Usucapione, ecco quanti tipi esistono e come funzionano

Ci sono diversi tipi di usucapione secondo la legge, e rappresenta il modo ideale per acquisire la proprietà di un bene. Vediamo quali sono e che differenze attribuisce la legge a ciascuna situazione soggettiva.

Usucapione, ecco quanti tipi esistono e come funzionano

Sono disponibili diversi metodi per acquisire la proprietà di un bene mediante il possesso prolungato per un determinato periodo di tempo. Questi includono, stando alla normativa statale, vari tipi di usucapione. Nel corso dell'articolo scopriremo quali sono e vedremo come funzionano.

Ecco quanti tipi di usucapione esistono

L'usucapione è un procedimento legale attraverso il quale è possibile acquisire la proprietà di un bene o di un diritto reale di godimento su di esso, come ad esempio una servitù di passaggio. La durata necessaria per completare l'usucapione varia a seconda del tipo di procedimento. Ma quanti tipi di usucapione ci sono?

Esistono 4 tipi principali di usucapione:

  1. 1.

    l'usucapione ordinaria;

  2. 2.

    l'usucapione abbreviata;

  3. 3.

    l'usucapione speciale;

  4. 4.

    l'usucapione di beni mobili.

Ognuno di essi richiede un periodo di tempo specifico per acquisire la proprietà del bene a spese del precedente proprietario che è rimasto inattivo per troppo tempo senza opporsi al possessore.

Usucapione: cos'è e come funziona

Abbiamo chiarito che l'usucapione rappresenta uno dei metodi mediante i quali è possibile acquisire la proprietà di un bene. In poche parole, se una persona possiede e utilizza un bene mobile o immobile - tipicamente un'abitazione o un terreno - per un periodo generalmente superiore ai venti anni, anche se non ne è il legittimo proprietario, acquisisce automaticamente il diritto di proprietà su di esso. In queste situazioni, se il proprietario rimane inattivo per un periodo prolungato, la proprietà viene trasferita al possessore.

In ogni situazione, il possessore è tenuto a comportarsi come se fosse il vero proprietario del bene. Per esempio, il detentore, come un coltivatore di terreno o un inquilino di un appartamento, non può diventare proprietario per usucapione a meno che non compia azioni specifiche riservate solo al proprietario, come cambiare la destinazione d'uso del bene o apportare modifiche fondamentali. Gli "atti di tolleranza" verso i comportamenti altrui, come quelli basati sulla cortesia o l'amicizia, non sono validi ai fini dell'usucapione.

L'usucapione ordinaria

Per compiere l'usucapione ordinaria, è necessario un possesso continuato manifestato per vent'anni. Dunque esso richiede un possesso continuo del bene per almeno vent'anni. Questo possesso deve essere manifestato in modo aperto e visibile, senza opposizioni o contestazioni da parte del proprietario originale. Inoltre, l'usucapione ordinaria può essere interrotta se il possessore viene privato del bene per più di un anno.

L'usucapione abbreviata

L'usucapione abbreviata invece richiede la buona fede. Al contrario del precedente, richiede solo dieci anni di possesso continuo del bene. Tuttavia, per poter usufruire di questa forma di usucapione, è necessaria l'onestà, ovvero il possessore deve essere convinto di essere il legittimo proprietario del bene e deve aver trascritto l'atto di acquisto nei registri immobiliari.

L'usucapione speciale

L'usucapione speciale è invece applicabile solo alla "piccola proprietà rurale", ossia ai terreni agricoli situati in Comuni montani. Per poter usufruire di questa forma di usucapione, è necessario mantenere il possesso continuo del terreno per almeno quindici anni e dimostrare che il terreno è destinato a un'attività agricola. In alcuni casi, l'usucapione speciale può essere collegata all'usucapione abbreviata se l'acquisto del terreno avviene in buona fede.

Si noti che in questo caso, non è sufficiente la semplice registrazione del terreno all'interno del catasto agricolo. Infatti per completare questo tipo di usucapione, è richiesto il mantenimento del possesso continuato per 15 anni, anziché i 20 anni richiesti nel caso di usucapione ordinaria. In ogni caso, come spesso accade, esistono dei trucchi per ottenere l'usucapione veloce.

Usucapione di beni mobili

Per ultimo è importante sottolineare che l'usucapione può essere applicato anche a beni mobili, come ad esempio i gioielli oppure i quadri, e a beni mobili registrati, come le vetture, le navi e gli aeroplani. In questi casi, l'usucapione richiede dieci anni di possesso sempre in buona fede, ma può essere ridotta a tre anni qualora sussista un titolo di proprietà per iscritto. Tuttavia, se il possesso del bene è avvenuto in cattiva fede, il periodo di usucapione si allungherà fino a vent'anni. Diversa potrebbe essere la situazione del proprietario del bene che adotta alcuni trucchi per evitare l'usucapione.