Le insidie sul referendum scozzese hanno portato un po’ di debolezza sulla sterlina UK soprattutto a inizio mese. Rispetto al franco svizzero dopo i massimi annuali toccati a fine luglio il cross è sceso di quasi tre punti percentuali prima di recuperare terreno nelle recenti sedute. Se il GBPCHF dovesse superare la resistenza a 1,53 potrebbe acquisire la forza necessaria per attaccare i top 2013 a 1,5434, ultimo ostacolo da oltrepassare per poter ambire a raggiungere obiettivi ancora più ambiziosi situati a 1,55 e 1,57. Discorso diverso in caso di cedimento del sostegno a 1,50, preludio a un possibile calo verso 1,48.

Di Filippo A. Diodovich