Jupiter (JUP): cosa c’è dietro l’aumento del 90% in un mese?

Scopriamo le ragioni dell'impressionante crescita di Jupiter nell’ultimo mese, esaminando i fattori tecnologici, di mercato e di adozione.

 Negli ultimi tempi la criptovaluta Jupiter (JUP) ha fatto parlare di sé grazie a un notevole aumento del suo valore, con un incremento del 16% nelle ultime 24h e del 90% nel corso dell’ultimo mese. Questo importante balzo in avanti ha catturato l’attenzione degli investitori e degli appassionati di criptovalute, spingendoli a esaminare da vicino le ragioni dietro tale crescita.

Il progetto Jupiter si presenta come un’innovativa piattaforma blockchain che si concentra sulla creazione di un ecosistema decentralizzato e sicuro per le transazioni finanziarie e le applicazioni distribuite.

Utilizza un modello di consenso basato su Proof of Believability (PoB), che punta a garantire efficienza e affidabilità nella validazione delle transazioni sulla rete. Questo approccio consente transazioni più veloci e scalabili rispetto ad alcuni dei suoi concorrenti, posizionando Jupiter come un attore importante nel settore delle criptovalute.

Una delle caratteristiche distintive di Jupiter è il suo Decentralized Exchange (DEX), un’interfaccia che consente agli utenti di scambiare criptovalute direttamente dal proprio wallet, senza la necessità di affidarsi a intermediari centralizzati come gli exchange tradizionali. Questo approccio decentralizzato non solo offre agli utenti maggiore controllo sui propri fondi, ma anche una maggiore sicurezza e privacy nelle operazioni di trading.

Il DEX di Jupiter rappresenta un passo significativo verso l’adozione di soluzioni decentralizzate nel settore delle criptovalute, risolvendo alcuni dei problemi legati alla sicurezza e alla fiducia che hanno afflitto gli exchange centralizzati nel passato. Inoltre, offre agli utenti un’esperienza di trading più diretta e senza intermediari, consentendo loro di sfruttare appieno i vantaggi della tecnologia blockchain.

Jupiter si sta quindi distinguendo nel panorama delle criptovalute grazie al suo recente aumento di valore, alla solidità del progetto e alle innovative soluzioni che offre, tra cui il suo DEX decentralizzato. Ed è proprio su questo DEX che una nuova meme coin nota come SMOG, ha attirato l’attenzione degli investitori.

Che cos’è SMOG?

qJP74sYuwUi4fchlm9RD9X8C1lmCABS PUABYWIB008DArcDEB 5C1G6nAna6cF7C2YdM4lNQuirzWRMer3Gce 4QOujtCeijVBo7Q8ucdQdabtU15DGHWzGapTqrOd3HFkeRTlSvwe2b81s40DQOOk

Smog è una criptovaluta emergente che ha catturato l’attenzione degli investitori grazie alla sua rapida crescita sul mercato delle criptovalute, in particolare nel segmento delle meme coin. Questa criptovaluta è stata sviluppata sulla blockchain di Solana e si distingue per la sua strategia di marketing basata sugli Airdrop, che ha attirato l’interesse di numerosi trader.

Nel corso degli ultimi 7 giorni, il token SMOG ha mostrato un notevole aumento del valore, superando persino altre meme coin presenti tra le prime 1000 criptovalute per capitalizzazione di mercato. Con un incremento del 333%, il prezzo di SMOG è cresciuto fino a superare i 0,25 dollari, portando la capitalizzazione di mercato della criptovaluta a raggiungere i 180 milioni di dollari. Questo aumento significativo è stato principalmente guidato dal volume di scambi che ha raggiunto gli 11 milioni di dollari in sole 24 ore.

Uno dei punti di forza di Smog è rappresentato dai suoi Airdrop, che conferiscono valore al token e stimolano l’interesse degli investitori. Smog è una crypto Multi-chain, in quanto è stata introdotta originariamente su Solana, prima di essere portata poi su Ethereum attraverso Portalbridge per aumentare la sua accessibilità.

Gli Airdrop possono essere ottenuti tramite Solana utilizzando aggregatori come Jupiter e Birdeye. Per partecipare agli Airdrop, tuttavia, gli utenti devono acquistare il token attraverso il sito web ufficiale utilizzando Ethereum, USDT o carta di credito, con la possibilità di ricevere un bonus OTC del 10%.

Oltre agli Airdrop, Smog offre agli investitori la possibilità di fare staking dei token acquistati per un periodo di 90 giorni, consentendo loro di ottenere ricompense passive con un APY del 42%.

La tokenomica di Smog prevede un totale di 1,4 miliardi di SMOG, suddivisi principalmente per scopi di marketing (50%), liquidità su exchange centralizzati (10%), liquidità su DEX (5%) e Airdrop (35%). La roadmap del progetto si concentra sullo sviluppo della community, con fasi che includono il lancio del sito web, la distribuzione dei token, l’avvio degli Airdrop e potenzialmente il lancio di ulteriori Airdrop per aumentare il numero di detentori di token.

Nonostante le prospettive positive attuali, non ci sono previsioni concrete sul valore futuro di SMOG. Tuttavia, gli esperti ritengono che il token potrebbe raggiungere i 0,50 dollari entro il 2030, grazie al crescente interesse degli investitori nelle meme coin e alla continua crescita di Solana come piattaforma blockchain.

Grazie ad una strategia di marketing incentrata sugli Airdrop e una roadmap ambiziosa, Smog potrebbe diventare una delle principali criptovalute nel settore delle meme coin, competendo con progetti come Shiba Inu, Doge Coin e Pepe Coin.

VAI AL SITO UFFICIALE DI SMOG

Redazione Trend-online.com
Redazione Trend-online.com
Di seguito gli articoli pubblicati dalla Redazione di Trend-online. Per conoscere i singoli autori visita la pagina Redazione Trend-online.com
Seguici
161,688FansLike
5,188FollowersFollow
779FollowersFollow
10,800FollowersFollow

Mailing list

Registrati alla nostra newsletter

Leggi anche
News Correlate