Calcolo Codice Fiscale: com’è composto? Come trovarlo gratis

Continua a leggere l'articolo e scopri tutto ciò che riguarda il Codice Fiscale ed, in particolare come è composto e cosa fare per calcolarlo gratuitamente!

In questa guida andremo ad illustrare tutto ciò che riguarda il Codice Fiscale, come è composto e come calcolarlo!

Parleremo di: che cos’è il C.F.? A che cosa serve? In che anno è stato introdotto? Quanti anni dura? Come è composto? Che cosa rappresenta l’ultima lettera? Chi lo stampa? Come averlo cartaceo?

Successivamente, vedremo: come si fa il C.F. maschile? Come si fa il C.F. femminile? Come trovare il C.F. gratis online? Come risalire al nome e al cognome? Come ricavare il luogo e la data di nascita? Come verificare se è corretto il calcolo?

Qua sotto potrete prendere visione di un breve video, il quale è stato realizzato ed è stato pubblicato sul canale YouTube di “Diventa Digitale”, nel quale viene spiegato, in una maniera estremamente chiara e precisa, tutto quello che riguarda che cosa bisogna fare per poter calcolare il codice fiscale di una persona, partendo dai suoi dati, ossia:

  • Il nome;
  • Il cognome;
  • Il sesso;
  • La data di nascita;
  • Il luogo di nascita;
  • La provincia di nascita.

Inoltre, se ti interessa approfondire tutti quegli argomenti che riguardano la tecnologia e non solo, e se vuoi avere una risposta a tutte le tue domande, allora ti consiglio di visitare il sito web: https://www.diventa-digitale.com/.

Che cos’è il Codice Fiscale?

Il primo passo che ci appresteremo ad effettuare all’interno di questa breve guida, sarà quello di andare a dare, inizialmente, una breve definizione e di andare a parlare di che cos’è, in particolare, questa serie di caratteri che serve ad identificare, in maniera univoca, un determinato soggetto.

Nello specifico, quest’ultimo è un particolare codice di tipo alfanumerico che è composto da ben 16 caratteri.

In sostanza, il C.F. è uno strumento che serve ad identificare univocamente il soggetto al quale questo fa riferimento.

A che cosa serve il Codice Fiscale?

Dopo aver dato, inizialmente, una breve definizione e dopo aver parlato di che cos’è il C.F., passiamo adesso ad approfondire questo specifico argomento, andando a vedere, per l’appunto, a che cosa serve questa particolare serie di caratteri che serve ad identificare, in maniera univoca, un determinato soggetto.

Nello specifico, il C.F. serve sia allo Stato che lo fornisce, sia al cittadino che lo riceve. Infatti, ecco quali sono gli scopi per cui può essere utilizzato questo codice:

  • L’Anagrafe Tributaria registra i dati del cittadino, li verifica e li fornisce al Fisco;
  • Il cittadino lo utilizza per aprire un conto corrente, per riscuotere un pagamento, per comprare o vendere un immobile, per comprare o vendere un’automobile, per gli atti di accertamento, per la riscossione ed il rimborso delle tasse.

In che anno è stato introdotto il Codice Fiscale?

Dopo aver mostrato a che cosa serve il C.F., passiamo adesso a vedere, invece, in che anno è stata introdotta questa particolare serie di caratteri che serve ad identificare, in maniera univoca, un determinato soggetto.

Nello specifico, oggi ormai avere questo documento ed utilizzarlo per ogni nostra esigenza ci sembra del tutto normale, ma una volta non era così.

Infatti, il C.F. è stato introdotto per la prima volta nell’ormai lontano 1973.

Quanti anni dura il Codice Fiscale?

Dopo aver parlato della questione che riguarda in che anno è stato introdotto il C.F., passiamo adesso ad approfondire questo specifico argomento, andando a vedere, per l’appunto, quanti anni dura questa particolare serie di caratteri che serve ad identificare, in maniera univoca, un determinato soggetto.

Nello specifico, la durata del C.F. è diversa in base all’età del cittadino:

  • Per i neonati questo documento dura solo 1 anno;
  • Per tutti gli altri questo documento ha una durata pari a 6 anni.

Come è composto il Codice Fiscale di una persona?

Dopo aver parlato di quanti anni dura il C.F., passiamo adesso a vedere, invece, come è composta questa particolare serie di caratteri che serve ad identificare, in maniera univoca, un determinato soggetto.

Nello specifico, ecco la composizione di questo codice, il quale è formato da 16 caratteri di tipo alfanumerico:

  • I primi 3 caratteri sono lettere ed indicano il cognome del cittadino;
  • I successivi 3 caratteri sono lettere ed indicano il nome del cittadino;
  • I successivi 2 caratteri sono numeri ed indicano l’anno di nascita del cittadino;
  • Il carattere seguente è una lettera ed indica il mese di nascita del cittadino;
  • I successivi 2 caratteri sono numeri ed indicano il giorno di nascita ed il sesso del cittadino;
  • I successivi 4 caratteri sono composti da 1 lettera e da 3 numeri ed indicano il luogo di nascita del cittadino;
  • L’ultimo carattere è una lettera di controllo.

A quale mese corrispondono le lettere del Codice Fiscale?

Dopo aver parlato di come è composto il C.F. di una persona, passiamo adesso ad approfondire questo specifico argomento, andando a vedere, per l’appunto, a quale mese corrispondono le lettere di questa particolare serie di caratteri che serve ad identificare, in maniera univoca, un determinato soggetto.

Nello specifico, ecco a che mese corrispondono le lettere che si trovano al 9° carattere del C.F.:

  • A=Gennaio
  • B=Febbraio
  • C=Marzo
  • D=Aprile
  • E=Maggio
  • H=Giugno
  • L=Luglio
  • M=Agosto
  • P=Settembre
  • R=Ottobre
  • S=Novembre
  • T=Dicembre

Che cosa rappresenta l’ultima lettera del Codice Fiscale?

Dopo aver mostrato a quale mese corrispondono le lettere del C.F., passiamo adesso ad approfondire questo specifico argomento, andando a vedere, per l’appunto, che cosa rappresenta l’ultima lettera di questa particolare serie di caratteri che serve ad identificare, in maniera univoca, un determinato soggetto.

Nello specifico, mentre i primi 15 caratteri servono a descrivere tutti i dati del cittadino, il 16° ed ultimo carattere indica una lettera di controllo, per distinguere un determinato individuo da tutti gli altri.

Chi stampa il Codice Fiscale?

Dopo aver parlato di che cosa rappresenta l’ultima lettera del C.F., passiamo adesso a vedere, invece, chi è che stampa il documento che contiene questa particolare serie di caratteri che serve ad identificare, in maniera univoca, un determinato soggetto.

Nello specifico, l’unico ente che è autorizzato a creare e a stampare questi documenti è l’Agenzia delle Entrate.

Nessun altro di tipo di soggetto, né pubblico né privato, può essere autorizzato e provvedere al calcolo e alla stampa del C.F.

Come avere il Codice Fiscale cartaceo?

Dopo aver parlato di chi è che stampa il C.F., passiamo adesso ad approfondire questo specifico argomento, andando a vedere, per l’appunto, che cosa bisogna fare per poter avere il documento, in formato cartaceo, che contiene questa particolare serie di caratteri che serve ad identificare, in maniera univoca, un determinato soggetto.

Nello specifico, ecco i passaggi che devi seguire per poter richiedere il C.F. cartaceo all’AdE:

  • Devi recarti presso una sede territoriale dell’Agenzia delle Entrate;
  • Devi compilare il modello AA4/8;
  • Devi specificare il domicilio presso cui vorrai ricevere il documento.

Come si fa il Calcolo del Codice Fiscale?

Dopo aver parlato di come avere il C.F. in formato cartaceo, passiamo adesso a vedere, invece, che cosa bisogna fare per poter effettuare il calcolo di questa particolare serie di caratteri che serve ad identificare, in maniera univoca, un determinato soggetto, sia di sesso maschile che di sesso femminile.

Nello specifico, entrambi sono composti da 16 caratteri di tipo alfanumerico ed hanno anche la stessa composizione.

La cosa che differenzia i due C.F. è che quello maschile presenta al 10° e all’11° carattere il giorno reale della propria nascita; mentre i caratteri di quello femminile vengono aumentati di 40.

Come trovare il Codice Fiscale gratis online?

Dopo aver parlato di come si fa il calcolo del C.F., sia di un soggetto di sesso maschile che di un soggetto di sesso femminile, passiamo adesso a vedere, invece, che cosa bisogna fare per poter trovare gratuitamente, in modalità digitale, questa particolare serie di caratteri che serve ad identificare, in maniera univoca, un determinato soggetto.

Nello specifico, per calcolare il C.F. online ci sono moltissimi siti al giorno d’oggi che ti consentono di trovarlo gratis, semplicemente fornendo al sistema di calcolo i dati anagrafici del cittadino, ossia:

  • Il cognome;
  • Il nome;
  • Il sesso;
  • La data di nascita;
  • Il luogo di nascita;
  • La provincia di nascita.

Come trovare il nome ed il cognome dal Codice Fiscale?

Dopo aver parlato di come trovare il C.F. gratis online, passiamo adesso a vedere, invece, che cosa bisogna fare per poter ricavare il nome ed il cognome da questa particolare serie di caratteri che serve ad identificare, in maniera univoca, un determinato soggetto.

Nello specifico, a causa della nuova legge sulla privacy, ad oggi non è più possibile risalire al nome e cognome del cittadino, semplicemente avendo a disposizione il suo C.F.

L’unica cosa che si può fare è quella di osservare le prime 3 lettere del codice che rappresentano molto spesso le prime 3 consonanti del vero cognome del soggetto in questione.

Come ricavare luogo e data di nascita dal Codice Fiscale?

Prima di andare a terminare questo breve articolo e dopo aver parlato di come trovare il nome ed il cognome dal C.F., passiamo adesso ad approfondire questo specifico argomento, andando a vedere, per l’appunto, che cosa bisogna fare per poter ricavare il luogo e la data di nascita da questa particolare serie di caratteri che serve ad identificare, in maniera univoca, un determinato soggetto.

Nello specifico, ecco quali caratteri del C.F. indicano la data ed il luogo di nascita del cittadino:

  • Data di nascita tra il 7° e l’11° carattere;
  • Luogo di nascita tra il 12° ed il 15° carattere.

Come verificare se è corretto il Calcolo del Codice Fiscale?

Ed infine, per andare a concludere questa breve guida, dopo aver parlato di come ricavare il luogo e la data di nascita dal C.F., passiamo adesso a vedere, invece, che cosa bisogna fare per poter verificare se è corretto il calcolo relativo a questa particolare serie di caratteri che serve ad identificare, in maniera univoca, un determinato soggetto.

Nello specifico, per poter verificare la veridicità di un C.F. bisogna inserirlo all’interno del sistema presente nell’Anagrafe Tributaria e controllare se uscirà o meno la scritta “Codice Fiscale Valido”, nel caso in cui, appunto, quest’ultimo sia corretto.

Redazione Trend-online.com
Redazione Trend-online.com
Di seguito gli articoli pubblicati dalla Redazione di Trend-online. Per conoscere i singoli autori visita la pagina Redazione Trend-online.com
Seguici
161,688FansLike
5,188FollowersFollow
774FollowersFollow
10,800FollowersFollow

Mailing list

Registrati alla nostra newsletter

Leggi anche
News Correlate