Nuovo aumento bollette gas del +13,7%: l’Arera annuncia gli importi ufficiali

L’aumento crescente delle bollette per luce e gas preoccupa sempre di più le famiglie italiane. L’Arera conferma i nuovi importi ufficiali di novembre con un aumento bollette del gas del 13,7%. 

aumento-bollette-gas-arera-importi

Purtroppo è stato confermato anche dall’Arera: l’aumento delle bollette del gas, così come quelle della luce, non accenna a fermarsi nei prossimi mesi.

I dati preoccupanti relativi al mese di novembre, infatti, hanno dimostrato delle nuove tariffe aggiornate con un nuovo aumento bollette del gas pari addirittura al +13,7%.

Si tratterebbe di un rincaro che si aggira su una percentuale di circa il 64% rispetto ai costi del gas dello scorso anno, che rischia di aumentare sempre di più anche nei prossimi mesi, in cui le famiglie italiane potrebbero necessitare ancor di più del gas, in previsione dell’abbassamento delle temperature.

Ne ha parlato anche l’Arera che, all’interno del recente comunicato stampa del 2 dicembre, ha fatto sapere che attualmente il valore della materia prima del gas è di 91,2 €/MWh. Cosa succederà ora? Vediamo quali sono nel dettagli gli aumenti delle bollette per il gas.

Aumento bollette gas: l’annuncio dell’Arera

In riferimento agli importi legati all’aumento delle bollette del gas, l’Arera ha fatto sapere i nuovi incrementi affrontati da parte delle famiglie italiane per il mese di novembre.

Infatti, dopo un lieve calo dei costi in bolletta per il gas, assistito durante il mese di ottobre, con una percentuale di -12,9%, ora è il momento di affrontare un nuovo aumento in bolletta, pari a +13,7% rispetto alla bolletta del gas del mese precedente.

Dunque, in merito all’aumento bollette gas, l’Arera ha fatto sapere all’interno del suo comunicato stampa, che:

Per il mese di novembre il prezzo della materia prima gas (CMEMm), per i clienti con contratti in condizioni di tutela, è quindi fissato in 91,2 €/MWh*, pari alla media dei prezzi rilevati quotidianamente durante tutto il mese appena trascorso.

A questo proposito, in termini più concreti, la spesa legata al consumo del gas per una famiglia italiana tipo durante il periodo temporale compreso tra il primo dicembre 2021 fino al 30 novembre di quest’anno, sarà di circa 1.790 euro. Si tratta di un aumento bollette gas davvero spaventoso, con una percentuale del +63,7% rispetto al periodo precedente che va dal primo dicembre 2020 fino al 30 novembre 2021.

Va ricordato, comunque, che questa prima statistica fornita da parte dell’Arera fa riferimento essenzialmente ad una famiglia tipico che in media ha dei consumi medi di gas di circa 1.400 metri cubi annui.

Aumento bollette del gas: gli aiuti del Governo

Dunque, come prevedibile, l’aumento delle bollette del gas sta preoccupando non poco l’intera popolazione che attualmente si sta ritrovando con un incremento di tutte le spese, non solo per il gas ma anche per la corrente elettrica e per tantissimi altri prodotti, beni e servizi.

Emerge quindi con chiarezza l’esigenza di una nuova serie di aiuti e di misure da parte del Governo Meloni al fine di fronteggiare al meglio l’aumento delle bollette del gas e della luce. Intanto, però, continuano ad essere portati avanti gli interventi contenuti all’interno del Decreto Aiuti bis.

Infatti, come sottolineato anche dall’Arera nel comunicato stampa del 2 dicembre:

Come previsto dal decreto "Aiuti Bis", per il IV trimestre ARERA ha azzerato i cosiddetti “oneri generali di sistema” anche per il gas, e al contempo ha confermato il potenziamento del bonus sociale.

Come accaduto anche in passato, tuttavia, non saranno tutte le famiglie italiane a poter beneficiare di questi importi aiuti. Ad esempio, il bonus sociale spetterà e potrà essere riconosciuto esclusivamente nei confronti di quelle famiglie con un livello ISEE fino a 12.000 euro, il cui limite può essere innalzato fino a 20.000 euro per le famiglie più numerose.

Inoltre, l’Arera fa sapere ai consumatori che, tra i vari aiuti prorogati da parte del Governo Meloni, è stata confermata anche la cosiddetta componente negativa UG2 per i consumi gas fino a 5.000 smc/anno nonché la riduzione dell’imposta dell’Iva sui prezzi del gas al 5%.

Gli importi ufficiali sull’aumento del gas

Facendo riferimento alla scheda tecnica allegata al comunicato stampa dell’Arera è facilmente intuibile che gli aumenti dei costi del gas naturale non accennano a fermarsi.

A questo proposito, all’interno del documento, è possibile evidenziare diversi importi ufficiali che hanno determinato l’aumento delle bollette del gas. In tal senso, è stato specificato che per il mese di novembre, il prezzo per metro cubo per ciascun cliente-tipo è pari a 122,41 centesimi. Tale importo va inteso comprensivo delle seguenti voci:

  • spese per la materia gas naturale: 102,14 centesimi (83% della bolletta) + 5,60 centesimi (4,58% della bolletta)

  • spese per il trasporto e la gestione del contatore: 24,84 centesimi (20% della bolletta)

  • spese per oneri di sistema: -33,32 centesimi (-27,22% della bolletta)

  • imposte, quali accise, IVA e addizionale regionale: 23,15 centesimi (18% della bolletta).

Leggi Anche

Come ottenere un rimborso delle rate del mutuo casa

Antonio Coppola

23 feb 2024