Interessanti le cifre macroeconomiche pubblicate in giornata

In Francia l'Insee ha reso noto che la produzione industriale nel mese di settembre è diminuita dell'1,8% rispetto al mese precedente (consensus -0,3%), dopo l'incremento dello 0,2% rilevato ad agosto (rivisto al ribasso dal +0,3%).

Nel mese di settembre la produzione manifatturiera nel Regno Unito è cresciuta dello 0,2% rispetto al mese precedente, risultando superiore alle attese fissate su un incremento dello 0,1% e dopo un calo dello 0,1% ad agosto. Rispetto allo stesso periodo dello scorso anno la crescita è pari allo 0,5% superiore alle attese (+0,4%) ma inferiore alla rilevazione precedente fissata al +1,3%.

La produzione industriale nel Regno Unito a settembre è rimasta invariata su base mensile dopo un incremento dello 0,2% del mese precedente. Il dato è risultato superiore alle attese degli analisti pari al -0,1%. Rispetto allo stesso periodo dello scorso anno la variaione è nulla dal +1% precedente. Le attese degli analisti erano per una crescita dello 0,4%.

L'ONS (Office for National Statistics) ha comunicato la prima stima del PIL in Gran Bretagna: l'indice e' atteso in crescita nel terzo trimestre del 2018 dello 0,6%, dal +0,4% del secondo trimestre. Su base annuale il PIL e' atteso in crescita del 1,5% rispetto allo stesso periodo del 2017, in linea con le attese e in crescita dalla lettura del secondo trimestre (+1,2%).

Nel Regno Unito in agosto la Bilancia Commerciale ha registrato un deficit pari a 9,7 miliardi di sterline, inferiore agli 11,2 miliardi di agosto. Lo ha reso noto l'ufficio di statistica britannico. Gli analisti avevano stimato un deficit superiore pari a 11,4 mld di sterline.