Solana, la blockchain degli smart contract, ritorna: previsioni positive, +30% in 7 giorni

Investitori ottimisti e con buone ragioni. Al momento Solana potrebbe essere in via di ripresa, un'azione bullish potrebbe essere utile a breve.

Solana si è da sempre proposta come alternativa (avversaria) di Ethereum. Non poche volte gli appassionati della blockchain si sono schierati a suo favore per la maggiore rapidità, elasticità e costi rispetto alla crypto N.2 del mercato.

Tuttavia, come molte altre, ha dovuto subire un anno davvero ostico, capace di farla deragliare, arrivando a perdere molto del valore raggiunto. Sarà per la fiducia degli utenti, o per la meme-coin di cui tanto si è parlato, basata proprio su Solana, ma la verità è una sola: nelle ultime settimane sembra che $SOL sia proprio rinata!

Non solo performance, ma anche attività on-chain in aumento e una blockchain in continuo sviluppo. D’altronde, stiamo parlando di una delle criptovalute più in voga e versatili del mondo, posizionata tra le prime a livello globale. Ma perché questa rinascita? Com’è stato possibile? Forse è il momento di aspettare un segnale prima di tornare bullish su $SOL, oppure è solo un fuoco di paglia?

Diamo un’occhiata.

Blockchain Solana per tutti

Si tratta di una killer di Ethereum e come tale non può permettersi passi falsi. Il team ha già perso fin troppo terreno e deve cercare di recuperare. Stiamo parlando di una blockchain layer-1 specializzata negli smart contract, capace di elaborare +3.000 transazioni per secondo e con 2.048 convalidatori attivi. Non è l’ultima crypto arrivata, ma una veterana che sembra essere sempre più apprezzata a livello globale!

Impatto di CO2 praticamente pari a zero, altamente scalabile e con commissioni inferiori a $0,01. Più di 11 milioni di account attivi e quasi 22 milioni di NFT. Cos’altro dire? Questa è la blockchain Solana.

Purtroppo, però, la caduta di Sam Bankman-Fried non ha sicuramente giovato alla criptovaluta nativa.

Solana nei guai con FTX?

Il rischio di una caduta della criptovaluta in questione è apparso ovvio dopo le vicende con il CEO di FTX. Abbiamo di fronte la caduta di un gigante che ha tenuto alta l’attenzione di trader e appassionati per tutto il finire del 2022.

Nel portafoglio di FTX, infatti, erano presenti diversi $SOL e molti hanno cominciato a temere per l’esito nefasto che la vicenda avrebbe potuto avere sulla crypto. Nelle ultime ore è stato anche dichiarato che sono stati presi in custodia 5 miliardi di USD tra asset e cash della caduta FTX: tra questi circa $700 milioni in $SOL!

Questi asset potrebbero essere quindi liquidati per risarcire le vittime dell’exchange e parte dei debiti della società. Questo ha preoccupato molto le community d’investitori sparse per il web, ma a quanto pare non troppo. Perfino dopo la notizia, il prezzo della crypto non ha perso tanto terreno, anzi!

Solo nelle ultime 24h ha registrato una performance da +3,67%. Come?

Exchange crolla, attività on-chain cresce

Quando l’attività all’interno di un network non è in crescita, quindi si dimostra decadente o stagnante, si va spesso incontro alla fine.

Nel caso di Solana sembrava ovvio che il lungo ribasso e la notizia della caduta di FTX la portassero vicina alla fine, ma ecco la sorpresa: l’attività on-chain è triplicata dopo la caduta dell’exchange di SBF. In parole povere l’attività di sviluppo e dei wallet attivi sono 3 volte superiori rispetto al periodo in cui iniziò la vicenda di FTX. Questo è dimostrato anche dal rinnovato entusiasmo e interesse delle community sparse per il web in relazione alla killer di Ethereum.

$SOL è rinata, anche se non sembrava possibile.

Meme-coin basata su Solana, +2.500%

Nei primi giorni del 2023, il Web3 è stato sorpreso da una nuova criptovaluta. Una meme-coin basata proprio su Solana, chiamata Bonk, ha realizzato una performance del +2.500% dal suo lancio nel mercato.

Una cifra che avvicina la sua storia a quella di successi come Dogecoin o Shiba Inu, ma, il fatto che la blockchain Solana sia sta la culla della nuova arrivata, ha spinto a una rivalutazione positiva del network.

Bonk è riuscita a dimostrare che c’è ancora spazio per fare soldi con le criptovalute, pur dovendo diversificare e agire solo dopo avere considerato attentamente i rischi.

Certo, il picco di Bonk raggiunto il 5 gennaio, toccando 0,000004617, è stato ceduto a favore di un ribasso che lo ha spinto giù al prezzo odierno di 0,000001006. Tuttavia questo ha spinto gli investitori a parlare anche di $SOL.

$SOL chiude settimana: +30%

E quali effetti hanno avuto questi eventi nei primi giorni del 2023? Sicuramente ottimi risultati. Da poco più di $13, la crypto $SOL è riuscita a raggiungere i $17,14 nelle ultime ore, registrando un’ottima performance e riportando molti investitori dalla sua parte. Con una crescita superiore al 30% solo nell’ultima settimana, ci sono ottime prospettive per il futuro!

Una rediviva, certo, ma ora ci si aspetta che non crolli nuovamente sotto i $13, provando ad arrivare almeno al tetto dei $20, dimostrando così di non essersi ancora arresa alle avverse condizioni di mercato vissute nel 2022.

Previsioni Solana? Investitori ottimisti

Molti trader potranno avere paura che si tratti di una situazione d’ipercomprato, è ovvio. Benché i fondamentali forse non siano a favore, però, (considerando le vicende con FTX) di sicuro abbiamo di fronte una forte attività on-chain, un trend rialzista alle porte e community attive nel riportare in auge Solana.

Non dimentichiamo poi un USD in calo, con conseguente interesse nei confronti delle criptovalute a causa dell’inflazione dilagante.

Insomma la settimana si chiude con un rialzo superiore al 30% e un anno cominciato alla grande, grazie a un rally registrato del +120% che ha spinto la rinascita di Solana, da un minimo del 20 dicembre 2022 di $8 fino al massimo raggiunto il 9 gennaio 2023 di $19,50.

Ottimismo? Per adesso possiamo concedercelo.

Leggi anche: Crollo criptovalute, che cosa fare? 3 opportunità di oggi per gli investitori del Web3

Seguici
161,688FansLike
5,188FollowersFollow
765FollowersFollow
10,800FollowersFollow

Mailing list

Registrati alla nostra newsletter

Leggi anche
News Correlate