Cosa succede se, nell'arco della stessa giornata riceviamo una serie di multe per eccesso di velocità?

Il buon vecchio autovelox ci ha colpito in fragranza di reato. Abbiamo esagerato un po' sull'acceleratore e siamo stati, giustamente, puniti. Il problema, però, è che davanti a questo stramaledettissimo autovelox ci siano passati davanti due volte nel corso della stessa giornata. Le multe, a questo punto, sono due. Così come la decurtazione dei punti sulla patente.

Ci sono automobilisti più indisciplinati ed altri che sbagliano una volta, perché hanno fretta. O semplicemente perché sono in ritardo. Può capitare di dover arrivare velocemente sul posto di lavoro, per via una riunione importante: il rettilineo è sicuro, non ci sono incroci pericolosi. Ma ti dimentichi dell'autovelox presente sempre nello stesso punto: che ti punisce al tuo passaggio. Come se questo non bastasse, tua suocera viene a cena proprio quella sera e la riunione si è dilungata più del previsto. O un cliente ti ha tenuto bloccato in ufficio all'ultimo momento. Morale della favola, dai gas per arrivare prima a casa e non litigare con tua moglie. Il famoso autovelox è sempre sullo stesso rettilineo e ti scatta l'ennesima foto, con la relativa multa.

Nelle scorse settimane avevamo visto cosa succede quando si ricevono più multe per divieto di sosta (ne ho parlato in questo articolo: Divieto di sosta: multe reiterate. Si devono pagare tutte?). Oggi, invece, cercheremo di scoprire come comportarci quando riceviamo più multe, nell'arco di poco tempo, per eccesso di velocità. Possiamo iniziare ad anticipare che sul tavolo ci sono diverse ipotesi, le quali portano a diverse conclusioni. Così come avevamo visto per le sanzioni che possono arrivare per chi prende una multa per divieto di sosta, anche per cui viene immortalato dall'autovelox è possibile applicare il cosiddetto cumulo giuridico. Il Codice della Strada prevede che si possa pagare la sanzione più alta, il cui importo sarà moltiplicato per tre. Ma attenzione, questa soluzione non è applicabile in tutti i casi. Scopriamo quando si può risparmiare e quando no. Ricordando sempre, che è meglio non superare mai i limiti di velocità.

Autovelox: cos'è il cumulo giuridico

Sicuramente abbiamo iniziato a solleticare l'attenzione dei nostri lettori accennando al cumulo giuridico. Ma in cosa consiste? A chi non è mai capitato di prendere più multe nel corso della stessa giornata: per divieto di sosta o perché l'autovelox ci ha colti andare troppo veloci. In questi casi l'articolo 198 del Codice della Strada ha introdotto proprio il cumulo giuridico - o concorso formale di violazione -, che sostanzialmente si viene ad applicare quando un automobilista viola più norme con lo stesso comportamento. In questi casi il trasgressore andrà a pagare una sola multa: pagherà quella più alta, che sarà triplicata.

Attenzione, però, il cumulo delle multe scatta nel momento in cui si deve pagare, non quando avviene la contestazione. Forse è meglio chiarirci: le autorità preposte ad elevare la multa, nel nostro caso potrebbe essere la polizia locale che gestisce l'autovelox, dovrà inviarci tanti verbali quante sono state le infrazioni che abbiamo commesso. A questo punto, l'automobilista si vedrà arrivare a casa un bel plico si multe, con il quale si presenterà all'organo che le ha accertate e chiederà il cumulo giuridico. Successivamente pagherà unicamente la multa più salata, che verrà triplicata.

Facciamo un esempio pratico. Nel caso in cui il nostro mal capitato automobilista dovesse ricevere due multe da 80 euro ed una da 100 euro, pagherà proprio quest'ultima, che subirà una maggiorazione fino al triplo, ossia 300 euro. Facendo due conti, molto probabilmente gli converrebbe pagare le tre multe, senza chiedere il cumulo giuridico.

Nel momento in cui dovesse essere accettato il cumulo giuridico, l'ente accertatore ne darà immediata comunicazione al prefetto, in modo che le multe non pagate non vengano contestate in futuro.

Noi, però, in questa sede ci vogliamo fermare al caso dell'autovelox, È importante ricordare, però, che la regola del cumulo giuridico ha un'importante eccezione, che coinvolge le zone a traffico limitato, ossia le Ztl, e le aree pedonali. Il Codice della Strada, in questi casi, prevede che

il trasgressore ai divieti di accesso e agli altri singoli obblighi e divieti o limitazioni soggiace alle sanzioni previste per ogni singola violazione.

Sintetizzando al massimo, questo significa che ogni volta che entri dentro una Ztl senza autorizzazione paghi la multa: ci entri quattro volte, metterai mano al portafoglio quattro volte.

Autovelox: quante multe devo pagare

Torniamo al nostro autovelox, quello che ci ha beccato a superare i limiti di velocità un po' troppe volte nel corso della stessa giornata. Cosa può succede se il malcapitato di turno dovesse ricevere più multe a distanza ravvicinata: quante ne deve pagare? Nel caso in cui dovese configurarsi il caso che abbiamo portato come esempio ad apertura di articolo (una multa al mattino mentre va a lavorare ed una la sera mentre torna a casa), le dovrà pagare tutte e due. In questo caso non si potrà applicare il cumulo giuridico, perché manca il principio di azioni concatenate e contestuali. Il viaggio di andata e quello di ritorno sono considerati due tragitti completamente diversi, quindi si devono pagare entrambe le multe. Stesso discorso vale se le due sanzioni scattano con lo stesso autovelox, ma in due giorni diversi.

La situazione inizia a cambiare se l'automobilista prende due multe sulla stessa strada, ma ad elevarle sono due autovelox differenti. Riprendiamo l'esempio di apertura. Stai andando al lavoro o stai tornando a casa e sul rettilineo ti imbatti in due autovelox differenti: entrambi registrano che stai andando troppo veloce. In questo caso il tragitto considerato è unico, quindi valgono i criteri di concatenazione e contestualità dei due eventi. A questo punto subentra la regola del cumulo giuridico. Secondo il Codice della Strada

chi commette più violazioni della stessa disposizione, soggiace alla sanzione prevista per la violazione più grave, aumentata fino al triplo.

Autovelox: cosa rischi con tre multe in un anno

Finora abbiamo parlato di cosa possa accadere nel momento in cui si prendono due multe con l'autovelox nel corso della stessa giornata. Ma quando prendiamo molte sanzioni per eccesso di velocità nel corso dello stesso anno, cosa succede? Anche qui non c'è una sola risposta: tutto dipende da quanto siano stati superati i limiti di velocità.

Nel caso in cui un automobilista prenda tre multe per eccesso di velocità nel corco si un anno si vedrà decurtare almeno cinque punti della patente per ogni infrazione commessa. Ci sarà poi l'obbligo di fare la revisione della patente e l'esame di idoneità tecnica. In altre parole bisogna andare nuovamente a scuola guida. Ricordiamo che il Codice della Strada prevede che

  • si perdano tre punti se si superano i limiti di velocità da 10 a 40 km/h;
  • si perdano sei punti se si superano i limiti di velocità da 10 a 60 km/h
  • si perdano 10 punti se si superano i limiti di velocità di oltre 60 km/h

Questo significa che con tre multe per avere superato in un anno il limite fino a 40 km/h non si rischia la revisione e l’esame di patente, poiché non si arriva alla decurtazione di cinque punti. Ma se le sanzioni scattano per aver superato il limite di almeno 41 km/h tre volte nell’arco di un anno, revisione ed esame saranno inevitabili.