Green pass obbligatorio dal 6 agosto per viaggi ,ristoranti, cinema e sport questa è stata la decisione del governo Draghi.

Alla luce di ciò è chiaro che le vacanze ad agosto sono in pericolo per tutti coloro che hanno prenotato viaggi e soggiorni e che dovranno in fretta e furia dotarsi di green pass per non rischiare di rimanere a casa.

La decisione di rendere obbligatorio il green pass anche in zona bianca è stata presa per tamponare il nuovo aumento di casi di contagio da covid-19 dovuti alla variante delta unito al prolungamento dello stato di emergenza fino al 31 dicembre.

Il nuovo decreto prevede anche il prolungamento dello stato di emergenza fino al 31 dicembre 2021, oltre che al cambio dei parametri di calcolo per determinare il colore delle aree di rischio delle regioni.

Non piu'il numero dei contagi ogni 100mila abitanti, ma si terrà presente del coefficiente di riempimento delle terapie intensive.

Nel video che segue tratto dal canale You tube del corriere del Sera vengono illustrati in modo semplice ed efficace i punti cardine del nuovo decreto che prevede l'obbligatorietà dell green pass a partire dal 6 agosto.

Nuove regole, ma anche pesanti sanzioni per i trasgressori.

Dove si usa il green pass: l’elenco completo

Il certificato verde sarà obbligatorio e rialsciato già dopo la prima dose di vaccino per tutti i cittadini con età maggiore a 12 anni.

Secondo il decreto che entrerà in vigore a partire dal 6 agosto, sarà obbligatorio mostrare il green pass per partecipare:

  • eventi e gare sportive, palestre, piscine, centri benessere e centri estivi;
  • musei, teatri, mostre, cinema e gallerie d'arte;
  • nelle aree al chiuso di ristoranti e pizzerie, sagre, cerimonie private e parchi divertimento.
  • Mezzi pubblici come autobus e treni oltre per viaggiare su navi ed aerei.

Questo per quanto concerne le regioni in zona bianca.

Nel caso di regioni gialle, rosse ed arancioni, oltre che l'obbligo del green pass per l'accesso nei luoghi sopra elencati si dovrà tener presente anche delle restrizioni imposte alle singole attività.

Green pass cosa cambia dal 6 agosto

Il decreto comunque prevede la possibilità di rilascio di un green pass definito leggero, ovvero ottenibile anche dopo una singola dose di vaccino o con l'esito di un tampone negativo nelle 48 ore precedenti.

L'obiettivo del governo Draghi è quello di arginare l'aumento di contagi dovuti alla variante delta, l'obbligo del green pass dunque sarebbe una soluzione cautelativa  per poter garantire un estate serena a tutti gli italiani.

Intanto continua la corsa alle vaccinazioni, ma i dati a disposizione ci dicono ancora troppo lentamente rispetto al numero dei contagi.

Il governo quindi ha scelto l'obbligo del green pass garantendo l'ingresso nei luoghi più ad alto rischio di contagio solo a chi risulta essere immunizzato o guarito dal Covid-19.

Linea dura anche sul fronte vaccini il governo infatti avrebbe intenzioni di rendere obbligatorio anche il vaccino sui luoghi di lavoro,per i sanitari così come per il corpo docente.

In prospettiva dell'inizio del prossimo anno scolastico vaccino obbligatorio ad insegnanti o al personale a stretto contatto con gli alunni, previa sospensione o trasferimento in altra mansione.

Scontenti i sindacati che non vogliono l'obbligatorietà del vaccino per la categoria dei docenti che da subito si è dimostrata collaborativa ed essendo vaccinata all'80%.

Italia in zona bianca

Attualmente tutte le regioni italiane risultano essere in zona bianca.

A fronte dei dati trasmessi dall'Istituto superiore della sanità si potrebbe profilare nei prossimi giorni in base ai vecchi parametri di valutazione, il ritorno in zona gialla da parte di alcune regioni.

In alcune regioni infatti siamo molto vicini a quei parametri usati per determinare le aree di rischio e passare così dalla zona bianca alla zona gialla ( 50 casi settimanali ogni 100mila abitanti ).

Questo però non dovrebbe accadere poichè con il nuovo decreto si è dato il via ad un nuovo parametro per determinare il colore delle aree di rischio.

Ciò che conterà infatti per determinare il colore delle regioni sarà il numero dei ricoverati nelle terapie intensive.

Il governo ha stabilito che la zona bianca è garantita per terapie intensive piene non oltre il 10% rispetto alla massima capienza e non oltre il 15% di ricoveri nei reparti medici.

Queste percentuali però non sono state condivise dalle Regioni che chiedono numeri leggermente più alti.

Green pass obbligatorio

Nel testo approvato dal Governo il green pass diventa obbligatorio anche per viaggiare all'interno del territorio italiano, all'interno di mezzi pubblici come treni a lunga percorrenza, aerei, autobus e navi.

Indispensabile il green pass richiedibile già dopo la prima dose di vaccino, anche per pranzi e cene all'interno di ristoranti.

L'obbligo del green pass eviterà la chiusura delle attività, ma aumenterà anche il numero delle persone consentite all'interno di un'area al chiuso è il caso di teatri e cinema chi vorrà frequentarli dovrà mostrare il green pass all'entrata, ma non sarà necessario occupare i posti alternati e le sale potranno essere riempite completamente.

Tamponi a prezzi bassi

Tra le modalità per il rilascio del tampone c'è quella che prevede l'esito di un tampone negativo 48 ore prima dell'evento.

Per limitare le spese che dovranno essere sostenute per chi decide di beneficiare del green pass tramite questa modalità il governo sta pensando di imporre un costo massimo per la prestazione, soprattutto per venire incontro a particolari categorie come le persone fragili che per motivi di salute non possono vaccinarsi o per i giovani al di sotto dei 18 anni.

Il Ministero della salute sta lavorando per un intesa con farmacie ed altre strutture sanitarie per garantire l'esecuzione di tamponi antigenici a prezzi calmierati fino almeno al 31 settembre 2021.

Green pass per chi è guarito dal covid-19

Le tre modalità con il quale sarà possibile ottenere il green pass sono:

  • aver effettuato almeno la prima dose di vaccino;
  • avere un esito negativo del tampone antigenico 48 ore prima dell'evento;
  • essere guarito da covid-19.

Per quest'ultima categoria che ha contratto SARS-CoV-2 riceve un documento valido come green pass per la durata di sei mesi.

Sottoponendosi successivamente al vaccino (entro un primo anno dalla diagnosi iniziale) si ottiene il Green Pass che scadrà nove mesi più tardi.

Multe e sanzioni

Linea dura per i trasgressori che si presenteranno ad eventi o luoghi presenti nell'elenco sprovvisti di green pass che potranno imbattersi in multe salatissime.

Stesso discorso per chi si presenta senza la certificazione verde ottenuta tramite vaccinazione, tampone effettuato 48 ore prima dell'evento o guariti dal covid-19 a cerimonie e matrimoni, le multe arriveranno a 400 euro con importi che scenderanno a 260 euro nel caso vengano pagate entro cinque giorni dal rilascio del verbale.

A rischio anche i gestori delle attività, responsabili dei controlli, nel caso venissero riscontrate trasgressioni, il gestore rischia da una multa fino ad arrivare ad una sospensione e quindi alla chiusura per cinque giorni dell'attività.

Vaccini a scuola

Come già scritto in precedenza il governo sta cominciando a valutare se inserire o meno il vaccino obbligatorio anche nelle scuole.

Il confronto in parlamento è ancora aperto, si sta attendendo inoltre il parere del Comitato tecnico scientifico.

Le regioni spingono il governo ad avere un atteggiamento sereno arrivando a settembre con la possibilità di riaprire l'anno scolastico in presenza con il maggior numero di studenti ed insegnanti vaccinati.

Stato di emergenza

Con il nuovo decreto è stato approvato anche il prolungamento dello stato di emergenza attualmente in scadenza il 31 luglio2021.

fino ad ora lo stato di emergenza era stato prolungato ogni tre mesi, ma con l'arrivo della variante delta e l'aumento del numero di nuovi casi, per maggiore cautela e nell'ottica di ragionare su una prospettiva temporale più ampia è stata decisa come nuova scadenza dello stato di emergenza il 31 dicembre 2021.

Ciò comporta la possibilità di continuare con lo smart working al 50% oltre che la conferma di altri provvedimenti contenuti nello stato di emergenza.

In ultimo c'è stata la conferma per la gestione logistica del commissario Francesco Figliuolo per quanto riguarda la campagna vaccinale.

Le novità del decreto green pass in sintesi

Il governo Draghi con l'approvazione del decreto ha reso obbligatorio l'uso del green pass a partire dal 6 agosto per i maggiori di 12 anni, in tutti quei luoghi al chiuso compresi pizzerie e ristoranti in cui si effettua servizio al tavolo.

Il green pass sarà quindi necessario per entrare nei cinema, teatri, partecipare a manifestazioni sportive, piscine, palestre, parchi divertimento, sagri ,fiere.

Le discoteche continueranno a restare chiuse.

Green pass obbligatorio anche per viaggiare con i mezzi pubblici, come autobus o treni oltre che a navi ed aerei.

Cambiano inoltre i parametri per determinare il colore delle aree di rischio delle regioni.

I nuovi parametri prevedono un riempimento massimo del 10% del totale dei posti in terapia intensiva e del 15% nei reparti medici per garantire al zona gialla.

Per la zona arancione i numeri salgono al 20% per le terapie intensive ed il 30% per i reparti medici.

Infine per la zona rossa  i numeri sono 30% per le terapie intensive ed il 40% per i reparti medici.

Per tutti i trasgressori che si presentano sprovvisti del green pass nei luoghi o negli eventi dove richiesto, sono previste pesanti sanzioni fino a 400 euro.