Mutuo casa, città più convenienti: i calcoli degli stipendi e della liquidità necessaria

Anche all’interno della stessa città, i prezzi degli immobili variano, da zona a zona. Ecco le città più convenienti per avere un mutuo casa.

Quali sono le città più convenienti per un mutuo? A parità di stipendio, obiettivamente ci sono posti dove il costo della vita è inferiore ma non solo.

Anche all’interno della stessa città, i prezzi degli immobili variano sensibilmente, da zona a zona.

Ecco una panoramica interessante di otto tra le principali città italiane.

Mutuo casa, quali sono le città più convenienti: lo studio

È l’Osservatorio della Fiaip ovvero della Federazione Italiana Agenti Immobiliari Professionali, che in questo studio, ha messo a confronto otto tra le più grandi e principali città italiane, al fine di individuare quelle in cui il costo della vita è più elevato, nella fattispecie per acquistare casa.

Dall’analisi si esclude a priori la fascia immobiliare di lusso, così come quelle troppo basse e in quartieri popolari.

La media per stabilire dove sia il mutuo più conveniente è dunque il risultato dei costi delle case di fascia medio-alta e di fascia medio-bassa. Per valutare le possibilità economiche, si è tenuto conto di una coppia con un figlio.

La disponibilità di contanti deve coprire almeno il 30% del prezzo di vendita, considerando che è possibile richiedere un finanziamento fino all’80%.

Il totale equivale al 110% e non si tratta di un errore. Infatti, nel momento in cui si procede con l’acquisto di una casa, bisogna tenere conto del fatto che, per ultimare l’operazione, occorre un 10% in più di disponibilità economica, rispetto al prezzo dell’immobile che si sta acquistando.

Rientrano in tale 10%, spese come:

  • imposte

  • due atti notarili

  • spese di istruttoria del finanziamento

  • eventuale agenzia.

Il calcolo è stato effettuato sulla base di una durata di 30 anni per il mutuo. La rata presa in considerazione è al massimo di un terzo del reddito netto disponibile e tiene conto anche del fatto che devono rimanere almeno 1.500€ al mese nelle tasche della coppia, per far fronte alle necessità della famiglia.

Comprare casa, ecco le città più convenienti per il mutuo

Le otto città prese in considerazione dall’indagine sono Milano, Roma, Napoli, Torino, Palermo, Genova, Bologna e Firenze.

Ecco le zone migliori, città per città.

Milano

La città più cara resta Milano, dove per procedere con l’acquisto di un trilocale in ottimo stato (ma non nuovo di zecca), occorrono 117 mila euro in contanti e un reddito familiare di almeno 4.300€ per procedere con la richiesta di mutuo.

La strada più cara è via Pagano, dove si vende a 8 mila euro al metro quadro e, per ottenere un mutuo alle condizioni riportate dallo studio, bisogna mettere in conto un reddito familiare di 7 mila euro al mese e almeno 194 mila euro in contanti.

In Piazza Repubblica più o meno il tenore è lo stesso.

Le zone in cui invece i prezzi calano sensibilmente sono Bovisa e Corvetto.

Roma

Nella Capitale va meglio, perlomeno rispetto a Milano. Qui infatti per acquistare casa possono bastare 2.900€ al mese e 79 mila euro di risparmi.

Sicuramente le zone più lussuose sono quelle dei Parioli e il Flaminio. Qui occorrono invece 4.500€ di reddito mensile in famiglia e all’incirca 125 mila euro di liquidità. Il riferimento è a un immobile in ottimo stato.

Se però si sceglie una casa in discrete condizioni (magari da ristrutturare più in là), allora è possibile stipulare un mutuo con un’entrata mensile di 3.700-3.800€ e circa 100 mila euro in contanti.

Una zona più “abbordabile”, per così dire, è quella di San Pietro, dal momento che per acquistare una casa nuova occorrono 120 mila euro in contanti e un’entrata mensile di circa 4.400€, per avere accesso al finanziamento.

Torino

Bellissima città e dai prezzi decisamente più bassi, per quanto riguarda un trilocale da acquistare in zone della città di medio livello.

A Torino infatti, con 3.000€ al mese di reddito familiare e 100 mila euro di liquidità, è possibile procedere con l’acquisto di un immobile anche in zone notamente costose, come ad esempio Vanchiglia.

Se si abbassano gli standard della scelta, optando per una casa abitabile (ma non in ottime condizioni), allora sono sufficienti 2.200€ di reddito al mese e circa 69 mila euro di risparmi.

Napoli

La prima città del sud contemplata dall’analisi. Qui per vivere a Fuorigrotta o in zona Toledo, bisogna avere almeno 3.000-3.700€ di reddito mensile e 100 mila euro di contanti per acquistare un trilocale ma in ottime condizioni e rifinito.

Comprare casa, le città dove non conviene.

Seguono nella classifica dell’analisi Fiap, città come Firenze, Genova e Bologna. Per acquistare case in ottime condizioni, in media occorrono 3.000-4.000€ di entrata mensile in famiglia e 100 mila euro in contanti.

L’altra città del sud tenuta in riferimento è Palermo: qui la zona migliore della città è Porta Maqueda e un trilocale in ottime condizioni richiede 2.200€ di stipendio e circa 75 mila euro subito disponibili, per potere ottenere un mutuo.

Leggi: Come mettere soldi da parte per comprare casa.

Natalia Piemontese
Natalia Piemontese
Consulente lavoro online e professioni digitali, classe 1977. Sono Natalia, Piemontese di cognome, pugliese di nascita e calabrese d'adozione. Laureata in Scienze Politiche presso l'Università degli Studi di Bari, ho conseguito un Master in Selezione e Gestione delle risorse umane. Mamma bis, scrivo sul web dal 2008. Sono specializzata in tematiche del lavoro, business nel digitale e finanza personale. Responsabile del blog #mammachebrand, ho scritto un e-book "Mamme Online, come gestire casa, lavoro e figli".
Seguici
161,688FansLike
5,188FollowersFollow
779FollowersFollow
10,800FollowersFollow

Mailing list

Registrati alla nostra newsletter

Leggi anche
News Correlate