BTP Italia 2024, possibile rivalutazione della cedola di pagamento

L'inflazione in Italia continua a crescere, ad agosto si è registrata una crescita del 5,5% su base annuo. Questo dato potrebbe influenzare i rendimenti del BTP Italia ottobre 2024, ecco come.

BTP Italia 2024, possibile rivalutazione della cedola di pagamento

I dati sull'inflazione rilevati ad agosto mostrano una crescita del 5,5% su base annua ed un incremento mensile dello 0,4%. Si tratta di valori in linea con le attese e che potrebbero avere effetti diretti sui rendimenti di alcuni titoli di stato, in particolare il BTP Italia ottobre 2024.

BTP Italia ottobre 2024

Il BTP Italia ottobre 2024 è un titolo i stato emesso dal dipartimento del tesoro del Ministero dell'economia e delle finanze italiane indicizzato all'inflazione, per essere più precisi, i rendimenti di questo titolo di stato dipendono dall'indice FOI, ovvero l'indice nazionale dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati, ad esclusione dei tabacchi.

Questo indice è uno degli indici principali per misurare l'aumento dell'inflazione ed i titoli BTP Italia sono indicizzati su di esso, in modo da fornire ai risparmiatori italiani uno strumento di tutela dei propri risparmi dall'inflazione. Detto più semplicemente questi titoli indicizzati all'inflazione hanno rendimenti più alti all'aumentare dell'inflazione.

Il titolo BTP Italia ottobre 2024 è stato emesso ad aprile 2023 con ISIN IT0005217770 con un tasso reale annuo dello 0,35% corrisposto con cadenza semestrale ad un tasso dello 0,175%.

Inflazione ad agosto

Secondo le prime stime annunciate dall'ISTAT l'inflazione nel mese di agosto è cresciuta, in linea con le aspettative, del 5,5% su base annua e dello 0,4% su base mensile, questi dati, che dovranno essere confermati nei prossimi giorni, forniscono un indicatore di quella che potrebbe essere la prossima cedola in pagamento per il BTP Italia ottobre 2024, i cui rendimenti dipendono proprio dall'inflazione misurata attraverso l'indice FOI.

Possibile rendimento del BTP Italia 2024

Se i dati ISTAT dovessero essere confermati, il BTP Italia 2024, potrebbe avere una rivalutazione nell'ordine dello 0,6%, una rivalutazione che, se sommata alla cedola reale dello 0,175% porterebbe ad un pagamento dello 0,776% del valore nominale.

Si tratta per il momento solo di stime, poiché il titolo, per essere rivalutato, dovrà attendere l'ufficializzazione delle rilevazioni ISTAT e delle variazioni sull'indice FOI. Inoltre, il tasso di rendimento del titolo dipenderà anche dal suo valore di mercato.

Il titolo è quotato presso il MOT, il mercato obbligazionario telematico della borsa italiana a 97,75€ ed il suo rendimento reale alla scadenza, aggiornato al 5 settembre 2023 è del 2,35%.

Se si confronta il rendimento di questo titolo con un bond del tesoro a 12 mesi con cedola fissa, il cui rendimento è del 3,85%, si otterrà uno spread dell'1,50% equivalente all'inflazione italiana attesa a settembre 2024.

Gli esperti ritengono che tale dato sia particolarmente basso e ottimistico e si stima un accelerazione nella risalita del prezzo del BTP Italia ottobre 2024.