Wall Street al test dell’inflazione degli Stati Uniti

Le quotazioni dei principali indici di Borsa a livello globale hanno registrato una seduta caratterizzata dai rialzi.

wall-street-test-inflazione-usa-121223

Le quotazioni dei principali indici di Borsa a livello globale hanno registrato una seduta caratterizzata dai rialzi. Oggi l’attenzione dei trader e degli investitori sarà focalizzata sui dati dell’inflazione degli Stati Uniti relativi a novembre, in attesa della riunione di politica monetaria della Federal Reserve (che inizia oggi e terminerà domani) e della conferenza stampa del governatore Jerome Powell (domani alle 20:30, ora italiana). Il mercato si aspetta l’indice dei prezzi al consumo in leggero calo, dal 3,2% al 31,% a/a, mentre la misurazione core - che esclude le componenti più volatili come alimentari e l’energia - è attesa stabile al 4% anno su anno.

I dati saranno attentamente monitorati dal FOMC in vista del meeting, anche se gli operatori si aspettano un nulla di fatto sui tassi di interesse per la terza volta consecutiva dal mese di luglio. I tassi sui fed funds dovrebbero quindi essere confermati all’attuale range, compreso tra il 5,25% e il 5,5%. Dopo i forti dati del mercato del lavoro degli Stati Uniti pubblicati venerdì, gli investitori al momento ritengono più probabile l’inizio del taglio del costo del denaro a maggio del prossimo anno, invece che a marzo.

Il report occupazionale degli Stati Uniti ha messo in evidenza un mercato del lavoro ancora molto solido, avvalorando la necessità della Fed di procedere con cautela. Per quanto riguarda la Banca centrale europea e la Bank of England, che terranno le riunioni di politica monetaria il giorno dopo della Fed, anche per entrambe i mercati si aspettano tassi invariati.

I MARKET MOVER

Oggi gli operatori saranno concentrati su alcuni dati macroeconomici riguardanti la Germania, l’Eurozona e gli Stati Uniti. Per l’economia tedesca e l’area euro si attendono gli indici ZEW (dicembre), mentre per gli USA l’indice NFIB (ottimismo delle piccole imprese statunitensi, novembre) e i dati dell’inflazione (novembre).

Leggi Anche

grafico-analisi-mercato-azionario

Investimenti Bnp Paribas

15 feb 2024