Interessanti le cifre macroeconomiche pubblicate in giornata.

Il Dipartimento dell'Economia e della Tecnologia tedesco ha reso noto che a marzo gli ordinativi industriali sono cresciuti dello 0,6% rispetto al mese precedente, deludendo le attese degli analisti fissate su un incremento dell'1,6%. A febbraio gli ordinativi erano diminuiti del 4% rispetto al mese precedente (rivisto da -4,2%).

Nel mese di marzo in Francia la bilancia commerciale ha segnato un deficit pari a 5,324 miliardi di euro, superiore a quello rilevato in precedenza (pari a 4,131 mld).Le esportazioni sono aumentate dell'1,1% a 43,2 miliardi di euro da 42,9 mld di euro mentre le importazioni si sono attestate a 48,5 mld dai 46,9 mld di euro del mese precedente in crescita del 3,6%.

Aste in Europa:
- Il Tesoro spagnolo ha collocato 4,150 miliardi di Letras a 6 mesi e 12 mesi. Le Letras a 12 mesi (3,674 miliardi) hanno segnato un rendimento negativo pari allo 0,334%, dal -0,331% dell'asta precedente. Le Letras a 6 mesi, collocate per un totale di 475 milioni di euro, hanno segnato un rendimento del -0,396%, dal -0,380% registrato nell'asta precedente. La domanda totale è stata pari a 2,6 volte l'offerta.

In calo i depositi overnight presso la Bce. L'ultima rilevazione giornaliera indica che i depositi di breve delle banche europee presso la Banca centrale europea ammontano a 618,924 miliardi di euro, dai 633,678 miliardi della lettura precedente. Ancora a zero i prestiti marginali.

Spread BTP/Bund a 261 punti base nel pomeriggio. Il rendimento dei titoli di Stato italiani a 10 anni si attesta al 2,58%.Scende a 239 punti il divario tra i rendimenti dei Btp a 10 anni e quelli del Btp a 2 anni da 240 punti rilevati ieri alla stessa ora.