Casa in affitto a Tenerife, ecco quanto costa oggi: prezzi alle stelle e addio paradiso

Prendere una casa in affitto a Tenerife conviene ancora? Ecco com'è cambiato il mercato immobiliare e i costi.

Tenerife, come le altre isole Canarie, era considerata solo pochi anni un vero e proprio paradiso dove trasferirsi. Questo valeva tanto per i pensionati quanto per i giovani in cerca di una vita più agiata.

Il costo della vita è inferiore rispetto a buona parte d’Europa e anche prendere una casa in affitto a Tenerife si rivelava vantaggioso, sia per chi decideva di cambiare vita da solo, sia per chi sceglieva di partire con il partner.

Le cose, però, sono cambiate. Se in Italia facciamo i conti con affitti sempre più elevati, specialmente in città come Milano o Roma, anche nel resto d’Europa la situazione sta prendendo una brutta piega.

Trasferire la propria residenza a Tenerife conviene ancora? Non è facile rispondere a questa domanda, perché le variabili da considerare sono molte. Ciò che è certo, però, è che il mercato immobiliare ha subito dei cambiamenti non da poco.

Perché trasferirsi a Tenerife conviene

Tenerife è diventata una meta sempre più attraente per gli italiani. Non solo per coloro che la scelgono come meta per le vacanze, ma anche per chi ha deciso di cambiare totalmente la propria vita.

È spesso considerata meta di pensionati e di giovani, in particolari per i nomadi digitali e per gli imprenditori che, potendo lavorare da casa, scelgono di trascorrere la propria vita in un luogo piacevole.

Ma Tenerife non è una meta scelta da tantissimi italiani negli ultimi anni solo grazie al clima favorevole. Il costo della vita, infatti, si rivela essere vantaggioso. In particolare per:

  • i prezzi dei generi alimentari, considerando che è possibile anche cenare o pranzare fuori spendendo 20 euro a persona;

  • i costi dei trasporti, generalmente vantaggiosi;

  • il sistema sanitario gratuito;

  • il regime fiscale agevolato poiché fa parte della ZEC, zona a bassa tassazione che ha l’obiettivo di promuovere lo sviluppo economico del territorio;

  • i prezzi vantaggiosi in campo immobiliare.

Riguardo all’ultimo punto, però, c’è da chiedersi se sia ancora così. Nel 2023, infatti, le cose sono cambiate per diversi motivi.

Quanto costa affittare una casa a Tenerife

Uno dei motivi che ha convinto molti italiani, giovani o meno giovani, a trasferire la propria residenza a Tenerife è proprio il basso costo della vita.

Questo vale anche per gli affitti. Anche se i media italiani talvolta hanno esagerato a dipingere Tenerife come un paradiso in cui vivere agiatamente anche con uno stipendio di soli 1.000 euro, è vero che negli scorsi anni era possibile prendere un monolocale in affitto di circa 40mq alla cifra di 450-500 euro. Tale cifra può poi salire dai 900 ai 1.300 euro se prendiamo in considerazione appartamenti che si trovano in zone più centrali.

È chiaro, infatti, che il costo della casa dipende da diversi fattori. Basti pensare che Tenerife è anche una meta per le vacanze e che esistono zone molto più turistiche e, di conseguenza, più care.

Tuttavia, oggi chi intende prendere questa scelta di vita potrebbe incontrare più problemi rispetto al passato.

Leggi anche: Affitto sempre più caro: ecco quanto é aumentato a causa dell’inflazione

Quanto costa una casa in affitto a Tenerife oggi

 Il caro affitti non è un problema solo nel nostro Paese. Anche il resto d’Europa sta facendo i conti con affitti sempre più cari e Tenerife non esula completamente dal discorso.

I motivi per cui gli affitti hanno cominciato a salire anche nelle isole Canarie sono principalmente due.

In primo luogo, è avvenuto ciò che ha interessato anche città italiane nell’ultimo periodo: molti locali e appartamenti sono stati convertiti in case vacanze, specialmente dopo la pandemia, quando i turisti hanno ripreso a viaggiare.

Gli affitti sono, così, persino raddoppiati. Uno stesso monolocale di 40mq che, come abbiamo detto, poteva essere affittato a 500 euro, oggi costa il doppio.

Non solo, perché alcune testimonianze online e sui social parlano di prezzi davvero schizzati alle stelle, con stanze singole che sono arrivate fino a 1.200-1.800 euro al mese.

In secondo luogo, c’è da considerare che, a fronte di una vita agiata e a basso costo, gli stipendi a Tenerife non sono poi molto alti. Per un lavoro full time, lo stipendio medio si aggira intorno ai 1.000-1.200 euro al mese, benché questo vari a seconda del tipo di impiego.

Ciò significa che, aumentando il costo dell’affitto, diventa anche più difficile vivere agiatamente.

Tenerife conviene ancora agli italiani?

Non è facile rispondere a questa domanda. Come abbiamo visto, ci sono diversi aspetti positivi di trasferire la propria residenza a Tenerife, ma anche cambiamenti in atto che potrebbero rovinare l’idillio.

Le temperature gradevoli, il costo contenuto per la benzina o per la spesa alimentare e il fatto che le tasse da pagare siano tra le più basse d’Europa possono sicuramente essere elementi convincenti.

Tuttavia, il mondo cambia e gli effetti sono ben visibili. Alcuni pensionati, per esempio, hanno deciso di ritornare in patria proprio a causa dell’aumento degli affitti.

Leggi anche: Mercato immobiliare europeo: ecco qual è il trend e le previsioni future

Federica Antignano
Federica Antignano
Aspirante copywriter, classe 1993. Curiosa di SEO, trascorro la maggior parte del mio tempo a scrivere, in ogni sua declinazione. Mi sono diplomata in lingue presso il liceo statale Pasquale Villari di Napoli. Ho inizialmente lavorato in una start up, cominciando a scrivere per vendere e ora continuo ad affinare le mie capacità attraverso corsi e tanti tanti libri sulla pubblicità e sul digital marketing. Con il tempo ho scoperto anche l'interesse verso lo scrivere per informare e questo è il motivo per cui oggi sono felice di far parte del team di redattori di Trend-online.
Seguici
161,688FansLike
5,188FollowersFollow
776FollowersFollow
10,800FollowersFollow

Mailing list

Registrati alla nostra newsletter

Leggi anche
News Correlate