Interessanti le cifre macroeconomiche pubblicate in giornata.

Nel Regno Unito in dicembre la Bilancia Commerciale ha registrato un deficit pari a 12,1 miliardi di sterline, inferiore agli 12,4 miliardi di novembre (rivisto al rialzo da 12 mld). Lo ha reso noto l'ufficio di statistica britannico. Gli analisti avevano stimato un deficit inferiore pari a 12 mld di sterline.

L'ONS (Office for National Statistics) ha comunicato la prima stima del PIL in Gran Bretagna: l'indice e' atteso in crescita nel quarto trimestre del 2018 dello 0,2%, dal +0,6% del terzo trimestre. Su base annuale il PIL e' atteso in crescita del 1,3% rispetto allo stesso periodo del 2017, superiore alle attese pari a +1,4% ma lievemente inferiore dalla lettura del terzo trimestre (+1,6%, rivisto da +1,5%).

Nel mese di dicembre la produzione manifatturiera in Regno Unito è diminuita dello 0,7% rispetto al mese precedente, risultando inferiore alle attese fissate su un incremento dello 0,2% e dopo un calo dello 0,1% a novembre. Rispetto allo stesso periodo dello scorso anno la flessione è pari al 2,1% a fronte di un calo atteso dell'1,1%, in peggioramento rispetto alla rilevazione precedente fissata al -1,2% (rivisto da -1,1%).

La produzione industriale nel Regno Unito a dicembre è diminuita dello 0,5% su base mensile dopo un decremento dello 0,3% del mese precedente. Il dato è risultato inferiore alle attese degli analisti che si aspettavano un lieve incremento pari al +0,1%. Rispetto allo stesso periodo dello scorso anno la variaione è negativa dello 0,9% dal -1,3% precedente. Le attese degli analisti erano per una flessione dello 0,4%.

Il National Institute of Economic and Social Research (Niesr) ha stimato allo 0,2% la crescita sequenziale del Pil del Regno Unito nel primo trimestre 2019 contro lo 0,2% del periodo precedente, indicando un rallentamento della crescita. L'istituto di ricerca britannico ha poi stimato una crescita dell'1,5% annua per il 2019.