Il Consiglio di Amministrazione di Banca Akros – banca di Investimento del Gruppo Banco BPM, presieduta da Graziano Tarantini e guidata dall'Amministratore Delegato Marco Turrina – ha approvato i risultati al 30 giugno 2018.

"La gestione aziendale ha assicurato lo sviluppo delle scelte strategiche definite a livello di Gruppo per le attività di Corporate & Investment Banking e Private Banking, garantendo il conseguimento di positivi risultati reddituali – anche grazie alla crescita delle commissioni attive e all'attenta azione di riduzione dei costi –, l'efficiente utilizzo del capitale regolamentare e la gestione dei rischi. Il risultato delle attività di market making e di negoziazione in conto proprio ha risentito delle condizioni di instabilità che hanno caratterizzato i principali mercati finanziari di operatività a partire dal mese di maggio e che hanno influenzato negativamente anche le valutazioni dei portafogli obbligazionari di proprietà a fine periodo. Per contro, si è confermato il positivo contributo delle componenti commissionali, in progresso rispetto allo stesso periodo del precedente esercizio grazie allo sviluppo delle attività di negoziazione in conto terzi, di quelle sui mercati primari, azionario e obbligazionario, della consulenza nel settore dei c.d. non performing loans e in quello dell'M&A", ha commentato l'Amministratore Delegato Marco Turrina.

La Banca ha realizzato un Risultato netto della gestione finanziaria pari a 20,6 milioni di Euro (31,9 milioni di Euro nel primo semestre 2017); le* Commissioni nette* aumentano a 16,1 milioni di Euro (11,5 milioni di Euro al 30 giugno 2017, +39%). Dopo la contabilizzazione della contribuzione al Single Resolution Fund per complessivi 2 milioni di Euro, l'Utile della operatività corrente al lordo delle imposte raggiunge i 3,2 milioni di Euro (6,3 milioni di Euro al 30 giugno 2017; l'Utile netto si attesta a 2,1 milioni di Euro (4,5 milioni di Euro al 30 giugno 2017).