Pagamento multa, ecco come verificare se è stato effettuato

Verificare il pagamento di una multa è possibile. Analizziamo il ruolo dell'Agenzia delle Entrate-riscossione.

Pagamento multa, ecco come verificare se è stato effettuato

A volte ci si può dimenticare di pagare una multa e in altre occasioni si può avere difficoltà a ricordare se l'abbiamo pagata o meno, soprattutto se si tratta di una multa di poco conto, lasciata in un cassetto e dimenticata o se ci sono stati problemi con la notifica. Tuttavia, esiste un modo per scoprire se il pagamento di una multa è stato effettuato.

Verificare il pagamento di una multa

Il pagamento di una multa si può verificare in pochi semplici passi. È infatti possibile utilizzare internet per verificare le notifiche dell'Agenzia delle Entrate-riscossione. Ma che cos'è la multa? E perché deve essere pagata?

La multa è la sanzione amministrativa pecuniaria imposta per la violazione di uno o più articoli del codice della strada. Spesso, questa sanzione viene accompagnata da un'altra sanzione accessorio, come la decurtazione dei punti patente o la sospensione della patente.

In parole più semplici, la multa è il verbale che viene elevato al cittadino che ha violato le norme del codice della strada. È importante distinguere la multa dalla pena pecuniaria prevista per i reati, in quanto nel caso della violazione stradale, la multa si riferisce alla sanzione amministrativa pecuniaria.

Tempi di pagamento

Non adempiere al pagamento di una multa nel termine stabilito dalla legge comporta diverse conseguenze, tra cui l'aumento degli interessi per ogni giorno di ritardo e la possibilità di subire il fermo amministrativo del veicolo.

Per tale motivo, se ci si sente in torto, è consigliabile saldare l'importo entro i tempi indicati nel verbale, ovvero entro cinque giorni per godere di uno sconto del 30% sul totale o entro sessanta giorni, evitando il pagamento della mora e degli interessi che decorrono a partire dal 61° giorno.

Qualora la sanzione non venga pagata, l'organismo creditore (Comune, Provincia, etc.) ha il diritto di attivare l'esecuzione forzata e il sequestro dei beni, inclusa l'automobile. Perciò, è fondamentale conoscere se esiste un modo per controllare se una multa è stata regolarmente pagata.

Multe non pagate, ecco come verificarle

Per verificare l'avvenuto pagamento di una multa è necessario ottenere l'estratto delle multe non pagate. Tutte le sanzioni, i contributi, le tasse e le imposte in sospeso sono consultabili sul sito dell'Agenzia delle Entrate Riscossione attraverso l'"estratto conto debitore" o l'"estratto di ruolo".

Per accedere al servizio è necessario possedere lo Spid, ovvero l'identità digitale che consente l'accesso ai siti web della Pubblica amministrazione. La richiesta dell'estratto di ruolo permette di visualizzare un elenco completo dei debiti relativi alla propria posizione, comprensivo del numero della cartella e della data di notifica.

Nel caso in cui non si sia in possesso della cartella e si ritenga che la richiesta di pagamento non sia stata corretta, è possibile presentare un ricorso al giudice di pace entro trenta giorni dalla notifica dell'estrazione di ruolo per richiedere la cancellazione del debito.

Multa sì oppure no? Ecco come verificare se si è stati multati

Coloro che temono di aver commesso un’infrazione al codice della strada o ne hanno la certezza per via dell’avviso di violazione sul parabrezza dell'auto, si chiedono se ci sono multe in arrivo, cioè multe contestate ma non ancora notificate. Tuttavia, non esiste un registro pubblico a disposizione del cittadino per verificare preventivamente la propria situazione.

Si potrebbe andare direttamente presso i vigili o la diversa autorità che dovrebbe aver rilevato l’infrazione, ma queste non sono tenute a comunicare nulla. Inoltre, le forze dell’ordine potrebbero non essere ancora a conoscenza della situazione del richiedente perché i dati delle targhe non sono ancora stati incrociati con i nomi dei proprietari o i veicoli fotografati dall’autovelox non sono ancora stati identificati.

Quindi, se si ha il sospetto di aver commesso un'infrazione, non c'è altro modo che attendere i novanta giorni previsti dalla legge per la notifica della multa (più il tempo di arrivo della raccomandata).