La pandemia di Covid-19 ha spinto il Governo a prolungare lo stato di emergenza fino alla fine del 2021: ciò significa che ance lo smart working, almeno per i dipendenti pubblici, dovrà proseguire sino alla fine dell’anno. Inoltre, è stata introdotta anche una nuova proroga per la patente e il foglio rosa scaduti, oltre a posticipare la data di effettuazione della revisione auto.

Novità in arrivo per gli automobilisti? Sì! Il Ministero dei Trasporti e la Motorizzazione Civile hanno già pubblicato le nuove date di scadenza per il rinnovo delle patenti e dei fogli rosa scaduti.

Con la circolare del 27 luglio scorso, infatti, sono stati definiti nuovi termini e nuove scadenze per i documenti di guida. Sul sito della Motorizzazione Civile si legge appunto nell'oggetto:

Proroga dei termini di validità delle patenti guida e dei documenti necessari per il loro rilascio o conferma di validità (foglio rosa, esame di teoria, visita medica per il rinnovo ndr.).

Andiamo a scoprire quali sono le novità e quando sono state fissate le nuove scadenze per il rinnovo della patente, del foglio rosa e per l’effettuazione della revisione auto.

Patente e foglio rosa scaduti prorogati i termini per il rinnovo!

Il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha pubblicato le nuove date per l’effettuazione del rinnovo delle patenti e dei fogli rosa scaduti

Gli automobilisti potranno godere di più tempo per effettuare il rinnovo, in quanto i documenti di guida resteranno validi anche oltre la normale scadenza. Coloro che devono ancora conseguire il titolo di guida, invece, avranno più tempo a disposizione per ottenerlo. 

È l’effetto della proroga dello stato di emergenza, che ha posticipato le date entro le quali effettuare il rinnovo dei documenti di guida. Attenzione, però: le date che riportiamo riguardano la sola circolazione sul territorio italiano: per conoscere la normativa europea occorre fare riferimento al paragrafo dedicato.

Patente scaduta? Ecco il nuovo termine per il rinnovo

Tutte le patenti di guida che presentano una data di scadenza compresa tra il 31 gennaio 2021 e il 31 dicembre 2021, risulteranno valide – solo ai fini di guida, non come documenti di riconoscimento – fino ai 90 giorni successivi al termine dello stato di emergenza. Al momento, quindi, la validità di tali documenti è estesa al 31 marzo 2022.

Conferma il protocollo 24231 del 27 luglio 2021 pubblicato dalla Motorizzazione Civile:

(…) le patenti (...) in scadenza tra il 31 gennaio 2020 ed il 31 dicembre 2021 conservano la loro validità per i novanta giorni successivi alla dichiarazione della cessazione dello stato di emergenza e dunque, al momento, fino al 31 marzo 2022.

Ma non si tratta di una novità: sin dai prime mesi della pandemia, la chiusura delle autoscuole aveva spinto il Governo a prorogare la validità dei documenti di guida. L'ultima proroga, inoltre, non riguarda soltanto questi documenti: vediamo nel dettaglio quali sono le date di scadenza e rinnovo delle patenti e quali sono le novità.

Patente scaduta? Tutte le date di scadenza e rinnovo

Una tabella riassuntiva delle scadenze e delle proroghe al rinnovo dei documenti di guida torna molto utile per comprendere e segnare le date fondamentali sul calendario.

Anzitutto, come detto, tutti i documenti di guida in scadenza tra la fine del mese di gennaio 2021 e la fine del mese di dicembre 2021 resteranno validi (solo come documenti di guida, NON come documenti di riconoscimento) anche per i tre mesi successivi alla proroga dello stato di emergenza, ovvero fino al 31 marzo 2022. Tale estensione riguarda soltanto la libertà di circolazione all’interno del territorio nazionale.

Per tutti gli altri documenti di guida, invece, occorre segnarsi queste proroghe:

  • patente scaduta tra il 31 gennaio 2021 e il 31 maggio 2021 – proroga per spostarsi sul territorio italiano fino al 31 marzo 2022;
  • patente scaduta tra il primo giugno 2021 e il 30 giugno 2021 – proroga per spostarsi sul territorio italiano ai 10 mesi successivi dalla scadenza originaria del documento;
  • patente scaduta tra il primo luglio 2021 e il 31 dicembre 2021 – proroga per spostarsi sul territorio italiano fino al 31 marzo 2022.

Le regole per viaggiare in Europa

Diversa è la normativa che permette di spostarsi in Europa con documenti di guida scaduti: l’Unione Europea, infatti, ha fissato proprie scadenze e termini di rinnovo.

Lo schema e le date da segnare sul calendario sono le seguenti:

  • patente scaduta tra il primo febbraio 2020 e il 31 maggio 2020 – proroga della scadenza fino a 13 mesi successivi alla data originaria;
  • patente scaduta tra il primo giugno 2020 e il 31 agosto 2021 – proroga della scadenza fino al primo luglio 2021;
  • patente scaduta tra il primo settembre 2020 e il 30 giugno 2021 – proroga della scadenza fino a 10 mesi successivi alla data originaria.

Foglio rosa ed esame di guida, fino a quando rimane valido?

Anche coloro che non hanno ancora ottenuto il documento di guida possono godere di più tempo per conseguirlo: è stata prorogata anche la validità del foglio rosa, ovvero quel documento che permette ai soggetti che hanno superato con successo l’esame teorico della patente di guidare un veicolo entro certi limiti ai fini del conseguimento del documento di guida.

Come stabilisce la circolare del 27 luglio 2021 pubblicata dalla Motorizzazione Civile:

i candidati (…) il cui foglio rosa ha data di scadenza compresa tra il 31 gennaio 2020 ed il 31 dicembre 2021, viene prorogato al 31 marzo 2022.

Ciò significa che nel tenere conto dei mesi di validità del foglio rosa, non devono essere considerati i periodi compresi tra la fine del mese di gennaio 2020 e la fine del mese di dicembre 2021. La proroga si applica anche in caso di riporto del foglio rosa scaduto entro i suddetti termini.

Per quanto riguarda gli esami di teoria della patente, invece, sono stati stabiliti i seguenti termini:

  • per le domande che sono state eseguite tra il primo gennaio 2020 e il 31 dicembre 2020, la scadenza per sostenere l’esame è fissata al 31 dicembre 2021;
  • per le domande eseguite tra il primo gennaio 2021 e il 31 dicembre 2021, invece, la scadenza per sostenere l’esame è fissata a un anno massimo dalla data di esecuzione della domanda.

Revisione auto scaduta: le novità e le date per il rinnovo

Novità anche per quanto riguarda l’effettuazione della revisione auto per i possessori di veicoli: sono stati posticipati i termini e le scadenze

La data da segnare in rosso sul calendario è la seguente: per i veicoli la cui revisione è scaduta tra ottobre 2020 e giugno 2021, il termine per eseguire la nuova revisione viene posticipato di 10 mesi rispetto alla scadenza originale.

Ciò detto vale soltanto per alcune categorie di veicoli purchè siano stati immatricolati in Italia, ovvero:

  • veicoli appartenenti alla categoria M, (per esempio auto, autobus, autocaravan),
  • veilcoli afferenti alla categoria N, (per esempio camion o autoarticolati);
  • veicoli di categoria O3-O4, ovvero i rimorchi di massa superiore a 3,5 tonnellate.

Nessuna proroga prevista, invece, per tutti gli altri veicoli di altre categorie la cui revisione è scaduta dopo il 30 giugno 2021. 

Patente e foglio rosa scaduti: nessuna multa a chi guida

Generalmente gli automobilisti che guidano con la patente scaduta vanno incontro all’applicazione di sanzioni pecuniarie o amministrative che possono raggiungere importi pesanti. Nel caso della proroga delle scadenze e della validità dei documenti di guida causa emergenza Covid.19, però, tali sanzioni non si applicano.

In altre parole, in virtù della proroga delle scadenze a causa della diffusione del coronavirus, si potrà continuare a guidare anche con i documenti scaduti, purché entro i termini stabiliti dal Ministero dei Trasporti.

In caso contrario, ovvero se la patente scaduta non rientra nei termini della suddetta proroga, vengono applicate le sanzioni previste dal Codice della strada. In linea generale, è possibile sfruttare i tre anni di tempo massimo per rinnovare la patente scaduta, ma in questo periodo di tempo non è consentito condurre veicoli.

Per convenzione e per facilitare gli automobilisti, a partire dal 2012 i documenti di guida, così come la carta di identità, scadono il giorno del compleanno del titolare: in questo modo, scordare la data sarà alquanto difficile.

È possibile rinnovare la patente già dai 4 mesi antecedenti la scadenza del termine originale e non oltre i tre anni successivi. Se un automobilista viene scoperto alla guida con la patente scaduta, si applicano le sanzioni amministrative pecuniarie previste dall’articolo 126 comma 11 del Codice della Strada.

La multa prevista dal Codice va da 158 euro fino a 638 euro. L’automobilista alla guida con patente scaduta, inoltre, rischia il ritiro della stessa da parte delle autorità. Non vengono, invece, sottratti punti sul documento di guida.

Come si rinnova la patente?

Come abbiamo visto, non è possibile guidare nemmeno un giorno con la patente scaduta, mentre per l’assicurazione è previsto un periodo di 15 giorni per effettuare il rinnovo dopo la data di scadenza. L’unica eccezione alla guida con documento di guida scaduto è quella che riguarda i nuovi termini per eseguire il rinnovo, legati alla pandemia di Covid-19.

Per rinnovare la patente è necessario rivolgersi a un’autoscuola ed effettuare una visita medica di controllo. Quest’ultima permette di verificare che l’automobilista abbia i riflessi e la vista ben sviluppati, che non soffra di malattie tali da precludere la possibilità di guidare e permette di valutare se prorogare o meno la possibilità di mettersi alla guida di un veicolo.

Nel caso in cui l’automobilista sia stato sanzionato per guida con patente scaduta, dopo aver pagato la relativa multa, al momento del rinnovo dovrà procedere con la pratica amministrativa che ha un costo compreso tra i 60 euro e i 150 euro massimi. Per rinnovare la patente, inoltre, occorre effettuare la richiesta almeno 10 giorni prima del ritiro del documento e sottoporsi obbligatoriamente alla visita medica per accertare lo stato di buona salute.

Soltanto dopo aver eseguito tutti i passaggi, si potrà recarsi all’ufficio della polizia locale per presentare il certificato medico di idoneità: per riavere la propria patente, a questo punto, occorre attendere ulteriori 10 giorni.