Interessanti le cifre macroeconomiche pubblicate in giornata.

Nel Regno Unito in luglio la Bilancia Commerciale ha registrato un deficit pari a 8,6 miliardi di sterline, da un deficit di 5,1 miliardi di giugno. Lo ha reso noto l'ufficio di statistica britannico. Gli analisti avevano stimato un deficit maggiore pari a 7,4 mld di sterline.

L'ONS (Office for National Statistics) ha reso noto che nel Regno Unito il PIL e' cresciuto del 6,6% a luglio, risultando inferiore alla lettura precedente, pari a +8,7%, e alle attese fissate su una variazione positiva del 6,7%.

Nel mese di luglio la produzione manifatturiera in Regno Unito è cresciuta del 6,3% rispetto al mese precedente, risultando superiore alle attese (+5%) e dopo l'incremento dell' 11% a giugno.

La produzione industriale nel Regno Unito a luglio è cresciuta del 5,2% su base mensile dopo un incremento del 9,3% del mese precedente. Il dato è risultato superiore alle attese degli analisti (+4,2%).

In Germania l'Ufficio Federale di Statistica (Destatis) ha reso noto il dato definitivo relativo all'inflazione di agosto. L'indice dei prezzi al consumo è diminuito dello 0,1% su base mensile ed è rimasto invariato su base annuale, risultando in linea alle attese e al dato preliminare. A luglio l'indice era diminuito dello 0,5% su base mensile. L'indice armonizzato è diminuito dello 0,2% su base annua e dello 0,1% mese su mese, allineato ai risultati provvisori.

In Germania l'Ufficio di Statistica Destatis ha comunicato che l'Indice dei Prezzi all'Ingrosso (Wholesale Price Index) nel mese di agosto è diminuito dello 0,4% rispetto a luglio. Rispetto ad agosto 2019 i prezzi sono diminuiti del 2,2%, rispetto ai tassi di variazione annui di luglio e giugno 2020 del -2,6% e del -3,3%.

L'Istituto Nazionale di Statistica spagnolo ha comunicato che la produzione industriale in Spagna in luglio(stima provvisoria) è diminuita del 6,4% rispetto allo stesso periodo del 2019 dal -14,3% della rilevazione di marzo (rivista da -14%). Gli analisti avevano stimato un incremento della produzione industriale del 9,9% su base annuale.

In Spagna l'istituto di statistica INE ha annunciato che in agosto l'indice dei prezzi al consumo è rimasto invariato su base mensile. Rispetto allo stesso periodo del 2019 l'indice è diminuito dello 0,6% dopo una flessione dello 0,9% a luglio.

L'Istat rende noto che nel secondo trimestre 2020 il tasso di disoccupazione, per il sesto trimestre consecutivo e a ritmi più intensi, diminuisce portandosi all'8,3% (-0,9 punti rispetto al primo trimestre 2020); il tasso di inattività presenta una forte crescita in tre mesi arrivando al 37,0% (+2,0 punti).

In calo i depositi overnight presso la Bce. L'ultima rilevazione giornaliera indica che i depositi di breve delle banche europee presso la Banca centrale europea ammontano a 476,021 miliardi di euro, dai 477,748 miliardi della lettura precedente. Salgono a 8 milioni di euro i prestiti marginali da zero della rilevazione precedente.

Spread BTP/Bund a 151 punti base nel pomeriggio. Il rendimento dei titoli di Stato italiani a 10 anni si attesta all'1,05%.

Titoli di Stato tedeschi in ripresa. Il Bund future di dicembre 2020 sale a 173,83 punti (+0,41%) ed il Bobl future si attesta a 135,02 punti (+0,18%).

(CC - www.ftaonline.com)