Investire nel settore immobiliare conviene? Si, ma in queste città: ecco quali

Ritorna a crescere il settore immobiliare. Gli italiani tornano ad investire nel mattone, ecco allora quali sono le città italiane dove conviene investire in questo 2023.

citta-migliore-per-investire-negli-immobili

Comprare un immobile non è certo un gioco da ragazzi. Anzi prima di procedere ad un acquisto è meglio valutare una serie di pro e contro anche per il luogo in cui fare questo investimento.

Alcune zone sono migliori di altre non soltanto in termini di soluzioni abitative ma anche come investimento. Infatti investire nel mattone in alcune città può risultare una buona idea e in alcuni casi anche ottima.

Ma quali sono le città italiane migliori in cui comprare casa? Quali sono le zone che permettono, oggi di fare un ottimo investimento da poter sfruttare in futuro, quello in cui c’è un buon mercato degli affitti o la possibilità di rivendere a prezzi più alti?

In Italia, non esiste più la regola di investire nella propria città. Secondo i dati analizzati, il mercato poco dinamico dei piccoli centri rende l’investimento molto rischioso ed ecco perché il dato che bisogna tenere presente per capire dov’è meglio investire è l'aumento annuo del canone medio d'affitto. 

Infatti le aree universitarie e le aree industriali dove si concentrano le aziende sono le zone che permetto di ottenere un ottimo guadagno a chi investe nel mattone.

Oltre a studenti fuori sede e lavoratori però molto ricercati sono gli immobili ad uso turistico per praticate gli short rent, molto diffusi soprattutto nelle grandi città.

Vediamo allora quali sono le città italiane migliori in cui investire.

Investire nel settore immobiliare? Si conviene, ma in queste città. Ecco quali

Dai dati diffusi in questo primi mesi del 2023, gli italiani tornano ad investire nel mattone.

Per molti è un riparo sicuro dei propri risparmi anche contro l’inflazione galoppante di questo periodo.

A dirlo i dati diffusi dall’Ufficio Studi Tecnocasa che ha evidenziato come le aree maggiormente interessate sono quelle oggetto di interventi di riqualificazione, le zone universitarie e quelle in cui è concentrato un maggior numero di aziende.

Questo perché sia gli studenti fuori sede che i lavoratori sono considerati fonte di rendimento.

Gli esperti del settore hanno messo in evidenza che le città migliori in cui investire in questo 2023 sono Napoli Palermo, Roma e Verona ma anche Milano, Bologna, Firenze, Bari e Torino.

Comprare casa in queste zone è un ottimo affare indipendentemente dal fatto se si viva bene o meno.

Tra le città migliori per investire sul mattone spunta senza dubbio Milano. Sicuramente a spingere verso tale direzione c’è l’alta presenza di studenti e lavoratori fuori sede, ma anche gli short rent.

La zona dove si è investito di più è Bovisa, per la presenza del polo universitario ma anche per la  vicinanza allo scalo Farini.

Mediamente una soluzione abitativa di 55 metri quadrati arriva a costare 230mila euro e produce un rendimento annuo lordo del 4,30%.

Gli affitti nella stessa zona si attestano tra gli 825 euro per un bilocale mentre per un trilocale a ci vogliono circa 1.000 euro.

Roma, nella capitale conviene ancora investire

Le altre città dove conviene investire in immobili in questo 2023 sono Roma Firenze e Bologna.

A Roma una delle zone maggiormente interessate dagli investimenti è la zona Eur, soprattutto per la presenza di numerose aziende.

Per comprare un bilocale in questa zona servono circa 248 mila euro con un rendimento annuo lordo del 4,3 %.

Considerando gli affitti, il canone mensile dello stesso bilocale si attesta intorno ai 900 euro, mentre per un trilocale sono necessari 1.150 euro.

Ottimi investimenti anche nelle zone turistiche come Prati- Cola di Rienzo-Borgo, in queste zone un bilocale medio usato può arrivare a costare anche 284 mila euro con un affitto medio di 1100 euro al mese.

Firenze e Bologna, tra le città più convenienti per investire nel mattone

Se si prende in considerazione Firenze, la zona in cui conviene investire è quella di Novoli-Baracca, vicino alla zona universitaria e al tribunale e il quartiere Puccini.

Nella zona di Novoli- Baracca un trilocale si arriva a spendere 238 mila euro e può essere affittato a 600 euro al mese.

Anche Bologna è tra le migliori città in cui investire nel mattone. Ottime le zone universitarie e il centro dove un immobile può arrivare a costare intorno ai 250 mila euro e garantendo un affitto medio mensile di 900 euro.

Sempre a Bologna, altra zona interessante è quella di San Donato. Un bilocale costa intorno ai 130 mila euro e rende il 6% annuo lordo.