Tutti scommettono sulle partite di calcio, ma sebbene poco diffuso in Italia è molto più divertente e anche redditizio, se fatto con coscienza e conoscenza, il cosiddetto trading delle scommesse sportive.

Le tecniche da usare per il trading sono tante ma sostanzialmente queste consistono nel non scommettere su un risultato aspettando che la partita finisca come sperato, ma sul piazzare una serie di scommesse in-play sfruttando le variazioni delle quote.

Si tratta di piazzare dei risultati quando la quota è vantaggiosa per poi uscire, cioè ritirare la vincita, mentre l’incontro è ancora in corso (sono molti i siti che permettono questo) quando la quota si è modificata a nostro vantaggio, a prescindere dal risultato finale.

Sono tipologie di scommesse sportive che vanno piazzate con piattaforme di Betting Exchange, come Betfair, e molto diffuse fuori dall’Italia.

È un sistema di in e out cioè molteplici scommesse piazzate su uno stesso incontro e tenute in vita per pochi minuti, solo allo scopo di ottenere una percentuale di profitti minima ma garantita.

Exchange Betting, cosa vuol dire puntare (back bet) e bancare (lay bet) 

Prima di partire ad illustrare quelle che possono essere delle strategie redditizie di trading nel calcio, dobbiamo prendere dimestichezza con qualche termine straniero.

Prima di tutto la differenza tra “back bet” e “lay bet”, ovvero la differenza tra “puntare” su un risultato e “bancare” un risultato.

Chi scommette ha due possibilità: puntare, cioè scommettere che un risultato accada, che è la “back bet”, o scommettere che un risultato non accada, cioè bancare con una “lay bet”. 

Puntare e Bancare sono termini opposti, con una lay bet stiamo scommettendo su qualcosa che non accadrà.

Ad esempio, considerando Juventus-Milan del 19 settembre 2021, si piazza una back bet quando classicamente si scommette che una delle due squadre vinca o che pareggino, se il risultato su cui abbiamo puntato si verifica intaschiamo i soldi.

Tuttavia, c’è anche un altro modo di scommettere che consiste nel “bancare” il risultato, piazzando una”lay bet. 

Ovvero, sempre prendendo ad esempio Juventus-Milan, immaginiamo di scommettere che la Juventus non vinca, cioè sia che perda o che pareggi la nostra scommessa è vinta.

Una lay bet sulla Juve equivale praticamente a scommettere che questa non vinca l'incontro, sia che pareggi sia che trionfi il Milan.

Quest’ultima tipologia di scommesse può essere piazzata con siti specifici definiti di betting exchange, come Betfair Exchange, che consentono di "scommettere" o "bancare" allo stesso tempo sullo medesimo risultato.

Prenderemo qui a riferimento Betfair Exchange, il più famoso sito di scommesse exchange dove le quote back sono visualizzate in blu e le quote lay sono rosa.

Scommesse sul calcio, che vuol dire bancare un risultato con l’Exchange betting

Quando si scommette classicamente, back bet, non si può mai perdere più di quanto si punta. Tuttavia, quando si banca o si piazza una lay bet, esiste la “responsabilità”, che può essere molto più alta della puntata, perciò dovete essere pienamente consapevoli del cosiddetto “rischio” prima di piazzare la vostra scommessa, ovvero essere certi di sapere quanto vi costerà piazzare e perdere una lay bet.

Tornando a Juventus-Milan del 19 settembre 2021, valida per la quarta giornata di campionato, su Betfair Exchange la Juventus è così quotata:

  • back bet 2,06 (cioè che la Juve vinca);
  • lay bet 2,08 (cioè che la Juve non vinca).

Se banchiamo la Juve, cioè scommettiamo che la Juventus non vinca piazzando una lay bet del valore di 10 euro, non pagheremo la scommessa 10 euro. Ma questa sarà la cifra che vogliamo vincere, cioè piazzando una lay bet da 10 euro, si dice a Betfair che si vogliono vincere dieci euro nel caso la Juve perda o pareggi.

Al momento del pagamento la cifra da pagare sarà invece pari al rischio della scommessa, cioè 10 euro x 2,08, che è 20,80 euro. Bisogna perciò considerare bene la convenienza di queste scommesse che sono fatte per essere aperte e chiuse in breve tempo.

Insomma se bancando la Juve vogliamo vincere 10 euro ne dovremo pagare 20,80 alla scommessa.

Riepilogando, lay e back sono due opposti:

  • una back bet sulla Juventus a quota 2,06 vuol dire spendere 10 euro per puntare sulla vittoria della squadra, così da vincerne 20,60.
  • bancare la Juventus a quota 2,08, cioè una lay bet sulla squadra, implica una “responsabilità” di 20,80 euro per vincere 10 euro.

Quando si effettua una scommessa bancando, l’importo relativo alla responsabilità viene sottratto immediatamente dal conto Betfair. Perciò nel caso di Juventus-Milan, perdendo la bancata, cioè la lay bet sulla vittoria della Juve, si perderebbero 20,80 euro, mentre vincendola si guadagnerebbero 10 euro.

Come guadagnano i siti di scommesse exchange? Occhio alla percentuale di profitto

Il modo principale in cui i betting exchange fanno soldi è prendendo una piccola commissione sulle vincite.  L'importo esatto varia, ma generalmente è compreso tra il 2% e il 5%.

Questo è più o meno lo stesso modello di business di una poker room, che prende un rake in cambio della fornitura di una piattaforma sicura e protetta per i giocatori.

È importante assicurarsi di tenere conto di questa commissione quando si decide di utilizzare un betting exchange per scommettere.  

Le quote di un sito possono essere migliori rispetto ad un altro, ma è importante fare un confronto simile anche in relazione alla percentuale che questi trattengono dalla vincita. 

Ad ogni modo ci sono calcolatori gratuiti su internet con cui è possibile calcolare vincite e perdite, compresi i profitti dei bookmakers. 

Cosa sono le Matched bet e le Sure Bet nel trading e come trovarle

Nel caso di errori anche temporanei delle quote stabilite dai bookmakers, può verificarsi che la quota delle back bet, cioè delle scommesse classiche, sia più alta per lo stesso risultato, di quella delle lay bet, allora siamo davanti ad una sure bet, cioè una scommessa con una percentuale di guadagni certa. 

Ad esempio, nell’ipotesi in cui la vittoria della Juventus sul Milan sia quotata a 2.12 e invece la lay back, cioè che la Juve non vinca a prescindere dal risultato finale, sia a quotata a 2.10, allora piazzando entrambe le scommesse (matched betting) si ha un margine di vincita garantito. 

Certo errori di questo tipo non sono facili da trovare, ma neanche rarissimi (soprattutto se back bet e lay bet sono piazzate su piattaforme differenti) ed esistono software a pagamento che si occupano di rintracciare queste quote in contraddizione, indicando anche dove scommettere per un guadagno certo con il matched betting.

Inoltre, mediante questo sistema si può guadagnare parecchio usando i bonus di benvenuto.

Strategie di trading sul calcio, scalping su under 1,5/2,5 

Passiamo ora a qualche implicazione pratica cioè come si usano lay bet, perché queste possono risultare redditizie se piazzate live, cioè durante lo svolgimento di un incontro.

Lo scalping è una delle strategia di trading in cui si sfruttano i mercati con un trend ribassista, con scommesse di pochi minuti.

Spiegato più semplicemente consiste in due scommesse, una puntata, back bet, e poi una lay bet, in modo che il guadagno è ottenuto dalle fluttuazioni, cioe il calo di quote.

Questa tecnica viene applicata principalmente nei seguenti mercati: under 1,5/2,5 gol, risultato esatto, pareggio.

L'analisi rispetto ai mercati under 1,5 goal rivelano che la quota scende drasticamente nei primi dieci minuti. Con una quota pre-match di 3.30/3.20 che scende a 1.80 circa in una partita senza gol nel primo tempo.

Quindi, con lo scalping, l’obiettivo è piazzare una puntata, back bet, sull’ under 1,5 all'inizio della partita e aspettare che la quota scenda durante i primi minuti della partita, diminuita la quota si banca, lay bet, lo stesso risultato con una responsabilità di importo molto più basso rispetto alla back bet iniziale. 

Praticamente si mette una sorta di assicurazione sulla scommessa e seguendo questo esempio il profitto non è ampio ma è garantito.

In questo mercato però la realizzazione di soli due gol comporterebbe la perdita dell'importo totale puntato in lay bet. 

Il mercato under 2.5 è meno rischioso e presenta variazioni più lente delle quote durante i primi 10 minuti della partita.

Il trading sul risultato esatto è una delle startegie che da una cospicua fonte di guadagno quando la quota va oltre 10, perchè c'è molto profitto dalla drastica riduzione della stessa. Si deve però considerare che è anche rischioso perchè basta un gol per mandare in fumo la strategia.

In parole povere, la chiave nel trading sul calcio è sapere quando è il momento giusto per piazzare una scommessa e quando ritirarla.

Scommettere sul calcio con il “lay the draw”, cioè bancare il pareggio

Altra strategia utile di scalping consiste nel “lay the draw”, cioè bancare il pareggio, che è stata una delle strategie di trading di calcio più popolari degli ultimi anni.

È un modo molto semplice per iniziare a fare trading su Betfair e, con pazienza, si può arrivare ad una “responsabilità” molto bassa.  

Ci sono molte strategie per bancare il pareggio, da sfruttare in vari momenti durante le partite di calcio. 

Chi applica questa strategia, cioè scommette che la partita non finisca in parità, sa che dal minuto 60 in poi, le quote per il pareggio scendono drasticamente, nel caso in cui la partita sia ancora in parità. 

Il trading sul pareggio dovrebbe essere effettuato solo durante la seconda metà dell’incontro, perché durante la prima metà le probabilità scendono lentamente.

Ovviamente si dovranno considerare anche le statistiche relative alle squadre coinvolte, prima di usare questo sistema.

La strategia del bancare è sempre quella di piazzare e ritirare la puntata durante lo svolgimento dell’incontro, ritagliandosi un margine certo di guadagno in base alle fluttuazioni delle quote, ignorando il risultato finale il più delle volte.

Un esempio di come utilizzare il “lay the draw” è offerta dal video YouTube di NowTrade - Trading Academy: