Il Dipartimento dell'energia statunitense ha reso noto che nell'ultima settimana le scorte strategiche di petrolio sono calate di 2,6 milioni di barili, deludendo le previsioni del mercato che puntava ad una flessione meno robusta di 1 milione di barili.

Segno meno anche per le riserve di benzina che sono scese di 1,55 milioni di barili, a fronte di un rialzo atteso nell'ordine di 300mila barili. In calo anche gli stock di distillati che hanno riportato una contrazione di 0,8 milioni di barili, mentre le stime indicavano un incremento di 1,8 milioni.

Dopo la diffusione del report non si placano gli acquisti sul petrolio che si conferma al di sopra dei 69 dollari al barile e precisamente a 69,15 dollari, con un rialzo dello 0,9%.