Oro usato, ecco quanto vale: quali fattori incidono sul prezzo finale di vendita

Nel momento in cui ci si appresta a vendere un gioiello, è normale domandarsi quanto vale l'oro usato. Cerchiamo di scoprirlo insieme nel dettaglio.

Molto spesso, nel tentativo di racimolare del denaro da poter spendere per le necessità quotidiane, si decide di vendere i propri oggetti in oro. Quando questa evenienza si verifica, è frequente domandarsi quanto vale l’oro usato con esattezza.

Come vedremo a breve, la risposta a questa domanda frequente non è semplice, in quanto sono tantissimi i fattori da considerare per determinare con precisione il valore di un oggetto d’oro.

Tuttavia, si tratta di una domanda fondamentale per evitare di perdere il proprio denaro, dato che un’errata valutazione potrebbe condurre ad una significativa perdita economica. Per evitare tutto questo, oggi scopriremo insieme tutto sull’oro usato: quanto vale e come determinarne il valore con precisione.

Quanto vale l’oro usato? I fattori utili per determinare il prezzo di vendita

Nel domandarci quanto vale l’oro usato nel momento in cui decideremo di rivenderlo, è necessario considerare le tantissime variabili che ne determinano il prezzo finale di vendita.

Innanzitutto, è bene sapere che il prezzo dell’oro subisce spesso delle oscillazioni, così come vale per tutti i metalli preziosi. Il che si traduce con un prezzo che non si mantiene sempre fisso, ma varia a seconda dei mercati: di base, il valore dei metalli preziosi cambia, con fluttuazioni che possono verificarsi su base quotidiana.

Comunque, tali fluttuazioni generalmente influiscono soprattutto sui prezzi di acquisto, in quanto l’impatto maggiore si registra soprattutto sui gioielli e sugli oggetti in oro disponibili presso i rivenditori.

In ogni caso, e in linea generale, possiamo dire che il prezzo dell’oro, negli ultimi anni, ha registrato una crescita costante, tanto da essere annoverato tra i migliori beni rifugio sui quali conviene investire.

Oro usato, quanto vale in base alla caratura

Quando ci si chiede quanto vale l’oro usato, uno dei parametri fondamentali da considerare, perché in grado di incidere ampiamente sul prezzo finale dell’oggetto in metallo prezioso, è la caratura.

Con questo termine si indica la percentuale effettiva di metallo prezioso contenente nell’oggetto: indica cioè quanto è puro l’oro che stiamo cercando di vendere.

Gli oggetti in oro 24 carati possono essere considerati come i più preziosi, in quanto indica la purezza massima. All’interno dell’oggetto d’oro, i 24 carati possono anche essere indicati con la cifra “999”, che indica una percentuale d’oro pari al 999%.

Tra le carature più comuni troviamo anche la 18 (indicata anche con la cifra 750), la 20 (833) e la 22 carati (916).

Una caratura più elevata, ovviamente, indica un prezzo maggiore al quale può essere rivenduto l’oro.

Torniamo ora alla nostra domanda iniziale, cercando di capire quanto vale l’oro usato in base alla caratura.

Secondo le stime odierne, aggiornate al 7 novembre 2023, l’oro 24 carati vale 59,09 euro per grammo. In caso di caratura inferiore, chiaramente, il prezzo può scendere. Oggi, ad esempio, il valore dell’oro 18 carati per ogni grammo è di 44.26 euro.

Ribadiamo, come già detto al paragrafo precedente, che il prezzo dell’oro subisce variazioni su base quotidiana. Questo significa che i prezzi appena analizzati verranno aggiornati già nelle prossime ore.

Come effettuare la vendita

Una volta scoperto quanto vale l’oro usato, non resta che rivolgersi ad un ente o a un rivenditore che si occupa di compravendita di metalli preziosi.

È bene ricordare che, nella maggior parte dei casi, oggetti e gioielli in oro sono realizzati con metallo prezioso a 18 carati, il più utilizzato in gioielleria.

In ogni caso, prima di effettuare la vendita, coloro che si occupano di comprare oggetti in oro effettuano una valutazione dell’oggetto, per poi stabilire il prezzo finale al quale sono disponibili ad acquistarlo.

E non è assolutamente detto che il prezzo finale coinciderà con quello della massima quotazione giornaliera. Prima di concludere la vendita, dunque, potrebbe essere utile valutare diversi compro oro e differenti opzioni.

In ogni caso, per effettuare una vendita priva di rischi è buona norma rivolgersi esclusivamente a negozi specializzati e regolarmente iscritti all’apposito albo dei professionisti riconosciuti dalla Banca d’Italia.

 

Leggi anche: Conto deposito, i rendimenti continuano ad essere al top: ecco i 3 migliori di novembre

 

 

Alessia Seminara
Alessia Seminara
Copywriter, classe 1991. Versatile, multipotenziale, laureata in Scienze e Tecniche Psicologiche presso l'Università degli Studi di Catania, con una seconda laurea in Logopedia, ho una passione per la scrittura e il web copywriting. Entrambe mi hanno portato a concludere la canonica formazione accademica e ad intraprendere un ulteriore percorso di formazione in Seo e Copy Persuasivo. Grazie a vari corsi di formazione ho approfondito le mie conoscenze in ambito Digital Martketing. Negli anni ho stretto diverse collaborazioni come copywriter freelance per seguire variegati progetti.
Seguici
161,688FansLike
5,188FollowersFollow
774FollowersFollow
10,800FollowersFollow

Mailing list

Registrati alla nostra newsletter

Leggi anche
News Correlate