Non molte le cifre macroeconomiche pubblicate in giornata.

In Francia la fiducia dei consumatori nelle attività economiche è stabile. L'Insee ha comunicato che l'indice che misura la fiducia dei consumatori si è attestato a 96 punti in linea con la rilevazione di marzo e dai 95 punti di febbraio risultando lievemente inferiore al consensus degli analisti (97 punti). L'indice si mantiene al di sotto della media a lungo termine (100) per l'ottavo mese consecutivo.

L'Associazione British Bankers ha pubblicato il dato sulle richieste di mutui nel Regno Unito. Nel mese di marzo si sono registrate 40 mila concessioni di mutui in crescita rispetto rispetto alla rilevazione precedente pari a 39,1 mila (rivisto da 35,3 mila). Gli addetti ai lavori avevano stimato un valore pari a 38,7 mila unità.

Nel Regno Unito la Confederation of British Industry (CBI) ha annunciato che l'indice relativo agli ordini industriali e' risultato pari a -5 punti in aprile, in calo rispetto alla rilevazione di marzo pari a 1 punto e dai 6 punti di febbraio. Le attese erano fissate su un indice pari a 3 punti.

Aste in Italia:
- Il Tesoro ha collocato 6 miliardi di euro di Bot a 6 mesi (Isin IT0005367880) con rendimento a -0,028%, in crescita da -0,062% dell'asta di fine marzo. Buona la domanda con un bid to cover a 1,89.

In crescita i depositi overnight presso la Bce. L'ultima rilevazione giornaliera indica che i depositi di breve delle banche europee presso la Banca centrale europea ammontano a 619,764 miliardi di euro, dai 590,825 miliardi della lettura precedente. Azzerati i prestiti marginali, da 4 milioni precedenti.

Spread BTP/Bund a 266 punti base nel pomeriggio. Il rendimento dei titoli di Stato italiani a 10 anni si attesta al 2,64%.Scende a 234 punti il divario tra i rendimenti dei Btp a 10 anni e quelli del Btp a 2 anni da 235 punti rilevati ier alla stessa ora.