Come avere una rendita di 500 euro al mese: 3 opportunità da valutare

In questo articolo spieghiamo come avere una rendita di 500 euro al mese e il meccanismo che sta alla base.

donna con carta di credito

Chi pensa che il segreto dei ricchi sia lavorare giorno e notte e 365 giorni all’anno, si sbaglia di grosso.

Il trucco è “moltiplicare” e in questo articolo spieghiamo come avere una rendita di 500 euro al mese e il meccanismo che sta alla base.

È questo infatti ciò che distingue una persona ricca da una che non lo è: spesso infatti non è il capitale a fare la differenza.

Far lavorare i soldi al posto nostro, che si tratti di soldi propri o di terze persone, è la vera linea di demarcazione tra le due categorie di persone.

Insomma, non bisogna aver paura di investire i propri risparmi, in maniera tale da ottenere rendite passive e moltiplicare il proprio capitale.

Come creare una piccola rendita mensile

È ben evidente dunque che, come già abbiamo avuto modo di sottolineare, non è il capitale a fare la differenza (o comunque non sempre) tra una persona ricca e una che invece fa affidamente mensilmente sul proprio stipendio (per cui deve lavorare tutti i giorni).

La differenza la fanno i risparmi e -ovviamente- il fatto di decidere di investirli.

C’è chi preferisce tenere da parte i risparmi, sul conto o in cassaforte, e chi invece non esita a investire per monetizzare di più.

Per una piccola rendita mensile, ci sono diversi modi per arrotondare lo stipendio, tra l’altro anche poco rischiosi, ma che richiedono a ogni modo un minimo di investimento iniziale. Basti pensare all’apertura di un blog ad esempio, al noleggio della propria auto su Uber oppure di una stanza su Airbnb.

Come avere una rendita di 500 euro al mese

Va da sé che per iniziare a ricavare rendite da 500€ al mese e passa, il ragionamento da fare è un altro.

Abbiamo già avuto modo di affrontare l’argomento in un articolo dedicato, alla cui lettura rimandiamo per un approfondimento interessante su come guadagnare 50 euro al giorno.

Si tratta, come è evidente. di attività che comunque richiedono impegno e tempo da dedicare, anche se poi gli sforzi fatti risultano essere ben ricompensati.

In questa sede invece ci concentriamo sulle possibilità di ottenere una rendita di 500 euro al mese ma senza lavorare, quindi investendo il denaro che si ha da parte.

La prima strategia è sicuramente quella di investirlo in strumenti finanziari.

Tra i più sicuri troviamo i titoli di Stato, i buoni postali oppure i conti di deposito.

In questi casi però, per raggiungere una rendita di questo genere, le cifre da investire sono importanti. Ipotizzando dei conti di deposito, per un periodo di 36 mesi, per ottenere 500 euro al mese (quindi 6.000€ nel corso dell’anno) occorrono all’incirca 200-230 mila euro.

È evidente che in molti avranno reagito pensando che, per avere questi soldi da parte, bisogna essere ricchi. In realtà, sono proprio le persone più facoltose che invece “usano” i soldi degli altri, quindi delle banche, per raggiungere questo tipo di risultato.

Un esempio? Acquistare una casa col mutuo (magari un vero affare, come ad esempio quelle all’asta) e metterla in affitto. Con una parte del canone si paga la rata mensile e il resto invece è una rendita passiva ovvero un guadagno.

Probabilmente, in città non turistiche oppure in piccoli centri, non si riuscirà ad avere una rendita di 500 euro al mese ma un'entrata garantita sicuramente.

Come investire per avere una rendita fissa mensile

Abbiamo analizzato il caso dell’investimento di denaro in strumenti finanziari: ottimo rendimento, ma sappiamo che non tutti hanno propensione al rischio.

La seconda strategia che abbiamo suggerito è quella di acquistare una casa con il mutuo, per metterla in affitto.

Anche in questo caso però non tutti sono disposti a contrarre debiti per anni, malgrado ci sia un ritorno di denaro mensile che anzi diventa anche un credito in proprio favore.

C’è una terza ipotesi da prendere in considerazione, che rappresenta chiaramente la situazione ideale.

Investire 100-150 mila euro (magari un’eredità) per acquistare un immobile (anche in un’altra città, perché no), in maniera tale da ottenere un affitto di 600 euro al mese.

Considerando la cedolare secca sugli affitti, si ottiene esattamente una rendita mensile fissa di 500€ al mese.

Per capire dove investire in immobili, c’è un fattore che va tenuto in considerazione, più degli altri (e non è il basso prezzo di acquisto).

Ebbene, si tratta invece della redditività. Ad esempio, nella Capitale i prezzi delle case continuano a salire e sono ormai inavvicinabili, soprattutto al centro, anche se chiaramente mettere a reddito un immobile è conveniente.

Investire in città d’arte invece è più redditizio oppure in piccoli borghi a interesse turistico (che spesso mancano di hotel e strutture ricettive in genere).

Soprattutto in belle località del Sud, magari al mare, dove sono gli stessi comuni a incentivare questo tipo di business, mettendo addirittura in vendita case a 1 euro.