Il Dipartimento dell'energia statunitense ha reso noto che nell'ultima settimana le scorte strategiche di petrolio hanno registrato un crollo di 5,8 milioni di barili, ben oltre le previsioni che parlavano di un calo di 1,5 milioni. In rialzo di 1,2 milioni le riserve di benzina, a fronte della stima di un calo di 500mila barili, mentre gli stock di distillati sono aumentati di 1,8 milioni di barili, al di sopra degli 1,4 previsti dal mercato.
Dopo la diffusione del report proseguono in maniera decisa gli acquisti sul petrolio che viene scambiato a 67,3 dollari, in rialzo del 2,22% rispetto al close di ieri.