Banconote rovinate, vecchie o strappate: 3 cose da fare per recuperarle

La procedura da seguire in caso di ritrovamento di banconote fuori corso di validità, strappate o rovinate.

In caso di ritrovamento di banconote fuori corso di validità, danneggiate o strappate, è necessario sostituirle. Per farlo ci si può recare presso una delle filiali della Banca d’Italia, presenti in tutto il territorio nazionale. Di seguito la procedura da seguire per recuperare i soldi strappati.

Cosa fare con le banconote danneggiate?

Se si entra in possesso o si trovano banconote danneggiate o rovinate, ci si ritrova in una condizione particolare per cui, quelle banconote, possono essere rifiutate da esercizi commerciali, atm, sportelli bancari e postali.

Il motivo è dovuto al fatto che un eccessivo stato di usura della banconota, può rendere difficile verificare se si tratti di una banconota valida e in corso di validità.

Allo stesso tempo, anche i consumatori hanno il diritto di rifiutare banconote danneggiate come resto, e richiedere, mentre si è ancora alla cassa, di sostituire la banconota danneggiata con una integra.

Se tuttavia commercianti e consumatori, per qualche motivo, dovessero ritrovarsi tra le mani banconote danneggiate, possono recarsi presso uno degli uffici della banca d’Italia, per richiederne la sostituzione.

Il primo passo è recarsi presso gli uffici della banca d’Italia

Recarsi presso un ufficio della Banca d’Italia può non essere semplice, l’istituto infatti, se bene sia presente su tutto il territorio nazionale con una serie di filiali, non offre una copertura capillare del territorio in quanto, la rete di filiali conta 38 filiali.

In ogni caso, sul portale istituzionale di Banca d’Italia è indicata la posizione di tutte le 38 filiali dislocate sul territorio nazionale.

Questi uffici si occupano principalmente di attività di interesse pubblico e di tesoreria dello stato, con operazioni di vigilanza bancaria e finanziaria, di tutela dei clienti, di monitorare la circolazione della moneta e di effettuare analisi economica e statistica.

Tra i servizi legati al monitoraggio di circolazione della monete, vi è anche la possibilità di sostituire banconote danneggiate.

3 tipi di banconote danneggiate e cosa fare

Quando si parla di banconote danneggiate, si intende tre tipologie di danneggiamenti principali, codificati dalla banca d’Italia, questi sono le banconote logore, danneggiate e mutilate:

  • le banconote logore sono banconote rovinate dall’umidità, da bruciature, lacerate o strappate

  • le banconote danneggiate sono banconote sporche o macchiate

  • le banconote mutilate invece sono quelle banconote a cui manca un pezzo, generalmente questo tipo di danni coinvolge i bordi e gli angoli

Procedura per sostituire banconote danneggiate: ecco cosa fare

Come anticipato, nel caso in cui dovessimo trovarci con delle banconote danneggiate, o fuori corso di validità, la banca d’Italia prevede un apposita procedura che consente di sostituirle con banconote valide.

La prima cosa da fare è recarsi presso uno sportello bancario qualsiasi e provare a versare le banconote presso la banca. Alcune banche commerciali possono infatti procedere alla sostituzione di banconote rovinate, tuttavia, se la banca non dovesse essere in grado di soddisfare questa richiesta, è possibile procedere direttamente tramite banca d’Italia. Ecco come.

Bisogna anzitutto recarsi presso una filiale di Banca d’Italia, se non si sa dove si trova la filiale più vicina, sarà sufficiente visitare il portale istituzionale della banca d’Italia e individuare la sede più vicina.

Una volta raggiunta la filiale di Banca d’Italia, il denaro verrà esaminato dal personale della banca, che, valuterà lo stato di danneggiamento. In caso di danni lievi, il personale della banca d’Italia può procedere alla sostituzione.

In caso di danni più gravi invece o in caso di sospetti legati alla possibile circolazione di denaro falso, la banca d’Italia può trattenere le banconote danneggiate, senza sostituirle.

La Banca d’Italia può anche decidere di richiedere un consulto all’amministrazione centrale, in questo caso le banconote verranno ispezionate da una commissione di esperti.

Condizioni per la sostituzione di banconote danneggiate

Non tutte le banconote possono essere sostituite, come anticipato, la Banca d’Italia può procedere alla sostituzione solo se le banconote presentano danni lievi o se il personale ritiene che non vi siano intenti di immettere in circolazione denaro falsificato.

Una condizione fondamentale, affinché le banconote possano essere sostituite, è che non manchi più del 50% della banconota originale. Questa condizione è fondamentale per evitare la duplicazione di banconote, con la richiesta di duplice sostituzione di una stessa banconota.

Che fare in caso di banconote fuori corso di validità

La sostituzione delle banconote, non riguarda solo le banconote danneggiate e rovinate, ma anche le banconote fuori corso di validità, questo significa che, le banconote in euro della prima serie, emesse tra il 2002 e il 2019, anche se sono state gradualmente sostituite dalla nuova serie Europa, mantengono ancora il loro valore legale, pertanto, è possibile richiederne la sostituzione presso qualunque ufficio postale o bancario.

Antonio Coppola
Antonio Coppola
Copywriter, classe 1989. Sono nato a Napoli. Laureato in Storia Contemporanea e specializzato in geopolitica e relazioni internazionali presso l'Università di Pisa, nella vita mi occupo di divulgazione, marketing e comunicazione. Scrivo sul web da oltre 10 anni. Appassionato di scrittura e tecnologia, ho collaborato con diversi portali e riviste di settore nel mio campo e nel 2012 ho avviato un mio progetto di divulgazione storico culturale ed un podcast, grazie ai quali ho avuto modo di stringere collaborazioni con aziende, enti e riviste di settore ed ho avuto modo di esplorare e approfondire il mondo della SEO e del Web Marketing.
Seguici
161,688FansLike
5,188FollowersFollow
774FollowersFollow
10,800FollowersFollow

Mailing list

Registrati alla nostra newsletter

Leggi anche
News Correlate