Il nuovo codice della strada approvato nel 2021, caratterizzato da nuove regole e da un inasprimento delle sanzioni entra a regime proprio in questo 2022, alle porte della stagione estiva, nei mesi del grande esodo delle vacanze.

Sanzioni che potranno arrivare quasi a sfiorare i 700 euro, per coloro che verranno sorpresi alla guida dell'auto con il proprio smartphone all'orecchio o per chi parcheggerà il proprio veicolo sul posto riservato ai disabili se sprovvisti di cartellino.

Oltre che sanzionare gli automobilisti indisciplinati le nuove regole del Codice della strada percorrono anche un'altra direzione e cioè quella della tutela al pedone sugli attraversamenti oltre che nel disciplinare meglio il far west per quanto riguarda l'uso di monopattini elettrici.

Novità e modifiche anche per quanto riguarda la procedura per conseguire la patente di guida.

Continuando a parlare di patente di guida da segnalare come la Corte di Cassazione in una sentenza abbia equiparato la guida senza mai aver conseguito la patente a quella con patente sospesa, tradotto significa che guidare un qualsiasi veicolo a motore senza che la patente sia in regola potrà costare fino a 30 mila euro di multa.

Dopo questa infarinata generale rispetto a quelle che sono le principali novità scendiamo ora più nello specifico dei singoli provvedimenti.

Codice della strada 2022: sanzioni alle stelle

Con il nuovo Codice della strada cambiano gli importi, a rialzo di diverse sanzioni amministrative. Cominciamo con l'uso del cellulare alla guida, nel caso si venga sorpresi con il telefono all'orecchio infatti si rischieranno multe salatissime di importi che partono da un minimo di 165 euro a 660 euro.

Tale sanzione vale anche per altri dispositivi elettronici per i quali l'uso è sanzionato durante la guida, ci riferiamo a tablet, notebook.

Secondo punto, l'inasprimento delle sanzioni per chi parcheggia il proprio mezzo sui parcheggi riservati ai disabili senza averne diritto, in questo caso le multe varieranno tra i 168 e i 670 euro. Sempre in tema di soste e parcheggi, vietati quelli nelle area riservate agli scuola bus oltre a quelli sulle strisce rosa (donne in gravidanza o genitori con figli di età inferiore ai 2 anni), stesso discorso per chi occupa spazi riservati alle auto elettriche con automobili dotati di motore a combustione, in tutti i  casi elencati la sanzione sarà compresa tra i 42 e i 173 euro.

Continuando a scorrere la lista dei punti presenti nel nuovo Codice della strada notiamo una maggiore attenzione per preservare l'ambiente mentre si è alla guida, chi verrà infatti sorpreso a gettare rifiuti dal finestrino rischierà fino a 204 euro di multa.

Infine maggiore severità anche nel caso in cui il passeggero che viaggia su una moto non indossa il casco, sanzioni da 83 a 332 euro.

Leggi anche: Ricorso al giudice di pace contro una multa: ecco come fare

Codice della strada 2022: come cambiano le multe per infrazioni più frequenti

Passiamo ora ad elencare quelle sanzioni presenti nel  Codice della strada 2022 collegate alle infrazioni più frequenti, quelle nelle quali è facile cadere.

Per esempio tra queste c'è passare con il semaforo rosso infrazione che costerà una multa da 163 euro e che aumenta a 220 nel caso in cui viene commessa di notte, con il buio.

La sanzione consisterà in una multa più la decurtazione di 6 punti dalla patente di guida, i punti diventano 121 nel caso di neopatentato.

Nel caso di recidività, alla terza volta che si viene sorpresi a non rispettare il semaforo rosso è previsto il ritiro della patente per un periodo compreso tra 1 e 3 mesi.

Su questa infrazione c'è da fare un ultima precisazione, bisognerà infatti fare attenzione nel fermarsi prima della linea d'arresto in prossimità del semaforo, se si fermerà l'automobile con le ruote anteriori al di la di tale linea, l'automobilista sarà passibile di sanzione che consisterà in una multa da 42 euro più la sottrazione di 2 punti dalla patente di guida.

Tra le infrazioni più comuni da sempre c'è anche l'eccesso di velocità, qui l'importo della multa salirà in modo progressivo in base alla velocità rilevata, nello specifico:

  • se il limite viene superato per un massimo di 10 km/h l'importo della sanzione sarà compreso tra i 41 ed 168 euro;
  • se si oltrepassa il limite di 10- 40 km/h  le sanzioni previste dal codice della strada saranno comprese tra i 168 e i 678 km/h;
  • se si oltrepassa il limite di 40- 60 km/h  le sanzioni previste dal codice della strada saranno comprese tra i 527 e i 2.108 km/h;

In tutti e tre i casi saranno decurtati i punti dalla patente di 3, 6, e 10 punti.

Se si viene multati per aver superato il limite di velocità di 60 km/h per due volte, il codice della strada prevede il ritiro della patente.

Guida senza patente, non si rischia solo la sanzione

Facciamo ora il caso di un automobilista sbadato che dimentica la patente a casa o in ufficio e viene fermato dalla polizia stradale presso un normale posto di blocco.

In questo caso l'automobilista avrà 30 giorni di tempo per recarsi in caserma e mostrare la patente di guida in corso di validità, ma questo comunque non lo esonera dal ricevere una multa di importo compreso tra le 42 e i 173 euro.

Nel caso di omessa presentazione della patente di guida in caserma entro i tempi stabiliti, l'importo della multa potrà arrivare fino a 1.682 euro.

Se l'automobilista risulta sprovvisto di patente di guida nel senso che non l'ha mai presa, la sanzione non è solo pecuniaria caratterizzata da importi altissimi che vanno dai 5 mila ai 30 mila euro, ma ci sarà anche una denuncia penale rischiando l'arresto nel caso di recidività. 

E se invece a mancare è l'assicurazione? Anche qui sono previste delle sanzioni amministrative, multe comprese tra 849 e 3.396 euro, oltre al sequestro del veicolo e 5 punti in meno sulla patente.

Cosa cambia nell'esame della patente

Svolta epocale per quanto riguarda la procedura per prendere la patente di guida.

Partiamo dall'estensione di validità del foglio rosa passata da 6 a 12 mesi.

In secondo luogo cambia anche la prova teorica dell'esame per conseguire la patente, in pratica le domande a scelta multipla da 40 passano a 30 così come il numero di errori passa da 3 a 4, diminuisce anche il tempo massimo concesso per portare a termine la prova fissato a 20 minuti.

Regole a tutela dei neopatentati che potranno salire alla guida di un automobile con più di 95 cavalli solo se accompagnati da persone in possesso della patente da al meno 10 anni ed un età anagrafico che non superi i 65 anni.

In via di definizione anche una nuova misura denominata bonus patente, ovvero un incentivo economico destinato a soggetti di età inferiore ai 35 anni e che beneficiano di RdC o altre tipologie di ammortizzatori sociali che intendono conseguire, la licenza di guida da autotrasportatori. 

Le altre sanzioni previste dal Codice della strada 2022

Tra le altre sanzioni previste dal nuovo codice della strada 2022 ce ne sono alcune a tutela dei pedoni, infatti d'ora in poi non solo bisognerà dare precedenza non solo ai soggetti sulle strisce in via di attraversamento pedonale, ma anche a coloro che si stanno accingendo a farlo.

Infine due parole sulle misure per regolamentare il far west urbano creato dalla mobilità dei monopattini elettrici. Entra in vigore un diversi limiti di velocità, e cioè 6 km/h nelle aree pedonali, 20 km/h su tutte le altre. Inoltre sui monopattini dovranno essere installate frecce, freni sia posteriori che anteriori oltre che ad una luce posizionata sul davanti del monopattino.