Multe stradali: dopo quanto arrivano? Tutte le tempistiche da conoscere

Le multe stradali possono arrivare anche diverse settimane dopo aver commesso un'infrazione. Ecco tutte le tempistiche da conoscere.

multe stradali dopo quanto arrivano

Ricevere una multa non è mai piacevole, e non sempre queste sanzioni vengono applicate immediatamente, ovvero in molti casi bisogna aspettare un certo periodo di tempo prima che le multe vengano inviate a casa.

Le infrazioni stradali infatti possono essere di varia natura: dall'eccesso di velocità in un tratto stradale, alle infrazioni ai semafori, dal parcheggio in divieto di sosta e fermata, alle multe per accesso ad una zona a traffico limitato.

In alcuni casi gli enti preposti possono applicare una multa immediatamente, fermando il trasgressore in auto. Tuttavia in alcuni casi ciò non è possibile, e la multa viene consegnata successivamente. Vediamo quanto tempo ci mettono ad arrivare a casa queste sanzioni.

Multe stradali: le diverse tipologie

Come anticipato, le multe stradali non sono tutte dello stesso tipo. Si tratta di sanzioni amministrative in denaro collegate alla violazione di una regola del codice della strada, per cui gli enti preposti, come la polizia e i carabinieri, possono intervenire evidenziando queste violazioni e applicando la multa.

Se temi di aver preso una multa stradale, ma ancora non ti è arrivata a casa, è probabile che non ti sia ancora arrivata la comunicazione. Esistono infatti due tipi di multe:

  • multe stradali immediate: sono quelle che gli organi preposti applicano nel momento in cui viene compiuta un'infrazione. Pensiamo ad esempio alle multe applicate quando i carabinieri fermano un'auto ad una postazione, per eccesso di velocità oppure per un controllo. In questo caso chi ha commesso la violazione non deve attendere, perché il verbale è immediato e la multa viene comunicata immediatamente;

  • multe stradali differite: sono quelle che vengono inviate solamente in un momento successivo alla trasgressione del codice della strada. Questo accade perché gli organi preposti non sono in grado di comunicare immediatamente la sanzione. I motivi possono essere i più disparati: la violazione è stata registrata da un autovelox, oppure da una telecamera, oppure ancora da uno strumento per la rilevazione degli accesso ZTL.

Nel caso delle multe differite, chi ha commesso l'infrazione deve attendere un certo periodo di tempo prima di essere informato e conoscere con esattezza l'importo da pagare per la violazione.

Dopo quanto arrivano le multe stradali

Se pensate di aver commesso una violazione stradale, e non avete ancora ricevuto la multa, dovete sapere che dal momento dell'infrazione possono trascorrere fino a 90 giorni.

Si tratta di un periodo di tempo piuttosto lungo, circa tre mesi, per cui è possibile che riceviate la multa a casa e vi venga comunicato l'importo da corrispondere per la violazione. Il periodo sale a 360 giorni per chi si trova all'estero.

Se tale periodo viene superato, può essere che non abbiate ricevuto alcuna multa. Ma può anche accadere un ritardo nella consegna della multa. Il termine di 90 giorni infatti si riferisce al tempo necessario per gli organi preposti a preparare la multa e consegnarla all'ufficio postale competente.

Questi organi sono tenuti ad informare il proprietario del mezzo, entro 100 giorni, anche se la multa è stata presa da un'altra persona.

Ulteriori ritardi possono quindi essere causati da problemi nella consegna della lettera cartacea. In alcuni casi invece queste tipologie di notifiche vengono inviate attraverso strumenti telematici, come la PEC.

Con la Posta Elettronica Certificata è più raro che avvenga un ritardo oltre i 90 giorni stabiliti dalla legge, perché le comunicazioni vengono inviate per via digitale in tempo breve.

Va anche ricordato che esiste la possibilità che chi vi deve consegnare la multa non vi trovi a casa. In questa situazione la multa viene posta in giacenza all'ufficio postale, o all'ufficio del corriere preposto.

Vi verrà quindi lasciato un biglietto apposito che vi comunica che è presente in giacenza una lettera da ritirare, e dovrete recarvi di persona all'ufficio competente per prelevare la documentazione. Per una raccomandata si attendono 10 giorni in giacenza, o in alternativa 30 giorni.

Se l'interessato non si reca a prendere la comunicazione, pur sapendo che si trova in giacenza, è possibile che l'importo venga aumentato per ritardo nel pagamento.

Multe stradali e tutele

Quando si riceve una multa stradale, è sempre necessario pagare, o è possibile chiedere di non versare alcuna somma, perché si ritiene che la multa non deve sussistere?

In alcuni casi, se si ritiene che la multa sia infondata, ma anche se è arrivata con un periodo di ritardo molto elevato, è possibile chiedere il ricorso. Il ricorso con autotutela prevede che possiate inviare una comunicazione per difendervi dalla sanzione applicata, spiegando i motivi.

Potete ricorrere all'autotutela presentando questa comunicazione all'ente che vi ha inviato la multa, e spesso è possibile procedere anche online. In alternativa è possibile chiedere il supporto di un Prefetto, oppure presso l'autorità giudiziaria.

Prima di fare ricorso tuttavia è consigliato non avere dubbi sulla illegittimità della sanzione, e spiegare poi nel dettaglio quali sono le cause per cui un provvedimento di questo tipo è da considerare illegittimo.