I principali indici azionari a livello globale rimangono cauti in area di massimi mentre gli operatori dei mercati finanziari attendono i dati macro degli Stati Uniti e monitorano l’evoluzione della pandemia di Covid-19. I nuovi casi di Coronavirus negli Stati Uniti sono saliti al livello settimanale più alto dall’inizio di febbraio, mentre il numero dei decessi ai livelli di dicembre. Fronte dati macroeconomici oggi sarà una giornata molto importante: gli investitori sono focalizzati sul dato dell’inflazione degli Stati Uniti, un ulteriore importante tassello per le decisioni della Banca centrale. I dati sull’inflazione USA saranno tenuti sotto stretta osservazione dopo che il rapporto sul mercato del lavoro di venerdì scorso ha alimentato le aspettative che il tapering inizierà prima del previsto. Gli analisti prevedono che l’indice dei prezzi al consumo degli Stati Uniti mostrerà nuovamente un aumento a luglio, ma risulterà importante monitorare il dato di settembre che terrà conto anche del recente aumento dei contagi. Il presidente della Federal Reserve, Jerome Powell, potrebbe spingersi ad adottare toni meno cauti riguardo ai tempi del tapering proprio in occasione del simposio di Jackson Hole che prenderà il via il 26 agosto. Gli investitori oggi monitoreranno anche i discorsi di Raphael Bostic e Esther George per avere indizi su quando i funzionari si aspettano che la banca centrale inizi a ridurre il suo sostegno economico. Sempre oltreoceano, il Senato ha approvato il disegno di legge bipartisan per il piano infrastrutturale da 1.000 miliardi di dollari promosso del presidente Joe Biden, che dovrà essere discusso alla Camera a settembre.

I MARKET MOVER

Gli operatori dei mercati finanziari oggi saranno concentrati su alcuni dati macroeconomici per l’Italia e gli Stati Uniti. In mattinata gli investitori attenderanno il dato sull’inflazione armonizzata UE per il Belpaese. Nel pomeriggio l’attenzione si sposterà oltreoceano. Per gli USA si attendono infatti i dati sull’inflazione di luglio e i dati EIA sulle scorte e la produzione di greggio. Segnaliamo inoltre i discorsi di Raphael Bostic (Fed votante) sul ruolo della Federal Reserve in un’economia più inclusiva e quello di Esther George (Fed non votante) al NABE Economic Measurement. Infine, l’asta di Treasury a 10 anni.