Negli ultimi due anni, i cittadini italiani hanno la possibilità di usufruire di vari bonus, vale a dire agevolazioni e sussidi inerenti ad alcune attività o richieste. Con il decreto rilancio, il Governo ha attuato una serie di sostegni con il fine di rianimare l'economia del Paese dopo la crisi vissuta a causa del Covid. 
 
Tra i bonus più popolari ci  sono: Superbonus 110%, Bonus facciate, bonus idrico, bonus mobili, bonus pc e tablet, terme, tv. Quello di cui vogliamo parlarvi oggi è proprio il Bonus TV, un aiuto strettamente collegato alla questione del cambio di decoder. 
 
E' in arrivo la nuova Legge di Bilancio che ha l'obiettivo di incrementare il segnale digitale terrestre ed è per questo che a partire dal 20 ottobre 2021 tutti gli utenti dovranno iniziare ad organizzarsi affinché tutti possano usufruire dell'alta definizione. 

Bonus Tv: quali sono le novità 

La data tanto attesa è arrivata. Il 20 ottobre 2021 è cominciato il viaggio verso l'alta definizione Mpeg4 a partire da nove canali Rai e sei Mediaset. Per tale manovra sono stati stabiliti 250 milioni di euro per garantire una divisone equa tra i diversi bonus a disposizione. Esistono infatti il bonus tv e decoder e il bonus tv rottamazione. 
 
La sottosegretaria allo Sviluppo economico, Anna Ascani, in occasione del convegno sul ruolo del capitale umano nel PNRR ha dichiarato che
Insieme agli attori del mondo delle tv stiamo dialogando per fare in modo che nei tempi che ci siamo dati, con la nuova road map che è stata approvata, si riesca a svolgere tutto al meglio. Devo dire che la risposta degli utenti è particolarmente incoraggiante e positiva e i segnali sono incoraggianti.
 
Ha poi concluso che 
si potrà intervenire caso per caso laddove ci fosse la necessità di dare una mano dove si è rimasti più indietro.
 
Non tutti dovranno cambiare il proprio televisore, esiste però un modo per scoprirlo. Gli utenti potranno capire se si è in possesso di apparecchi  compatibili, effettuando un test: dovranno digitare il canale 100 o il canale 200 con il telecomando.
 
Se il segnale è assente significa che la televisione non è abilitata al nuovo digitale e quindi si dovrà continuare con il cambio. Qualora fosse idoneo, invece, si manifesterà la scritta Test HEVC Main10.

Bonus tv: che cos'è e requisiti per accedervi 

Precisamente il sussidio di cui stiamo parlando viene definito bonus tv e decoder ed è un aiuto che i cittadini possono richiedere per l'acquisto di un nuovo televisore, qualora quello che si possiede non sia in linea con le nuove disposizioni del Governo riguardo all'alta definizione. 
 
Chi dovrà richiederlo, potrà fare la domanda fino al 31 dicembre 2022, qualora le risorse a disposizione non terminano prima. Le iscrizioni sono state aperte a partire da Dicembre 2019.
 
Il Bonus vale al massimo 30 euro e può essere utilizzato per acquistare i televisori e decoder adatti ai nuovi standard DVBT-2 che saranno attivi dall'anno che sta per iniziare. 
 
Anche in questo, come per tutti gli altri bonus, esistono dei requisiti per accedervi che sono:
  • isee inferiore a 20mila euro 
  • cittadinanza italiana 
  • documento d'identità e codice fiscale valido. 
  • Inoltre, lo sconto potrà essere utilizzato direttamente nel negozio a cui si fa riferimento e l'acquisto potrà avvenire sia in posti fisici che online, valgono  le attività e-commerce solo se attivi in Italia. 

Bonus rottamazione tv: che cos'è e quali sono i requisiti per accedervi 

Il secondo incentivo per i cittadini è il bonus rottamazione tv. Si tratta di uno sconto del 20% sul prezzo d’acquisto che non deve superare un importo di 100 euro. Tutti coloro che vorranno usufruirne, potranno farlo solo rottamando il proprio televisore acquistato prima del 22 dicembre 2018.
 
Per rottamarlo bisognerà portarlo in negozio dove verrà effettuato l'acquisto o autonomamente portandolo in un'isola ecologica e farsi rilasciare un modulo che ne attesti lo smaltimento. Successivamente i nuovi apparecchi dovranno essere compatibili con lo standard di trasmissione Dvbt-2/Hevc Main 10 previsto dalla manovra. 
 
Per il bonus rottamazione tv valgono gli stessi requisiti del bonus tv e decoder. Per completare l'operazione bisognerà presentare il modulo con l' autocertificazione dove l'utente  deve dichiarare di possedere i requisiti.
 
Poi il documento deve essere firmato dal venditore o dall'addetto al centro di raccolta, testimone dello smaltimento. Oltre al modulo bisognerà allegare il documento d'identità e il codice fiscale del soggetto interessato.

Bonus Tv: il calendario da Regione a Regione

Si va verso l'alta definizione e tale cambiamento varia da Regione a Regione. Secondo quanto si legge sul calendario dello Switch off tv, le date a cui fare riferimento sono:
  • 15 novembre 2021 -18 dicembre 2021 nell’area 1A - Sardegna;
  • 3 gennaio 2022 - 15 marzo 2022 nell’area 2 - Valle d’Aosta, Piemonte, Lombardia tranne la provincia di Mantova, provincia di Piacenza, provincia di Trento, provincia di Bolzano; nell’area 3 - Veneto, provincia di Mantova, Friuli Venezia Giulia, Emilia Romagna tranne la provincia di Piacenza;
  • 1° marzo 2022 - 15 maggio 2022 nell’area 4 - Sicilia, Calabria, Puglia, Basilicata; Abruzzo, Molise, Marche;
  • 1° maggio 2022 - 30 giugno 2022 nell’area 1B - Liguria, Toscana, Umbria, Lazio, Campania.

Bonus tv: la risposta dei cittadini

Nonostante la transizione verso l'alta definizione sia iniziata solo da cinque giorni, i cittadini stanno rispondendo in modo positivo a tale cambiamento. Secondo quanto riporta www.msn.com in vari paesi italiani è già iniziato questo processo di innovazione ed ecco cosa affermano alcuni venditori.
 
I primi a dire la loro sono Massimo e Paolo Basili di Elettro 2000, a Marina di Altidona che spiegano 
 
Già a partire dal 10 ottobre  i clienti hanno iniziato a fare domande sulle modalità di aggiornamento al digitale. Nonostante la maggior parte di loro disponga di televisori a cui si potrebbe applicare il decoder con una spesa media anche inferiore alle 30 euro la gente preferisce acquistare una nuova Tv, sia per praticità che stimolati dal bonus Tv 2021.
 
Inoltre, le richieste dei televisori superano le aspettative e spesso la consegna subisce dei ritardi a causa delle domande in crescita e della produzione limitata nei periodi di lockdown. Ad ogni modo entro inizio anno, tutti dovranno aver ricevuto il proprio apparecchio.
 
Poi ancora, i proprietari del negozio i fratello Romagnoli di Fermo affermano che
L’acquisto di televisori è senza dubbio stimolato dal bonus Tv ed è legato ad una fascia di età medio bassa, che chiede sia il televisore con nuovo sistema che con la funzione smart. Altrettanto richiesti i decoder, soprattutto da una fascia di età più alta. Tanti sono, infatti, gli anziani che preferiscono questo sistema di adeguamento che ci chiedono di istallare.
Altri negozianti sottolineano il fatto che la maggior parte dei cittadini abbia le idee chiare ed arrivi al momento degli acquisti senza problematiche. C'è chi entra in negozio anche solo per chiedere informazioni al riguardo. La richiesta dei decoder è più alta rispetto alla rottamazione dei televisori. 

Bonus Tv: i dati sulle vendite

Il processo di Switch off tv sta prendendo il sopravvento più di quanto previsto dagli esperti della Manovra. A ribadirlo è il report di GfK Market Intelligence che nel suo studio ricorda qual è l'obiettivo del cambiamento iniziato il 20 ottobre, in cui vengono coinvolti quindici canali nazionali (Rai e Mediaset), e anche i bonus rottamazione messi in atto dal governo.
 
Secondo l'analisi eseguita, il trend  è in forte crescita. Attualmente è pari al +152% rispetto alla stessa settimana del 2020. Ma a cosa è dovuto questo incremento?
 
La ricerca fa riferimento a due fattori: da una parte la domanda che è maggiore dell'offerta ed collegata anche ai problemi di approvvigionamento dei produttori, in secondo luogo ci sarebbe l'aumento dei costi delle risorse primarie e della logistica che hanno aumentato la crescita del prezzo medio dei Tv rispetto all'anno passato. La richiesta è salita del 26% complessivamente dall'inizio dell'anno.
 
Infine, secondo il report, la manovra iniziata a partire dal 20 ottobre 2020 è stato un modo per avvicinare e convincere gli italiani a rottamare e cambiare i propri televisori, così da approfittare degli incentivi messi a disposizione dal Governo.
 

Bonus Tv e il Black Friday e le migliori televisioni  sul mercato

In vista del Black Friday, sono tanti i negozi che stanno mettendo a disposizione alcuni sconti su tablet, televisori e tutto quello che rientra nella categoria di apparecchi tecnologici.  A tal proposito, Euronics sta attuando una serie di promozioni già da adesso, tra questi rientra anche il bonus di rottamazione tv usufruibile dai cittadini. 
 
A tal proposito si trovano televisori di ultima generazione a prezzi super accessibili, tra questi ci sono:
  • Samsung Smart TV 4K 65 pollici
  • Samsung Smart TV Q Led 50 pollici
  • Hisense Smart Tv da 75 pollici
  • Panasonic Smart Tv Oled da 55 pollici
 
Oltre al Black Friday, gli utenti avranno la possibilità di acquistare le migliori tv con il bonus.  Quali sono? 
  • HiSense 43A7300F dal valori di  400€
  • HiSense 50A7GQ dal valore di  500€
  • Samsung QE55Q60A dal valore di  700€
  • LG 50NANO776PA dal valore di  800€
  • LG OLED48C15LA, dal costo di più 1000€
  • Sony OLED KE48A9 ​dal costo di più 1000€
 
I volantini stanno già facendo il giro d'Italia e le soprese per i cittadini non mancano. Le vendite e le richieste sono alle stelle e siamo solo all'inizio di questo lungo processo. Per confermare o meno la riuscita di tale manovra, però, dovremo aspettare la data di scadenza dei bonus a disposizione.