Se hai dimenticato la carta d'identità e devi prendere l'aereo, l'unica cosa da non fare è quella di entrare in ansia e preoccuparti di non riuscire a prendere il tuo volo per tempo. Se ti trovi all'interno dell'aeroporto hai buone possibilità di poter viaggiare, senza addirittura dover uscire dall'aeroporto nel quale ti trovi.

Carta d'identità dimenticata prima di prendere l'aereo: quali documenti possono sostituirla per i voli nazionali

Qualora, prima di prendere l'aereo, nel momento in cui ti appresti a cercare dentro il tuo portafogli oppure dentro la tua borsa il tuo documento d'identità, ti accorgessi di averlo accidentalmente smarrito, potresti farti prendere dal panico e persino pensare di tornare a casa o di cercarlo in giro, finendo per perdere il volo.

Invece, talvolta non serve disperare perché esiste una lista di documenti che vengono accettati al momento dell'imbarco (da mostrare in alternativa alla carta d'identità). In particolare, le regole relative a questa procedura variano principalmente a seconda di due diversi fattori, ovvero:

  • la tipologia di compagnia aerea che si sceglie;
  • il Paese di destinazione del viaggio.

Il Paese di destinazione nel quale si è diretti, infatti, tende a modificare e a distinguere notevolmente tali regole, a secondo che si stia viaggiando all'interno dei confini nazionali oppure  verso un Paese facente parte dell'Unione Europea o, ancora, in un altro Stato al di fuori dei confini europei.

La regola vigente è che non è necessario esclusivamente un documento d'identità per procedere all'imbarco e per poter viaggiare se si resta all'interno del territorio italiano. Per fare ciò, in Italia, viene accettato come documento di riconoscimento valido al momento dell'imbarco anche il passaporto e la patente di guida.

In Italia, infatti, la carta d'identità può essere sostituita dai seguenti documenti di riconoscimento, secondo quanto viene disciplinato all'interno del comma 2, dell'art. 35, del Decreto del Presidente della Repubblica n. 445 del 28 dicembre 2000:

  • il passaporto;
  • la patente;
  • la patente nautica;
  • il libretto della pensione;
  • la licenza di porto di armi;
  • il patentino di abilitazione alla conduzione di impianti termici;
  • la tessera di riconoscimento (modello AT), la quale viene rilasciata ai dipendenti a tempo indeterminato in attività di servizio ed in quiescenza;
  • la tessera di riconoscimento (modello BT), la quale viene rilasciata al coniuge del dipendente a tempo indeterminato in attività di servizio ed in quiescenza;
  • qualsiasi altro documento di riconoscimento, che viene rilasciato al cittadino dalla propria Pubblica Amministrazione, purché risulti munito di una fotografia del titolare.

La possibilità di intraprendere un viaggio essendo muniti solamente di un passaporto, qualora si sia smarrita la carta d'identità, oltre a poter essere utilizzata per i voli che vengono effettuati all'interno dei confini nazionali, può essere sfruttata anche per viaggiare in Europa.

Questo purché si sia diretti in un Paese facente parte dell'Unione Europea, altrimenti le regole valide saranno quelle che sono in vigore per gli spostamenti che vengono effettuati verso gli altri Paesi del mondo.

Le regole, invece, risultano essere diverse nel caso in cui bisogna viaggiare in uno Stato estero ed, in quel caso, subentrano delle distinzioni a seconda della compagnia aerea selezionata e a seconda che il Paese nel quale ci si reca si trovi o meno all'interno dell'Unione Europea.

Quali documenti servono per prendere l'aereo e viaggiare in Europa o nel resto del mondo

Le regole che abbiamo appena elencato non sono valide se la meta del viaggio è Paese europeo oppure in un altro Stato al di fuori dei confini europei e, dunque, si tratti di un volo internazionale.

Anche qui dobbiamo fare una distinzione, a seconda che il volo aereo sia diretto in uno Stato appartenente all'Unione Europea oppure in uno Stato internazionale.

L'unica cosa che accomuna queste due macro aree è il fatto che per entrambe non ci si potrà imbarcare fornendo uno dei documenti diversi dalla carta d'identità oppure dal passaporto, come abbiamo visto in precedenza.

Al di là di questo, però, per viaggiare all'interno di un Paese facente parte dell'Unione Europea si può comunque scegliere di presentare la carta d'identità, la quale in questo caso deve essere valida per l'espatrio, oppure, nel caso si sia smarrito questo documento di riconoscimento, si può, comunque, fornire il passaporto.

Per viaggiare verso Paesi fuori dall'Unione Europea, invece, l'unico documento valido per poter essere ammessi al momento dell'imbarco è il passaporto.

In entrambi i casi, qualora si sia smarrito il proprio documento di riconoscimento, si potrà procedere con la denuncia e con la richiesta di un duplicato recandosi presso la Questura della Polizia di Stato oppure recandosi presso il Comando dell'Arma dei Carabinieri, attenendosi alle informazioni e alla procedura che viene indicata all'interno di questo link.

Come si può facilmente intuire, la richiesta di un duplicato del documento d'identità avrà delle tempistiche nettamente inferiori rispetto a quelle che sono necessarie per poter richiedere, invece, un nuovo passaporto. Perciò, se hai il tempo prima di prendere il volo e se non sei indirizzato verso una destinazione internazionale, allora ti consiglio di sbrigarti e di richiedere una nuova carta d'identità presso le sedi competenti.

Carta d'identità dimenticata: che cosa bisogna fare e dove bisogna recarsi all'interno degli aeroporti italiani

Se hai dimenticato il tuo documento d'identità prima di prendere l'aereo e ti trovi, dunque, all'interno dell'aeroporto, in ansia e preoccupato di riuscire a prendere il tuo volo per tempo, non devi temere, perché hai buone possibilità di poter viaggiare ugualmente senza addirittura dover uscire dall'aeroporto nel quale ti trovi.

Ebbene sì, perché per poter volare, la maggioranza dalle compagnie aeree, accettano anche una denuncia di smarrimento presentata presso l'ufficio della polizia aeroportuale. Tutto ciò che dovrai fare è spiegare alla compagnia aerea che hai scelto la situazione, mostrare la denuncia presentata e sperare che capiscano la circostanza e che ti permettano di volare.

Altre purtroppo, però, potrebbero richiederti un duplicato, e, a quel punto, dovresti valutare tu se hai il tempo di uscire dall'aeroporto, denunciare lo smarrimento alla Polizia di Stato oppure all'Arma dei Carabinieri, ed, infine, recarti in Comune per attendere il rilascio del duplicato. Per esempio, una di queste è Ryanair, la quale non accetta solamente che venga fornita la denuncia presentata alle Forze dell'Ordine, ma richiede al passeggero anche il duplicato valido per viaggiare.

Per trovare una soluzione a questo problema è intervenuto un nuovo servizio, il quale è stato introdotto all'interno di alcuni degli aeroporti più grandi che sono presenti all'interno del nostro Paese.

Questo servizio, denominato "Carte d’identità al Volo", prevede il rilascio di un nuovo documento d'identità recandosi presso uno sportello apposito. Ecco che cosa bisogna fare per poter effettuare questa procedura, a seconda dell'aeroporto nel quale ci troviamo:

  • all'interno dell'Aeroporto Internazionale Leonardo Da Vinci di Roma-Fiumicino, bisogna recarsi presso il Terminal 3 e cercare lo sportello relativo al medesimo servizio per poter ottenere un duplicato semplicemente facendoti accompagnare da due testimoni, fornendo un proprio documento di riconoscimento, presentando la denuncia di smarrimento effettuata presso la polizia aeroportuale e sostenendo un costo pari a 30 euro;
  • all'interno dell'Aeroporto di Milano-Malpensa il costo relativo al rilascio del duplicato è pari a 5,42 euro;
  • all'interno dell'Aeroporto di Bergamo-Orio al Serio, anche denominato Milan Bergamo Airport, il costo relativo al rilascio del duplicato è pari a 60 euro;
  • all'interno dell'Aeroporto di Napoli-Capodichino bisogna recarsi vicino al pronto soccorso e sostenere un costo per il rilascio del duplicato pari a 30 euro.

Quali sono gli orari del servizio "Carte d'identità al volo"

Ecco quali sono gli orari di apertura relativi agli sportelli dove si effettua il servizio di rilascio di un duplicato del proprio documento d'identità:

  • gli orari di apertura degli sportelli adibiti al rilascio del duplicato all'interno dell'Aeroporto Internazionale Leonardo Da Vinci di Roma-Fiumicino sono dal lunedì al venerdì dalle ore 8:00 fino alle ore 18:00 ed il sabato dalle ore 8:00 fino alle ore 14:00;
  • gli orari di apertura degli sportelli adibiti al rilascio del duplicato all'interno dell'Aeroporto di Milano-Malpensa sono dal lunedì al venerdì dalle ore 9:00 fino alle ore 12:00;
  • gli orari di apertura degli sportelli adibiti al rilascio del duplicato all'interno dell'Aeroporto di Bergamo-Orio al Serio, anche denominato Milan Bergamo Airport, sono dal lunedì al venerdì dalle ore 8:00 fino alle ore 15:00 ed il sabato dalle ore 8:00 fino alle ore 12:00;
  • gli orari di apertura degli sportelli adibiti al rilascio del duplicato all'interno dell'Aeroporto di Napoli-Capodichino sono dal lunedì al venerdì dalle ore 9:00 fino alle ore 13:00.

Come richiedere un duplicato nel caso ci si trovi all'estero

La procedura per richiedere un duplicato della propria carta d'identità, qualora si sia smarrita e ci si trovi all'interno di un Paese estero, per farla breve, prevede i seguenti passaggi:

  • presentare una denuncia presso un ufficio della polizia;
  • contattare o recarsi presso l'ambasciata oppure il consolato italiano;
  • recarsi in aeroporto, ricordandosi di portare con sé tutti i documenti necessari.

Ma se vuoi avere delle informazioni complete riguardo alla procedura che devi seguire, allora ti consiglio di leggere questo articolo.

LEGGI ANCHE Devi portare il cane in aereo? Costo del biglietto e regole