Nel Regno Unito in maggio la Bilancia Commerciale ha registrato un deficit pari a 11,5 miliardi di sterline, inferiore ai 12,8 miliardi di aprile. Lo ha reso noto l'ufficio di statistica britannico. Gli analisti avevano stimato un deficit superiore pari a 12,5 mld di sterline.

Nel mese di maggio la produzione manifatturiera in Regno Unito è aumentata dell'1,4% rispetto al mese precedente, risultando però inferiore alle attese fissate su un incremento del 2,2% e dopo un decremento del 4,2% ad aprile. Rispetto allo stesso periodo dello scorso anno l'indice è rimasto invariato a fronte di un incremento atteso dell'1%, dopo la flessione dell'1% della rilevazione precedente.

La produzione industriale nel Regno Unito a maggio è aumentata dell'1,4% su base mensile dopo un decremento del 2,9% del mese precedente. Il dato è risultato però inferiore alle attese degli analisti che si aspettavano un incremento pari al +1,6%.

L'ONS (Office for National Statistics) ha reso noto che in Gran Bretagna il PIL e' aumentato dello 0,3% a maggio , risultando superiore alla lettura precedente, fissata su un calo dello 0,4%, ma pari alle attese. Il Pil è atteso in crescita dello 0,3% nei tre mesi da marzo a maggio.

Il National Institute of Economic and Social Research (Niesr) ha stimato allo 0,1% la flessione sequenziale del Pil del Regno Unito nel secondo trimestre 2019 dopo una crescita dello 0,3% nel primo trimestre. Due trimestri di contrazione significherebbero che l'economia è in una recessione tecnica, ma le previsioni iniziali per il terzo trimestre del 2019 sono di una crescita dello 0,2%.

Aste in Europa:
- Il Tesoro ha collocato 6,500 miliardi di euro di Bot a 12 mesi (Isin IT0005378788) con rendimento a 0,061%, in calo di 13 punti base dall'asta del 12 giugno. Buona la domanda con un bid to cover a 1,47.