Diverse le cifre macroeconomiche pubblicate in giornata. Occhi puntati sulla Bce e sul discorso di Draghi.

In Germania l'Ufficio Federale di Statistica (Destatis) ha reso noto il dato definitivo relativo all'inflazione di maggio. L'indice dei prezzi al consumo è cresciuto dello 0,5% su base mensile ed è aumentato del 2,2% su base annuale, in linea con le attese e con il dato preliminare. L'indice armonizzato è cresciuto dello 0,6% su base mensile ed è cresciuto del 2,2% su base annua.

In Francia l'Ufficio di Statistica Insee ha pubblicato i dati finali sull'inflazione, riportando a maggio un incremento dello 0,4% su base mensile, pari alle attese ma in crescita dal +0,2% della rilevazione di aprile. Su base annua l'inflazione è cresciuta del 2% dal +1,6% della rilevazione precedente, a fronte di un incremento atteso pari al +2%. Nel mese di maggio l'indice armonizzato dei prezzi al consumo è cresciuto dello 0,5% su base mensile dal +0,4% di aprile ed è aumentato del 2,3% su base annuale dal +1,8% di aprile.

Nel Regno Unito l'ONS ha annunciato che il volume destagionalizzato delle vendite al dettaglio ha evidenziato nel mese di maggio un incremento dell'1,3% su base mensile, risultando superiore alle attese degli analisti fissate su un indice pari a +0,5% ma inferiore alla rilevazione precedente pari al +1,8%. Su base annuale le vendite hanno registrato una crescita pari al 3,9% in crescita dal +1,4% della rilevazione precedente (consensus +2,4%). L'indice (esclusa la benzina) e' cresciuto dell'1,3% su base mensile (consensus +0,3%) dal +1,4% precedente. Su base annuale l'indice, esclusa la benzina, ha mostrato un incremento del 4,4% (aspettative +2,5% a/a), dal +1,4% della rilevazione precedente.