Mercato tutelato, la politica dà i numeri: italiani sul lastrico? - L'opinione di Marcotti

Con l'addio del mercato tutelato, gli italiani temono bollette ancora più salate: cosa sta per accadere? A fare chiarezza e ad analizzare i possibili rischi ci pensa Giancarlo Marcotti.

mercato-tutelato-opinione-marcotti

L'arrivo del nuovo anno porta con sé non poche novità, anche quando si parla di bollette. La fine del mercato tutelato spaventa molti italiani, che si interrogano sulle conseguenze. Cosa accadrà a partire da gennaio? Le bollette saranno davvero più salate? I cittadini esigono chiarimenti e i nostri politici intanto danno i numeri, in un continuo rimbalzo di responsabilità. A dire la sua e a fare chiarezza sui possibili rischi ci pensa l'esperto Giancarlo Marcotti.

Mercato tutelato addio, cosa succederà? Parla Marcotti

Dobbiamo prepararci a dire addio al mercato tutelato per luce e gas e quindi ora ci si chiede cosa succederà alle famiglie italiane. Le tariffe dell'energia, fissate dall'Autorità del settore per i clienti di piccole dimensioni, finiranno il 10 gennaio 2024, mentre quelle dell'elettricità il prossimo 1 aprile. Il Governo ha deciso di non prorogare il regime: cosa accadrà a chi non ha ancora aderito al mercato libero? In un periodo di generale aumento dei prezzi, gli italiani fanno il possibile per risparmiare in bolletta. Presto diventerà un obiettivo impossibile? Tra i politici intanto lo scontro è aperto: Giorgia Meloni attacca il Pd, dal quale ha ereditato una situazione ormai insostenibile, Elly Schlein invece la chiama “tassa Meloni” sulle bollette. Facciamo chiarezza.

Sono circa 15 milioni le utenze che si troveranno presto davanti a un bivio. Con il mercato libero sono le aziende fornitrici a fissare i prezzi, offrendo talvolta pacchetti ad hoc per i propri clienti. Quando si ha a che fare con il mercato tutelato, invece, le tariffe sono fissaste dall'Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente, quindi i prezzi restano uguali per tutti i clienti, i quali sono però meno esposti ai rischi di vulnerabilità energetica.

Leggi anche: Debito pubblico, il governo Meloni ci porterà alla catastrofe? - L'opinione di Marcotti

Ma se dobbiamo dire addio al mercato tutelato e resta solo il mercato libero, il timore è che le varie compagnie uniformino i prezzi, lasciandoli alti e pesando ulteriormente sulle tasche degli italiani. La crisi è sempre più vicina? Giancarlo Marcotti spiega come stanno davvero le cose.

Leggi anche: Odissea mutui, non se ne può più! Italia verso la recessione? - L'opinione di Marcotti