Avvio di settimana caratterizzato dalla positività per i principali indici di Borsa a livello globale. Quella iniziata è una settimana estremamente importante per gli investitori, in quanto si terrà l’atteso simposio di Jackson Hole, in programma per i prossimi 27 e 28 agosto. All’incontro molti osservatori si attendono che il Presidente della Federal Reserve, Jerome Powell, fornirà maggiori indizi sull’eventuale avvio delle misure di tapering del programma di acquisti da 120 miliardi di dollari al mese. A rasserenare parzialmente le paure di un inizio di misure di politica monetaria restrittiva vi è l’incremento dei contagi di Covid-19 dovuti alla variante Delta, che potrebbe rallentare il recupero dell’economia mondiale. Di recente il Presidente della Fed di Dallas, Robert Kaplan, ha detto che potrebbe riconsiderare le sue precedenti affermazioni relative al fatto di effettuare presto la riduzione degli acquisti nell’eventualità in cui il ceppo virale dovesse pesare sulla crescita USA. Sul fronte della lotta al virus invece, la Food and Drug Administration ha dato la piena approvazione del siero contro il Covid- 19 di Pfizer e BioNTech per i soggetti sopra i 16 anni di età. Nel frattempo notizie confortanti arrivano da AstraZeneca, la quale ha dichiarato che il suo cocktail di antibiotici contro il Coronavirus è efficace nel 77% dei casi nel prevenire le comparse sintomatiche della malattia nelle persone ad alto rischio. Da evidenziare come uno dei vantaggi principali di questo farmaco sarebbe quello relativo alla durata della protezione, attesa di minimo 12 mesi.

I MARKET MOVER

Nella giornata odierna saranno pochi i dati macroeconomici di rilievo. Gli operatori dei mercati finanziari saranno principalmente concentrati oltreoceano per la pubblicazione di alcuni dati importanti. Focus sull’indice manifatturiero elaborato dalla Fed di Richmond (agosto), sul dato delle vendite di case nuove (luglio) e sull’asta di Treasury a 2 anni. Segnaliamo inoltre un’audizione di Schnabel membro della Banca centrale europea e la pubblicazione del dato delle scorte settimanali di petrolio rilasciato dall’American Petroleum Institute.