Ci sono delle regole da rispettare, ad esempio per alcune tipologie di patenti bisogna superare una certa età per poterle conseguire, ma tutte hanno bisogno di due passaggi fondamentali: un test scritto, composto da domande vero o falso, e un test pratico, in cui l’esaminatore osserva il nostro comportamento in strada.

In alcuni casi, però, si può evitare uno di questi due passaggi, infatti per certe patenti si può sostenere solo l’esame pratico se si possiede già una patente di una categoria inferiore. Anche questo, però, oggi si potrà evitare.

Vediamo dunque per quali tipologie di patenti vale questa nuova disposizione e cosa cambia nella pratica.

Dalla A1 o A2 alla A3: niente più esame pratico 

La patente della moto è divisa in tre tipologie e si può partire dalla A1 e ottenere in seguito la A2 e la A3, ma la modalità con cui ciò accade è stata modificata e la decisione è stata presa poco più di un mese fa, dal 15 agosto 2022.

Infatti da questo momento non è più necessario l’esame pratico per la A3 nel caso in cui si abbia già conseguito precedentemente la patente A1 o A2. Tutto ciò che bisogna fare è recarsi presso una qualsiasi autoscuola autorizzata e seguire un corso dalla durata di 7 ore, rendendo così molto più veloce il processo.

Questo ovviamente vale unicamente nel caso in cui la persona intenzionata a prendere la patente di tipo A3 sia già in possesso della patente A1 o A2, mentre nel caso in cui si voglia prendere la patente A3 da zero bisogna sostenere sia l’esame teorico che quello pratico come da procedura. Questa non è l'unica novità per gli automobilisti, presto potrebbe entrare in vigore il divieto di portare passeggeri in auto nelle ore notturne, con sanzioni pesantissime. 

Leggi anche: Autovelox, svelato il trucco per evitare la multa

Come ottenere la patente A3 avendo già la A1 o A2

Facciamo un passo indietro: quali sono le differenze tra le varie tipologie di patenti per la moto? Per ottenere la A1 bisogna rispettare questi criteri:

  • età minima di 16 anni
  • cilindrata fino a 125 cm3
  • potenza fino a 11 kW

Per quanto riguarda la patente A2 invece abbiamo:

  • età minima di 18 anni
  • potenza fino a 35 kW

Per quanto riguarda la A3, invece, è possibile guidare qualsiasi motociclo, a patto che si abbia almeno 24 anni o 20 anni e due anni di esperienza con la A2.

Dal 2013 è entrata in vigore la normativa secondo cui è possibile sostenere solo l’esame pratico quando si passa dalla A1 alla A2 o dalla A2 alla A3 (in questo caso aspettando prima due anni, come menzionato poco sopra), ma adesso non sarà più nemmeno necessario l’esame pratico, senza dimenticarsi però di rispettare sempre il codice della strada. 

Leggi anche: Dal 1°ottobre queste auto non possono più circolare: multe salate e ritiro della patente