Barbecue in condominio? Rischi una multa da 800 euro: ecco quando e come evitarla

Utilizzo del barbecue in condominio, il rischio è una multa fino a 800 euro: scopri le norme legali e i rischi di organizzare una grigliata in contesto condominiale.

barbecue condominio multa 800 euro

Sei un appassionato di barbecue e vivi in un condominio? Se sì, è importante essere consapevoli delle norme che riguardano l’utilizzo di questa tipologia di cottura in ambito condominiale. Con la bella stagione, in effetti, le grigliate con gli amici aumentano e, al tempo stesso, aumenta anche il rischio di incorrere in sanzioni e multe salatissime. Se utilizzi il barbecue in condominio rischi una multa da 800 euro: in pochi, purtroppo, ne sono consapevoli.

In questo articolo, scoprirai perché potresti rischiare una multa da 800€ se utilizzi un barbecue in condominio e come evitare tali sanzioni.

Barbecue in condominio e all’aperto: attenzione alle regole comunali

Prima di scoprire perché, in caso di barbecue in condominio, rischi una salata multa pari a 800 euro, è bene fare il punto della situazione a livello più generale.

Infatti, anche se non è noto a tutti, moltissimi Comuni italiani prevedono specifiche restrizioni in merito alle grigliate all’aperto. Alcuni Comuni permettono ad esempio l’utilizzo di barbecue solamente in apposite aree adeguatamente attrezzate e pubbliche. In altre città, invece, non sono previste restrizioni normative del genere.

Dunque, per evitare eventuali multe legate all’utilizzo del barbecue all’aperto, la prima cosa da fare è informarsi accuratamente in merito alla normativa vigente nel proprio Comune di residenza.

Ovviamente, nel caso in cui la grigliata venga organizzata all’aperto e non in condominio, ma in aree esterne, è chiaro che il barbecue sarà autorizzato solamente in apposite aree attrezzate. Anche il buon senso ci permette di concludere che non è possibile organizzare una grigliata all’aperto in aree non autorizzate e non attrezzate.

Accendendo un fuoco in aree verdi, quali ad esempio parchi pubblici, senza permesso e senza che l’area sia attrezzata adeguatamente potrebbe causare incendi e rischi per l’incolumità delle persone.

Barbecue in condominio? Rischi una multa da 800€: ecco quando e come evitarla

Diverso è il caso in cui la grigliata venga organizzata in contesto condominiale. Se hai intenzione di accedere un barbecue in condominio, il rischio è una multa da 800 euro, come già anticipato.

La situazione va ovviamente analizzata caso per caso. Innanzitutto, se non sei il proprietario di casa ma vivi in affitto, prima di accendere una brace all’esterno della tua abitazione dovrai preventivamente chiedere l’autorizzazione al proprietario di casa.

Un modo per evitare la multa è quello di informarsi preventivamente in merito alle eventuali regole vigenti, e non ci riferiamo solamente alle regole comunali.

Infatti, in molti casi, le regole relative all'uso dei barbecue in condominio sono stabilite dal regolamento condominiale o dalle disposizioni interne dell'amministratore condominiale.

Tali regole, chiaramente, possono variare da condominio a condominio e possono riguardare l'orario di utilizzo, le modalità di utilizzo e le restrizioni specifiche sul tipo di barbecue consentito.

Indipendentemente dal regolamento condominiale e dal permesso del proprietario, comunque, la regola è sempre una: quella di verificare le norme vigenti nel proprio Comune di riferimento.

Recente è infatti il caso avvenuto a Bologna, dove vige il divieto di combustione all’aperto, e dove un giovane è stato punito con una multa da 200 euro per aver acceso il barbecue.

Nonostante si trovasse nel giardino di casa, il giovane ha dovuto subire la sanzione in quanto, in Emilia Romagna, vigono delle regole precise antinquinamento.

Regole previste per il barbecue in condominio: come evitare sanzioni e problemi coi vicini

Sono tantissime le Regioni italiane, soprattutto quelle localizzate nel Nord del Paese, che vietano i barbecue in condominio, pena una multa fino a 800 euro.

Eppure, anche nelle località dove la combustione all’aperto e l’accensione di una brace non vengono vietate, è importante prestare attenzione. Accendere un barbecue in condominio potrebbe arrecare fastidi ai vicini, compromettendo i rapporti di buon vicinato.

In caso di mancanza di regole condominiali e di ordinanze comunali, il Codice Civile all’art. 844 parla chiaro: non c’è alcun divieto specifico. Puoi cioè utilizzare il barbecue in condominio senza correre rischi, se utilizzerai al contempo il buon senso.

Diverso è il caso in cui tu dovessi decidere di utilizzare il braciere in aree comuni ad altri condomini. In questo caso, dovrai evitare di occupare uno spazio eccessivo.

In ogni caso, comunque, è bene evitare di accedere il barbecue se questo non dista almeno tre metri dalle finestre delle abitazioni.

 

Leggi anche: Come fare causa al condominio per danni causati al proprio appartamento dalle parti comuni