TRADING ONLINE

Il trading online consiste nella compravendita di strumenti finanziari tramite internet ed è prevalentemente a leva, la quale permette di aumentare l’esposizione su un mercato finanziario a fronte di un investimento relativamente modesto di capitale. Scopri i principali prodotti per questo tipo di attività e scegli il più adatto per le tue esigenze: certificati turbo24, barrier, vanilla options e CFD.



Inflazione EZ delude, riflettori su BCE. In Italia volano banche

Il FTSE Mib ha chiuso il primo trimestre con un rialzo appena superiore ai 13 punti percentuali.

Inflazione EZ delude, riflettori su BCE. In Italia volano banche

Ftse Mib ai nuovi massimi dal 2011

Il Ftse Mib ha terminato le contrattazioni con un rialzo dell’1,5%, a quota 21.500 punti.

Ftse Mib ai nuovi massimi dal 2011

Qualcosa si è inceppato a Wall Street

L’idea, insomma, è che qualcosa sembra essersi inceppato a Wall Street e gli operatori rimangono molto cauti. Le attenzioni maggiori sono rivolte per quei settori, come quello tecnologico, dove la speculazione è da sempre molto alta. Di Vincenzo Longo – Market Strategist IG

Qualcosa si è inceppato a Wall Street

Riflettori puntati sulla Bce

Dati macro importanti dagli States. Bene l’ultima stima sul PIL del quarto trimestre attestatosi al +2,6% superiore di 0,2 punti percentuali rispetto alla precedente lettura.

Riflettori puntati sulla Bce

Operatori scommettono su nuove misure Bce e Pboc

Il Ftse Mib ha terminato le contrattazioni con un rialzo dell’1,1%, a quota 21.050 punti.

Operatori scommettono su nuove misure Bce e Pboc

Weidmann si trasforma in colomba, euro debole

Nelle ultime sessioni il cambio euro/dollaro sembra muoversi di più sulle parole dei governatori delle banche centrali che sull’annuncio delle cifre macroeconomiche.

Weidmann si trasforma in colomba, euro debole

Vendite diffuse sui listini, Cina e Russia deteriorano sentiment

Il Ftse Mib ha terminato le contrattazioni in calo dell’1,65%, a quota 20.625 punti. Il listino milanese ha perso quota 21.000 punti, aggiornando i minimi che non si vedevano da lunedì scorso.

Vendite diffuse sui listini, Cina e Russia deteriorano sentiment

Nuovi record per i mercati USA

Nuovi record per lo S&P500. Gli indici statunitensi evidenziano un’ultima seduta settimanale in rialzo (Dow Jones IA +0,65%, S&P500 +0,30%).

Nuovi record per i mercati USA

Fed spinge il dollaro, mercato attende il giorno delle streghe

Recuperano le borse Usa il giorno dopo il meeting della Fed.

Fed spinge il dollaro, mercato attende il giorno delle streghe

Borse recuperano volumi troppo bassi, la parola passa alla Fed

Proseguono poco mossi gli indici azionari in attesa della decisione della Federal Reserve di questa sera.

Borse recuperano volumi troppo bassi, la parola passa alla Fed

Euro/Dollaro, non bastano Zew deludente e buoni dati Usa

Sul fronte macro, ha deluso l’indice Zew sulla fiducia degli investitori tedeschi, che a marzo ha mostrato la seconda flessione consecutiva.

Euro/Dollaro, non bastano Zew deludente e buoni dati Usa

Bel balzo dei mercati dopo sanzioni soft da parte di UE/USA

Avvio di settimana in rialzo per gli indici statunitensi. Il Dow Jones Industrial Average evidenzia un incremento dell’1% e lo S&P500 dello 0,75%.

Bel balzo dei mercati dopo sanzioni soft da parte di UE/USA

Mercati in rosso in attesa del referendum in Crimea

Nel finale le borse europee recuperano un po’ del terreno perso in giornata sui timori per la crisi in Ucraina.

Mercati in rosso in attesa del referendum in Crimea

Riflettori su Crimea. Soffrono rublo e lira turca

Supereuro sempre contro dollaro. Il cambio è tornato ben al di sopra di 1,39 e sembra intenzionato a mettere pressione alla resistenza situata a 1,3915, picco annuale.

Riflettori su Crimea. Soffrono rublo e lira turca

Euro in leggero calo contro dollaro. Poca volatilità

Il franco svizzero nelle ultime settimane ha beneficiato delle tensioni legate alla crisi in Ucraina.

Euro in leggero calo contro dollaro. Poca volatilità

Ancora acquisti sulla periferia in attesa criteri Bce

L’indice Ftse Mib ha terminato le contrattazioni con un rialzo dello 0,6%, a quota 20.750 punti.

Ancora acquisti sulla periferia in attesa criteri Bce
apk