Non molte le cifre macroeconomiche pubblicate in giornata.

L'Istituto Nazionale di Statistica spagnolo ha comunicato che la produzione industriale in Spagna in giugno (stima provvisoria) è cresciuta del 0,5% rispetto allo stesso periodo del 2017 dal +1,3% a/a registrato a maggio (rivisto al ribasso dal +1,6%). Gli analisti avevano stimato un incremento della produzione industriale dell'1,9% su base annuale.

L'Istituto Nazionale di Statistica (INE) portoghese ha reso noto il dato relativo al tasso di disoccupazione destagionalizzato nel secondo trimestre 2018 scende al 6,7% dal 7,9% precedente.

Secondo quanto comunicato da Központi Statisztikai Hivatal (l'ente nazionale di statistica di Budapest), in luglio l'inflazione è salita in Ungheria al 3,4% dal 3,1% di giugno, superiore anche alle attese degli economisti fissate su un incremento del 3,3%. Si tratta della lettura più alta da inizio 2013. Su base mensile i prezzi al consumo sono cresciuti dello 0,3% in luglio, stabile rispetto a giugno e contro lo 0,6% di maggio.

Aste in Europa:
- Il governo britannico ha collocato stamattina 2,500 mld di sterline di titoli Gilt 2028 con rendimento medio all'1,458%, in crescita rispetto a quello dell'asta precedente pari all'1,434%. Il bid-to-cover è stato di 2,25 volte. La 'tail' si è attestata a 0,2 basis point.

In crescita i depositi overnight presso la Bce. L'ultima rilevazione giornaliera indica che i depositi di breve delle banche europee presso la Banca centrale europea ammontano a 661,096 miliardi di euro, dai 657,098miliardi della lettura precedente. Scendono a 90 milioni di euro i prestiti marginali da 190 milioni della rilevazione precedente.

Spread BTP/Bund a 247 punti base nel pomeriggio. Il rendimento dei titoli di Stato italiani a 10 anni si attesta al 2,87%.