Nuovo anno, nuove regole: è entrato in vigore il nuovo Codice della Strada. Sonno passate circa due settimane dallo scoccare della mezzanotte che ha inaugurato l’inizio del nuovo anno; ma, già in questo breve lasso di tempo, abbiamo potuto comprendere che il 2022 riserva grandi cambiamenti.

Con la pubblicazione della nuova Legge di Bilancio, siamo venuti a conoscenza delle novità che hanno investito diversi settori, in materia fiscale, del lavoro, delle pensioni, degli ammortizzarori sociali e così via.

Ma, al di là della Legge di Bilancio, i cambiamenti che sono entrati in scena sono davvero tanti. Come abbiamo appena detto, si dovrà seguire un nuovo Codice della Strada, arricchito e rinnovato con modifiche molto importanti e multe più salate: le infrazioni, infatti, saranno multate molto più duramente.

Le novità sono davvero tante e, in questo articolo, andremo ad analizzarle tutte, concentrandoci, particolarmente, su alcune di loro come, per esempio, le sanzioni previste per chi butta oggetti dal finestrino dell’auto in movimento, per chi parcheggia selvaggiamente, per chi utilizza smartphone alla guida e così via.

Nel frattempo, vi consiglio di visualizzare il video pubblicato da HDmotori, che ci fornisce una panoramica completa e molto chiara su tutte le novità inserite nel nuovo Codice della strada.

Nuovo codice della strada: quali sono le novità?

Un codice molto importante che tutti gli utenti della strada devono conoscere bene, se non imparare a memoria, è, ovviamente, il Codice della Strada. Il nuovo codice della strada è già in vigore ed è stato arricchito di molti più articoli, modifiche e cambiamenti rilevanti.

La circolazione dei mezzi di trasporto sta aumentando sempre di più. Non solo le automobili, i motocicli e tutti i mezzi pesanti circolanti sono numericamente aumentati, ma anche perché si stanno aggiungendo sempre più altri mezzi di trasporto. 

I nuovi arrivati, da qualche tempo, che si stanno diffondendo non solo nelle grandi e medie città, ma anche nei piccoli comuni, sono i monopattini elettrici.

Durante gli ultimi mesi, hanno causato qualche problema perché non sufficientemente regolamentati. 

Ma all’interno del nuovo Codice della Strada - Legge n. 156/2021 - sono presenti tutte le regole che devono seguire coloro che si mettono alla guida dei monopattini elettrici.

Probabilmente, la regolamentazione di questi mezzi leggeri e versatili, rappresenta la novità più in vista - e, forse, più attesa -, ma all’interno dei numerosi articoli, trovano posto altrettante novità degne di nota. Innanzitutto, sono state aggiunte sanzioni per chi utilizza telefonini alla guida, ma anche per chi butta oggetti dai finestrini delle auto.

Un’attenzione molto importante viene data anche ai pedoni, ovvero agli utenti definiti vulnerabili. Infatti, gli automobilisti dovranno dare la precedenza ai pedoni, anche se stanno attraversando o si stanno accingendo ad attraversare la strada, al di fuori delle strisce pedonali, ma comunque nella loro vicinanza.

Ovviamente, i conducenti che non rispettano la regola sopra indicata verranno sanzionati e, inoltre, gli verranno decurtati otto punti dalla patente.

Non sono stati “trascurati” neppure i parcheggiatori “selvaggi”. Ma la lunga rassegna della normativa, inizia proprio dall’elenco delle sanzioni e delle multe.

Codice della strada 2022: multe più dure. Quali sono?

Iniziamo a parlare proprio dell’inasprimento delle sanzioni previste, nei casi in cui i conducenti non rispettino determinate regole.

In molti casi, se non in tutti, dovrebbe sempre prendere la parola il buon senso e, quindi, evitare di assumere atteggiamenti che possono recare pericolo non solo a se stessi e ai propri passeggeri, ma anche agli altri utenti della strada. È il caso, per esempio, dell’utilizzo alla guida di smartphone, pc, tablet e di altri dispositivi elettronici. Come si legge sul sito alvolante.it:

“Si pensa, infatti che guardare questi schermi comporti di dover distogliere le mani dal volante e aumentare quindi il rischio di andare incontro a un incidente”.

Un altro terreno molto importante riguarda il rispetto non solo degli altri utenti della strada, ma anche dell’ambiente circostante: sono previste multe anche per chi lancia oggetti dal finestrino della propria automobile.

Non dobbiamo dimenticare i parcheggi selvaggi. Le sanzioni sono molto salate per i conducenti che parcheggiano la propria auto, indebitamente, nelle aree riversate alla sosta dei disabili.

In questo caso, sono previste multe che vanno da 168 euro a 672 euro e dalla patente vengono decurtati sei punti.

Un inasprimento non di poco conto; infatti, prima i punti tolti erano soltanto due.

In relazione ai parcheggi, il nuovo Codice della Strada ha introdotto la possibilità, per i veicoli che trasportano passeggeri disabili, di poter sostare la propria auto, gratuitamente, nei parcheggi a pagamento, nel caso in cui dovessero trovare i posti a loro riservati già occupati.

Ritornando alla questione delle multe a carico dei parcheggi selvaggi, sono previste sanzioni anche per i conducenti che lasciano in sosta la propria automobile nei parcheggi riservati a donne in dolce attesa e ai genitori con minori fino a due anni di età. Sul sito ilgiorno.it, si legge che:

“Ogni amministrazione Comunale avrà la possibilità di riservare aree ad hoc per queste categorie di persone. In questi casi la multa va da 25 a 100 euro per le due ruote, da 42 a 173 per tutti gli altri veicoli”.

Codice della strada: multe salate per chi lancia oggetti dal finestrino dell’auto!

Nell’elenco appena fatto, abbiamo menzionato una novità molto importante introdotta all’interno del nuovo Codice della Strada.

In questo caso, si dovrebbe parlare di civiltà e rispetto dell’ambiente circostante, oltre che delle altre persone. Ma, anche in questo, purtroppo, le buone maniere si lasciano a casa e, troppo spesso, gli utenti della strada buttano con nonchalance oggetti dal finestrino della propria automobile.

Pertanto, si è reso necessario inserire una norma ad hoc che vada a punire i trasgressori

A tutti coloro che gettano oggetti, sono applicate sanzioni che vanno da 216 euro fino a 866 euro. Una cifra abbastanza alta che, si spera, disincentivi gli utenti della strada non solo a sporcare l’ambiente stradale, ma a compromettere la sicurezza di tutti gli altri.

Invece, per chi getta oggetti dal finestrino di automobili in movimento, le sanzioni previste vanno da 52 euro fino a 204 euro.

Codice della strada e regole per auto e monopattini elettrici

Come abbiamo detto in precedenza, le nostre strade si sono affollate di nuovi utenti: i conducenti di monopattini elettrici. Può sembrare strano, ma anche i monopattini elettrici sono veri e propri mezzi di trasporto. Pertanto, devono imparare a “convivere” civilmente, con tutti gli altri.

Ultimamente, le polemiche sui monopattini elettrici si sono inasprite, in quanto molti di questi mezzi sono modificati e non rispettano i limiti di velocità. Inoltre, i conducenti, per la maggior parte, non rispettano le regole di circolazione. 

Pertanto, è stato oltremodo necessario stabilire delle regole anche se, come si legge sul sito autoscout24.it:

“[…] tutto sommato non ci sono grandissime penalizzazioni per l’utilizzo dei monopattini”.

Le aspettative, probabilmente, erano diverse e ci si aspettava una “stretta” maggiore. Ma quali sono le novità introdotte nel nuovo Codice della Strada?

Dunque, per cominciare, i monopattini elettrici, a partire dal mese di luglio 2022, devono essere obbligatoriamente dotati di frecce e gli indicatori di freno su tutte e due le ruote. Inoltre, il monopattino deve essere provvisto di un segnalatore acustico, oltre che di un regolatore di velocità

Rimanendo sulla velocità, il limite previsto scende a 20 Km/h, che diventano 6 Km/h se il monopattino circola nelle aree pedonali.

E sul casco e l’assicurazione? Per quanto riguarda l’utilizzo del caso, a dispetto delle aspettative, non è stato reso obbligatorio. Invece, l’assicurazione diventa obbligatoria, ma soltanto per i monopattini a noleggio.

Se si vuole circolare di notte, il conducente del monopattino elettrico deve indossare un giubbino catarifrangente e dovrà accendere le luci di posizione.

Per chi non rispetta le regole, naturalmente, sono previste sanzioni; mentre, è previsto il sequestro del mezzo, se dovesse risultare modificato.

Sempre per quanto riguarda i mezzi di trasporti elettrici, sono state introdotte regole anche per le automobili elettriche e, in particolare, sulla sosta nelle aree predisposte alla ricarica dei veicoli.

Si può sostare sulle aree dedicate alla ricarica delle automobili elettriche soltanto il tempo necessario al completamento della ricarica.

In autostrada, anche i sedicenni che guidano moto elettriche!

Una novità molto singolare riguarda la possibilità per i sedicenni di guidare in autostrada le moto elettriche. I mezzi devono avere una potenza di 11 Kw.

Si legge, infatti, sul sito moto.it:

“[…] i veicoli elettrici con potenza uguale o superiore a 11 kW e un rapporto potenza/peso fino a 0,1 kW/Kg possono circolare in autostrada".

Pertanto, anche chi è in possesso della patente di guida A1 e che guida un veicolo elettrico con potenza di 11 Kw, può circolare in autostrada.

Sanzioni pesanti per chi usa smartphone, tablet e pc!

Ebbene, non possiamo concludere questo elenco se non parliamo anche dall’utilizzo di telefonini, smartphone, tablet e altri dispositivi mobili e pc durante la guida.

In realtà, dovrebbe essere naturale non utilizzare queste apparecchiature per la propria sicurezza, dei passeggeri e per gli altri utenti della strada. Si tratta, infatti, di oggetti che distraggono dalla guida e, quindi, sono ritenuti estremamente pericolosi - anche perché, per utilizzarli, il conducente deve allontanare le mani dallo sterzo.

Molto spesso, infatti, è proprio l’utilizzo del cellulare a causare incidenti molto gravi.

In ogni caso, per chi non lo capisse e si ostinasse ad utilizzare ancora questi dispositivi alla guida, il nuovo Codice della Strada ha previsto sanzioni molto pesanti che vanno da 165 euro fino a 660 euro.