadro le Borse europee (compresa Piazza Affari) dovrebbero muoversi caute, aprendo gli scambi intorno alla parità, dopo i ribassi di ieri.

APPUNTAMENTI ECONOMICI

Diverse indicazioni in arrivo dagli Stati Uniti. In particolare, gli ordini di beni durevoli, il Pil annualizzato relativo al primo trimestre e le nuove richieste di sussidi alla disoccupazione. Sul fronte emissioni, il Tesoro sarà impegnato nell'asta di Ctz e Btp indicizzati all'inflazione.