Molte le cifre macroeconomiche pubblicate in giornata.

Secondo i risultati preliminari dell'Ufficio federale di statistica (Destatis), nel mese di novembre in Germania le Vendite al Dettaglio hanno fatto segnare un incremento del 2,9% su base annuale, risultando in crescita del 3,5% in termini nominali. Su base mensile l'indice è salito del 2,1% dopo la flessione dell'1,3% precedente (rivista da -1,9%). Gli analisti avevano previsto un incremento pari all'1,1%.

In Spagna Markit Economics ha comunicato che nel mese di dicembre l'Indice PMI dei Servizi si e' attestato a 54,9 punti, in crescita dai 53,2 punti rilevati a novembre, risultando superiore al consensus (53,9 punti). La lettura odierna segnala che la fase espansiva delle attività dei servizi prosegue al tasso più veloce degli ultimi nove mesi.

L'attività del settore terziario italiano di dicembre è aumentata per il settimo mese consecutivo grazie all'ulteriore e più rapida crescita dei nuovi ordini. Conseguentemente ai maggiori volumi dell'attività e dei nuovi ordini, i posti di lavoro sono aumentati per l'undicesimo mese consecutivo ma ad un tasso che ha indicato, per la seconda volta da febbraio, la crescita più lenta restando nel complesso moderata. L'indice principale del report, ovvero l'Indice destagionalizzato delle Attività Economiche, calcolato in base ad una singola domanda che chiede alle aziende monitorate di paragonare l'andamento dell'attività del mese in corso rispetto a quello precedente, si è posizionato a dicembre su 51,1, in rialzo rispetto a 50,4 di novembre. Tale valore segna il settimo mese consecutivo di incremento della produzione del settore dei servizi ed una accelerazione marginale della crescita.